Vivere, preparati, il tempo d’Avvento

Due proposte per i bambini, le famiglie e per gli adolescenti, un sussidio sull’adorazione eucaristica e quattro schemi di preghiera per le parrocchie

4

Sarà il pane posto sulla tavola, con il suo cesto da costruire, a richiamare quotidianamente al cammino dell’avvento. In quel cestino che si potrà costruire giorno per giorno manca il pane, manca Gesù, il vero pane nelle nostre vite… “Manchi solo Tu – Cammino di avvento per bambini e famiglie” è il sussidio curato dall’Ufficio per gli oratori, i giovani e le vocazioni. Nel cammino di preghiera in preparazione al Natale, “Alla scoperta di Te” è il sussidio pensato, invece, per i ragazzi e gli adolescenti. Il cammino di avvento verrà scandito ogni giorno da un atteggiamento tipico della preghiera e del dialogo con il Signore. Attraverso questo semplice sussidio ci si avvicina al Natale, invitando ogni ragazzo a conoscere Gesù, il Figlio di Dio: l’incontro con lui conduce progressivamente a scoprire le proprie sicurezze.

Per l’Avvento in parrocchia, l’Ufficio per la liturgia ha predisposto un sussidio sull’adorazione eucaristica che si può scaricare dal sito della Diocesi. Nella Lettera pastorale del Vescovo Pierantonio, dedicata alla celebrazione dell’eucaristia oggi, viene ricordato il devoto esercizio dell’adorazione eucaristica: “L’adorazione è la forma che l’amore umano assume quando s’indirizza a Dio. Amare Dio in quanto Dio significa adorarlo” (pp. 49ss). Il sussidio si divide in quattro temi proposti per l’adorazione: Verbum Caro Factum Est – Bello è il Verbo; Immacolata Concezione – Tutta bella sei Maria; Verbum Panis Factum Est – la Bellezza che salva; Il Pane e la Parola – La Vita bella del cristiano. “Emmanuele sarà il suo nome” è il sussidio liturgico per i momenti di preghiera. Sono stati preparati quattro schemi da offrire alle parrocchie. “Abbiamo, perciò, pensato – racconta don Claudio Boldini – a quattro icone di Avvento raccolte sotto il titolo comprensivo, tratto dal testo evangelico della quarta domenica di Avvento ‘Emmanuele sarà il suo nome’. Emmanuele, cioè, Dio con noi, con noi nell’umanità condivisa, con noi nell’Eucaristia celebrata, con noi nell’adorazione, con noi nella vita quotidiana, con noi nella tensione escatologica del compimento di ogni cosa quando il Signore verrà nella gloria. L’amore di Dio, in Cristo, per l’umanità è il cuore segreto sia dell’Incarnazione che del tesoro preziosissimo che è la celebrazione eucaristica, luogo e tempo nei quali, in modo unico e inarrivabile, siamo incontrati dall’Emmanuele. La pienezza dei tempi, quando il Padre mandò suo Figlio nato da donna, accade anche per noi quando celebrando l’Eucaristia diventiamo in Cristo un solo corpo e un solo spirito”.

•••― •• •••― • •―• • ――••―― / •――• •―• • •――• •― •―• •― ― •• ――••―― / •• •―•• / ― • ―― •――• ――― / ―•• ―――•• ••――― •―――― ――••• •― •••― •••― • ―• ― ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti