Tutti sotto un tetto

“Tutti sotto un tetto” nasce in seguito al bisogno di intervenire per la manutenzione della copertura di parte dell’Oratorio.  L’intento, ancora una volta, è quello di provare a sottolineare il bisogno di comunità unitamente al senso di appartenenza. Abitare sotto lo stesso tetto vuole dire tante cose e ognuno può partire dalla sua esperienza e dai suoi desideri per coglierne gli aspetti più significativi. Un tetto può essere la copertura di molti tipi di costruzione e conseguentemente la destinazione del fabbricato varia in base alla sua identità. Una chiesa è diversa da un capannone o da un albergo o da un ristorante. Certamente, nella nostra mente e nei nostri intenti, l’immagine del tetto sotto il quale abitare, vorremmo si riferisse alla casa, quella dove sei tranquillo, ti senti a tuo agio e alla quale vuoi bene.

All’interno della programmazione e della gestione dell’Oratorio, ogni anno, cerchiamo di finalizzare e orientare le risorse attraverso un piano di previsione. Ecco che allora, la festa dell’Oratorio, oltre che ad essere un forte momento di comunità, vedrà l’obbiettivo di destinare quanto raccoglieremo per sostenere le spese per l’intervento di manutenzione del tetto. A tutti buona continuazione con le proposte del nostro Oratorio che può diventare sempre più casa di tutti.

Lavori di manutenzione per il tetto dell’Oratorio

Quest’anno la Commissione Oratorio di concerto con il Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia, hanno dato il via ai lavori di manutenzione straordinaria di parte della copertura dell’Oratorio. L’intervento si è reso indispensabile per salvaguardare non solo la salubrità dei locali utilizzati come aule per il catechismo ma anche per evitare l’ammaloramento dell’intero stabile con conseguenti aumenti dei costi destinati alla manutenzione ordianria dell’edificio.

L’intervento ha comportato il lievo completo della copertura in coppi e della sottocopertura in onduline catramate, questo ha permesso il posizionamento di lastre in laterocemento “ecologico” fissando poi i coppi mediante l’uso di schiume poliuretaniche apposite al fine di evitare lo scivolamento dei coppi. Si è inoltre proceduto all’installazione di “linea vita” necessaria ed utile anche per lavori futuri che dovessero rendersi necessari.

La supervisione dei lavori è stata assicurata da componenti interni della Commissione Oratorio limitando i costi, mentre l’incarico di coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dell’opera è stato affidato a membro esterno per assicurare terzietà ed indipendenza necessari per lo svolgimento pieno di funzioni di vigilanza.

L’importo lavori è stato affidato secondo il preventivo di 34.200 euro al netto di IVA e oneri per la sicurezza, questi sono stati riconosciuti secondo quanto stabilito dai preziari per le opere pubbliche, computati inizialmente come singole voci in accordo con il coordinatore in fase di progettazione, declinati e quantificati al bisogno durante i lavori.

Siamo certi che, anche quest’interento finalizzato al mantenimento decoroso del patrimonio della Parrocchia, possa essere un ulteriore esempio di come le scelte di oggi possano assicurare un futuro, a ciò che in fin dei conti abbiamo solo in prestito.

Commissione Oratorio
Area Manutenzioni