Inviati a rinnovare il mondo

Proviamo a comunicare la Missione attraverso le immagini del Manifesto Gmr 2020: nell’elaborazione dell’illustrazione abbiamo focalizzato la nostra attenzione sulle parole Battesimo e Invio. La parola “Battesimo” significa “immersione”: immersione nella vita di ogni giorno, nella storia del mondo per rinnovare tutte le cose alla luce del Vangelo. In una sua catechesi Papa Francesco ricorda che: il Battesimo permette a Cristo di vivere in noi e a noi di vivere uniti a Lui, per collaborare nella Chiesa, ciascuno secondo la propria condizione, alla trasformazione del mondo. E ancora: immergendoci in Cristo, il Battesimo ci rende anche membra del suo Corpo che è la Chiesa, e partecipi della sua missione nel mondo. Nel Battesimo riscopriamo la natura di inviati che nel manifesto viene evidenziata dal lanci di aeroplani di carta da Gesù, col volto da bambino. Su ogni aereo di carta vi sono bambini di diversa nazionalità con una fiammella sul capo che rappresenta lo Spirito Santo ad indicare che i Ragazzi Missionari sono inviati nel mondo da Gesù stesso per rinnovarlo comunicando il Suo amore.

Il 06 gennaio è il giorno in cui il Papa ricorda a tutti l’importanza di una giornata di digiuno e preghiera e di raccolta fondi a sostegno dell’ infanzia nel mondo, dove i bambini siano coinvolti in prima persona. Le offerte raccolte fra i ragazzi attraverso la distribuzione delle bustine missionarie sono andate a finanziare i progetti del Fondo Universale di Solidarietà delle Pontificie Opere Missionarie a favore dei bambini di tutto il mondo. I Progetti sono destinati alla Pastorale Missionaria dei Ragazzi nelle Diocesi su richiesta dei Vescovi, progetti specifici nel campo dell’ educazione cristiana, scolastica, di protezione dell’ infanzia (orfanotrofi, centri sanitari, ecc…), e destinati ai bisogni diretti di ogni bambino.