Una valigia piena di…

2

L’inizio di qualsiasi percorso è simile all’inizio di un viaggio. É in viaggio il bambino che  inizia un nuovo anno scolastico e le insegnanti lo consigliano affettuosamente con cosa riempire la valigia. Sono consigli preziosi che valgono anche per tutti noi che abbiamo incominciato a percorrere i giorni del nuovo anno che la vita ci offre.

Nella valigia del tuo futuro, lo so,
vorresti mettere tante cose,
ma poche son quelle veramente preziose.
Per compiere un lungo viaggio,
se fossi in te, metterei il coraggio,
quella strana energia interiore
che ci aiuta a prendere la strada migliore.
E perché il cammino noioso non sia,
porterei con me la fantasia
che ci dischiude mondi inesplorati
e rende veri i sogni immaginati.
Se fossi in te, mai potrei scordare
la tenerezza nel saper amare
né perderei, a qualunque età,
la mia coscienza, la mia dignità.
Facendo in modo che non stia stretto,
metterei in valigia tanto rispetto:
rispetto per ciò che dona la natura,
rispetto per l’arte e per ogni cultura.
Rispetto per lo studio e il lavoro di domani,
rispetto per i deboli e per gli anziani;
rispetto per chi ti ha cresciuto ed educato,
per ogni persona che un po’ di sé ti ha dato.
Infine, non scorderei tanta lealtà
che viaggia insieme alla sincerità.
C’è ancora posto nel tuo bagaglio?
Allora mettici anche qualche piccolo sbaglio.

Sereno 2018 a tutti!

••― ―• •― / •••― •― •―•• •• ――• •• •― / •――• •• • ―• •― / ―•• •• ―――•• ••――― •••―― ―――――

Commenti