Corso fidanzati – L’esperienza di Ilaria e Michele

Ci siamo conosciuti circa quattro anni fa. Da quel momento, giorno dopo giorno, il nostro rapporto è cresciuto,  si è rafforzato e consolidato. Ci sono stati alcuni momenti di stasi, dove forse eravamo troppo occupati a pensare prima al nostro orgoglio e poi in un secondo momento a noi come coppia, dimenticandoci che solo insieme e soprattutto solo amandoci forte e dandoci la mano in tutte quelle situazioni di sconforto, fragilità e debolezza, siamo veramente una entità unica e lì siamo realmente imbattibili.

Quando abbiamo capito quanta forza è in grado di sprigionare l’amore, e quando finalmente abbiamo creato il nostro equilibrio, ci siamo guardati forte, intensamente,  e dentro di noi abbiamo capito che il momento di fare quel passo in più era giunto.

Quel momento in cui l’amore è talmente forte e potente che non puoi tenerlo per te. Cosi abbiamo deciso di sposarci, di rendere ancora più forte questa energia e abbiamo individuato nel matrimonio cristiano il Punto di partenza.

Si punto con la P maiuscola perché il matrimonio come Sacramento, come bene ci ha insegnato Don Renato, è lo Strumento tramite cui Dio diffonde il Suo amore e in cui la nostra forza si amplifica, dando alla nostra unione un significato più profondo.

Ci siamo affidati cosi, grazie al consiglio di Mario, collega di lavoro, alla Parrocchia SS  Pietro e Paolo di Leno per la nostra preparazione, partecipando al corso prematrimoniale per fidanzati.

Inizialmente i 10 incontri previsti ci hanno un po’ spiazzato, o meglio ci chiedevamo a cosa servissero tutti quei giorni. Cosa ci avrebbero insegnato che già non conoscevano? Ecco, a conclusione di questo percorso devo ricredermi.

Non abbiamo mai finito di imparare. Le proposte affrontate nei vari incontri sono state molto interessanti, e abbiamo affrontato ogni giornata con entusiasmo ed attenzione, curiosi ogni volta di ciò che avremmo affrontato la volta successiva.

Abbiamo avuto la fortuna di incontrare persone, animatori e relatori molto gentili, disponibili e con quella luce negli occhi che ci ha fatti sentire a casa.

Ci siamo sentiti in famiglia. Quel senso di Comunità, fatta di altri ragazzi e persone, che come noi credono nell’ Amore, quell’amore che tutto può e che come noi hanno tanta voglia di difenderlo e diffonderlo.

Concluso il percorso ci siamo resi conto che la nostra relazione si è fortificata ancora di più, che sentiamo forte dentro il petto qualcosa che esplode, qualcosa a cui vogliamo dare un senso, un senso profondo. Ci sentiamo forti insieme, e mano nella mano desideriamo  prometterci questo amore eterno. Molte persone ci hanno detto: “ voi siete pazzi” , “ cosa vi sposate a fare? “ godetevi la vita, perché poi vi cambia”, “non potete convivere e basta? “…

Ecco se amarsi cosi tanto è essere pazzi, noi siamo felici di esserlo.

Un ringraziamento particolare ai relatori, animatori ed alle altre coppie di fidanzati che abbiamo incontrato, perché da ognuno di loro abbiamo appreso qualcosa di nuovo e tramite loro ci siamo arricchiti.

 

Ilaria Chiappini e Michele Lucci