Una santità che ci responsabilizza

Il commento del vescovo Tremolada a poche ore dall’annuncio di papa Francesco della data in cui sarà canonizzato papa Paolo VI: “Eravamo in attesa di quest’annuncio e lo abbiamo accolto con grande gioia e con grande soddisfazione. Siamo molto felici come Chiesa bresciana”

Mi piace

É un annuncio che “ci responsabilizza ancora di più”. “Come diocesi siamo chiamati a conoscere sempre meglio questa figura e ora a comprendere il senso profondo della sua santità. Cosa che cercheremo di fare”. Lo ha detto il vescovo Pierantonio Tremolada, a poche ore dall’annuncio di papa Francesco della data in cui sarà canonizzato Paolo VI, il 14 ottobre prossimo in piazza San Pietro, assieme ad altri 5 beati.

“Eravamo in attesa di quest’annuncio e lo abbiamo accolto con grande gioia e con grande soddisfazione. Siamo molto felici come Chiesa bresciana – ha aggiunto –. Il nostro don Battista, così lo si chiamava, uno dei ragazzi di questa terra che poi è diventato il grande Papa Paolo VI, viene ora riconosciuto dalla Chiesa universale come un esempio di santità. Questo è per noi motivo di fierezza oltre che di gioia”.

Dal Vescovo un annuncio. “Il prossimo anno vorrei dedicare la stessa lettera pastorale alla santità proprio a partire dalla canonizzazione di Paolo VI”. “Mentre ci prepariamo a quell’evento – ha concluso mons. Tremolada – vorrei anche che cominciassimo a pensare al cammino che seguirà, perché lui ci accompagnerà sempre. Dobbiamo affidarci di più a lui e questo ci permetterà di conoscerlo meglio”.

••― ―• •― / ••• •― ―• ― •• ― / ―•―• •••• • / ―•―• •• / •―• • ••• •――• ――― ―• ••• •― ―••• •• •―•• •• ――•• ――•• •―

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti