Una Finestra sui Balcani

1

Ciao a tutti dall’Albania!

In un tempo in cui è un po’ difficile parlare di “accoglienza”, ho accettato volentieri l’idea di don Davide di usare il sito del nostro Oratorio per “aprire una finestra” su un’altra parte di mondo… un modo per vedere ciò che succede fuori dai nostri confini e comprendere perché il mondo, a volte, bussa alle nostre porte. Se sarò fedele ci diamo appuntamento una volta al mese ad aprire questa “Finestra sui Balcani”.

Finestra sui Balcani 2015

Sia noi che voi stiamo archiviando i ricordi del tempo estivo che è sempre un tempo con programmi particolari; anche noi lo abbiamo vissuto aiutando i ragazzi delle nostre comunità a ritrovarsi in semplici attività estive di gioco e riflessione, aiutati dagli adolescenti cresciuti con noi in questi anni che stanno diventando animatori. L’immagine che penso riassuma bene questo tempo è questa, con questo bambino rom della città di Burrel che serviamo; le nostre storie, le nostre religioni, le nostre abitudini sono molto diverse… eppure siamo stati bene insieme… ci siamo conosciuti attraverso delle attività che le nostre suore svolgono con le loro mamme per imparare a gustare la bellezza della vita, e poi lui ha accolto invito a partecipare alla “ricerca della felicità” nelle nostre attività. Mi piace questa fotografia perché ci fa vedere che è possibile essere felici, accettando di camminare insieme sulla stessa strada.

Finestra sui Balcani 2015

Ecco, la missione è proprio questa bellissima avventura come la diceva padre Alex Zanotelli: sedersi là dove si siede la gente e ascoltare la loro storia! E di questo abbiamo bisogno anche noi! Imparare a camminare con chi abbiamo vicino senza vedere solo le diversità… e scopriremo che c’è qualcosa che ci accomuna; abbiamo bisogno di  imparare ad ascoltare la storia di chi abbiamo vicino e comprenderemo ciò che stiamo vivendo insieme. A me la missione ha insegnato proprio questo… e credo sia una cosa che mi ha aiutato tanto  a crescere e a non vivere solo come io penso che sia giusto vivere. Allora le attività estive di quest’anno le ricorderò come l’incontro con persone che hanno il desiderio di camminare insieme… e questo è primo messaggio che lancio da questa finestra sulla nostra missione. …e grazie a voi per esservi affacciati!

A presto

Don Roberto Ferranti

••― ―• •― / ••―• •• ―• • ••• ― •―• •― / ••• ••― •• / ―••• •― •―•• ―•―• •― ―• ••
don Roberto

don Roberto

Sono sacerdote fidei-donum missionario in Albania dal 2008, originario di Leno e in precedenza Curato a Edolo e Cortenedolo. La mia frase preferita? “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)


Commenti