Vivere con Maria

Mi piace

A Lourdes la Madonna invita alla penitenza con insistenza particolare, ripetendolo per tre volte. Ancora il 25 febbraio chiede a Bernardette: “Andate a bere alla fontana e a lavarvi. Andate a mangiare dell’erba che è là, andate a baciare la terra per la conversione dei peccatori”. A Fatima la Madonna rivolge ai pastorelli una domanda più esplicita e impegnativa: “Volete voi offrirvi a Dio per domandare la conversione dei peccatori?”. (13.5.1917). Chiede inoltre di sacrificarsi per i peccatori e di dire spesso, ma specialmente nel fare qualche sacrificio: “Gesù, è per vostro amore, per la conversione dei peccatori e in riparazione delle ingiurie commesse contro l’Immacolato Cuore di Maria “. (13.7.1917). Vivere con Maria, vedere la storia e le vicende umane con il suo sguardo, è un atteggiamento che si lega strettamente con l’avvenimento delle apparizioni. Queste sono indubbiamene un’espressione, particolare e ricca, della presenza di Maria che si fa presente nella storia degli uomini. Questa comunione, suscitata dalle richieste della Vergine Santa, favorisce un atteggiamento interiore che il Beato Novarese già viveva, prima di fissare lo sguardo sui messaggi di Lourdes e Fatima. Oltre alla penitenza, i messaggi della Vergine Santa, esortano ad un altro atteggiamento, necessario a chi è pellegrino verso il Regno: la preghiera. Questo avviene in molti e pressanti modi: vengono affidate ai bambini formule semplici e popolari, viene raccomandata la preghiera del Rosario. A Fatima la preghiera trova anche dei gesti specifici appresi dalla Vergine, che dolcemente giunge le mani in atteggiamento supplice, e dall’Angelo che invita a prostrarsi in adorazione dei misteri di Dio. Così Lourdes e Fatima ci presentano l’economia della salvezza mediante la forza operativa della preghiera, secondo l’insegnamento evangelico: “Tutto quello che domanderete nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato” (Mc 11,24).

•••― •• •••― • •―• • / ―•―• ――― ―• / ―― •― •―• •• •―

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti