Consigli pastorali: elezioni rimandate

Le elezioni degli organismi di comunione (consiglio pastorale parrocchiale, zonale e diocesano, consiglio per gli affari economici, vicari di zona, consiglio presbiterale) sono rimandate al 2021

Il vicario generale, mons. Gaetano Fontana, preso atto che la pandemia probabilmente non terminerà in tempi brevi, ha comunicato ai sacerdoti e alle comunità che le elezioni degli organismi di comunione (consiglio pastorale parrocchiale, zonale e diocesano, consiglio per gli affari economici, vicari di zona, consiglio presbiterale) sono rimandate al 2021.

Il Palio delle Zone

Madame e messeri, martedì 11 giugno le zone pastorali della parrocchia di Leno si sfideranno per la gloria e per l’onore. Sellate il destriero e lustrate la corazza, la battaglia vi attende.

L’ultimo rintocco delle ore 20:00 darà inizio alla singolar tenzone, dalla quale solo una zona uscirà vincitrice. Prove immani attendono le fazioni che prenderanno parte al torneo, chi potrà fregiarsi del titolo di campione?

I Pastorelli modello di vita per i consacrati

“Guardando alla vita dei Pastorelli, abbiamo colto i tratti di un modello di vita ecclesiale”

L’Associazione Mater Dei, eretta nel 1995 dall’Arcivescovo di Evora nella prospettiva di diventare un Istituto di Vita Consacrata, è stata definita dallo stesso Arcivescovo “una nuova forma di rispondere agli appelli della Madre di Dio a Fatima”. È nata, infatti, da un attento ascolto del Messaggio di Fatima, che ha come sua parte integrante la vita dei Pastorelli.

Guardando alla loro vita durante e successivamente alle Apparizioni, abbiamo colto i tratti di un modello di vita ecclesiale particolarmente adeguato per affrontare le necessità e le difficoltà del nostro tempo. Un modello di vita che, con l’aiuto di Dio, i membri dell’Associazione (distinti in due rami, maschile e femminile, Piccoli Figli della Madre di Dio e Piccole Figlie della Madre di Dio) vogliono rendere visibile con la loro vita.

I Pastorelli, dunque, costituiscono per la nostra Associazione un punto di riferimento essenziale. Sono, infatti, i rappresentanti di quella grande moltitudine di “piccoli”, bambini e adulti, per i quali Gesù ha esclamato: «Ti benedico, o Padre, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli » (Mt 11,25). È di questi “piccoli”, privilegiati del Padre, che la Madonna va in cerca per educarli, formarli e renderli collaboratori della Redenzione di suo Figlio. Per questo ancora oggi Lei dice a tutti i “piccoli”: «Pregate, pregate molto e fate sacrifici per i peccatori, perché molte anime vanno all’inferno perché non c’è chi si sacrifichi e interceda per loro».

In questi “piccoli” risiede una forza capace di rinnovare la vita del mondo. Questa forza è rappresentata dalla loro debolezza e povertà, riconosciute e affidate con umiltà e con amore a Dio.

La Santissima Trinità si compiace di realizzare le sue meraviglie nella storia mediante la debolezza di queste piccole creature, che con fiducia si abbandonano alla sua Misericordia infinita.

Coscienti di questa meravigliosa verità, ci sentiamo chiamati dal Cuore Immacolato a immergerci in essa e ad annunciarla a quella grande moltitudine di “piccoli” che ancora sono portati a pensare che la loro vita non valga niente, quando al contrario ha un valore immenso.