Preghiera comunitaria con il Frassati

Il Centro Culturale Frassati di Brescia propone momenti di preghiera comunitaria aperti a tutti su Google Meet per tutta la durata della quarantena

Il Centro Culturale P. G. Frassati di Brescia propone momenti di preghiera comunitaria aperti a tutti su Google Meet per tutta la durata della quarantena per Covid-19 dal lunedì al sabato:

  • Lodi alle 8.00: vedi il link 
  • Angelus/Regina Coeli alle 12.00: vedi il link 
  • S. Messa alle 18.45: vedi il link 
  • Vespri alle 19.00: vedi il link 

La domenica:

  • Lodi alle 8.00: vedi il link 
  • Vespri alle 19.00: vedi il link

La domenica non ci sono né l’Angelus/Regina Coeli (che seguiamo autonomamente in diretta col Papa alle 12.00) né la Santa Messa delle 18.45 (quella del sabato è prefestiva).

Informazioni: +39 3297543045 (Marco) o su Instagram

Oratorioleno.it X

10 anni fa oratorioleno.it diventava pubblico!

X

Non la X che segna il punto di arrivo ma 10 come gli anni che compiono il nostro sito e l’Area Comunicazione.

10 anni fa il nostro Oratorio si è arricchito di un nuovo luogo che si è aggiunto agli ambienti ed alle esperienze che già lo rendevano unico. Un luogo che non occupa spazio come le nostre strutture ma che richiede altrettanta dedizione per funzionare al meglio. Un luogo che sposta l’Oratorio fuori dalle proprie mura e cerca di avvicinarlo a chi non lo frequenta. E perché no, un luogo dove iniziare ad affezionarsi a una o tutte le attività che vengono portate avanti in Oratorio.

Nel tempo abbiamo sempre cercato di proporre qualcosa di attuale e interessante. Manteniamo il sito costantemente aggiornato, sia tramite interventi di miglioramento che restano invisibili ai lettori che tramite l’introduzione di nuove funzionalità e ritocchi grafici. L’ultimo? La Dark Mode: per attivarla è sufficiente premere il tasto “D” sulla tastiera di un desktop o fare un tap con due dita su un dispositivo touch.

L’oratorio vive ed esiste in funzione delle persone che lo abitano e lo animano.

Ovviamente sono le persone che formano l’Oratorio, non dei contenuti mostrati a schermo. In questi 10 anni la comunicazione del nostro oratorio si è espansa, basti pensare ai social, al canale YouTube, al maxischermo led, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: essere una vetrina per tutte le attività che vengono portate avanti dentro e fuori dalle nostre porte.

Ci tengo a ringraziare chi ci ha aiutato lungo il percorso. Sapete chi siete e quanto il vostro aiuto è stato prezioso. Voglio ringraziare anche voi lettori: senza voi queste pagine sarebbero voce di uno che grida nel deserto; la vostra presenza continua a motivarci e ci spinge a creare un prodotto sempre migliore.

Grazie a chi ci ha permesso e ci permette di crescere: don Carlo prima e don Davide ora. La vostra fiducia è uno sprone a migliorare continuamente. Grazie a Mauro che ha spiegato le vele e ha navigato quasi in solitaria al timone del nostro sito nelle acque inesplorate che sono stati gli inizi della nostra attività.

La nostra speranza è quella di continuare a soddisfare le aspettative che noi stessi abbiamo contribuito a creare. In tutti gli aspetti, dal contenuto editoriale fino alle modifiche per sfruttare al meglio ogni nuova tecnologia e mezzo di distribuzione.

A presto, sempre in questo nuovo luogo. Ma anche in quelli non virtuali.

Stefano e i ragazzi dell’Area Comunicazione

Come iscriversi al GREST

Da quest’anno le iscrizioni al Grest saranno online. La procedura è interamente spiegata nel video in allegato a questo articolo. Per iscriverti ti basterà raggiungere l’apposita pagina dedicata cliccando sul seguente link: oratorioleno.it/iscrizioni.

Per ulteriori informazioni leggi anche:

Grest 1.5

Grest 1.5

Novità in arrivo per il Grest 2018! Lo scorso anno abbiamo provato a gestire tramite computer le iscrizioni al grest. Non si è trattato di un cambiamento radicale, infatti la procedura con la quale sono state effettuate le iscrizioni non è cambiata rispetto al metodo consueto con carta e penna, ma il fatto di avere i dati già in formato digitale ha semplificato non poco la fase di organizzazione. Basti pensare al tempo risparmiato non dovendo trascrivere ogni singola iscrizione. Non è stata un’operazione del tutto indolore: qua e là ci sono stati piccoli errori che hanno rallentato alcune iscrizioni; tuttavia nel complesso si è trattato di un metodo più rapido del precedente.
Quest’anno vogliamo migliorarci e per questo abbiamo deciso di puntare ancora di più sulla digitalizzazione per le iscrizioni.

Non siamo ancora arrivati al Grest 2.0 ma ci stiamo avvicinando.

Pensiamo che sia un modo per semplificare e velocizzare l’iscrizione al Grest, evitando al contempo molti errori. La procedura è divisa in due fasi: la prima, quella di preiscrizione, che può essere effettuata da casa e consiste nell’inserimento di tutti i dati necessari per la seconda fase, quella di iscrizione vera e propria, che avrà luogo in Oratorio e consisterà nella semplice verifica dei dati inseriti e nella scelta della taglia della maglietta.

Le preiscrizioni

Dal 23 aprile visitando l’indirizzo oratorioleno.it/iscrizioni sarà possibile effettuare la preiscrizione al Grest 2018. La schermata consiste in un form nel quale vanno inseriti i dati del ragazzo ed i recapiti della famiglia; alcuni campi (nome, cognome, data di nascita, residenza, telefono ed indirizzo mail) sono obbligatori ed il loro mancato inserimento impedirà di proseguire. Nel campo “note” andranno inserite eventuali comunicazioni riguardo allergie, farmaci da somministrare, ecc.

La sezione successiva consente di selezionare le varie configurazioni possibili del Grest, a partire dalla fascia d’età. Alcune opzioni sono valide solo per determinate fasce (la quarta settimana e la possibilità di fare solo mattina o pomeriggio sono disponibili solo per il minigrest). Per il minigrest, in caso non si volesse usufruire del servizio mezza giornata, è sufficiente lasciare selezionati sia “mattina” che “pomeriggio“.

Il fac-simile della schermata nella quale inserire i dati durante la pre-iscrizione

Una volta inseriti i dati, cliccando sul pulsante “procedi” si riceve una mail all’indirizzo inserito in precedenza. Questa mail serve come verifica dell’indirizzo e contiene un link alla pagina dalla quale è possibile controllare i dati inseriti: una volta controllati i dati e cliccato il pulsante di conferma si riceverà una mail con il codice della preiscrizione. Solo a questo punto la preiscrizione è considerata valida.

Il codice andrà presentato al momento dell’effettiva iscrizione in Oratorio, quando si sceglierà la misura della maglietta e si salderà il conto. A completamento dell’iscrizione verrà rilasciata una ricevuta contenente oltre al riepilogo dell’iscrizione l’autorizzazione al trattamento dei dati personali.

Un baule pieno di ricordi!

Eccoci di nuovo a fare il punto sullo stato del gruppo comunicazione del nostro Oratorio.

Nonostante sia estate siamo sempre all’opera per tenervi aggiornati su ciò che accade nella nostra comunità, con particolare attenzione agli eventi che riguardano i ragazzi ed i giovani; da poco si è concluso il grest, e come ormai da tradizione ogni giornata è stata condensata in una breve clip distribuita il giorno stesso: è un modo per dire a tutto il pubblico cosa si fa al grest e, perché no, di invogliare qualcun altro a partecipare. Prima del grest è stato il turno della Festa del’Oratorio: anche qui dei piccoli filmati ci hanno aiutato a riassumere ogni giornata e a darci la carica per i giorni successivi.

Durante la Festa ha avuto particolarmente successo “Fotobox”, lo spazio dove farsi fotografare “a sorpresa”: se le immagini sono risultate fantastiche il merito è anche di Luca e Nicola, che da dietro l’obiettivo hanno catturato ogni espressione di chi si metteva allo specchio.

Per quanto riguarda il sito e gli spazi virtuali dell’Oratorio ci sono moltissime novità.
Parto da quella che ritengo più importante: la sicurezza. Tutto il sito è ora accessibile tramite il protocollo HTTPS; questo significa che se prima solo l’area web che ospita il sito era sicura (pensiamo ad un castello medievale in mezzo ad una foresta piena di pericoli), ora anche la connessione che dal dispositivo di ogni utente porta al sito è sicura (nell’analogia di prima, è come avere una grande strada ben illuminata e sorvegliata che attraversa la foresta). Oltre a garantire la sicurezza, un sito distribuito tramite HTTPS convoglia anche un’idea di ufficialità e di attenzione verso gli utenti e la loro privacy, tutti fattori che ci hanno spinto ad implementare questo protocollo.
Altri aggiornamenti, oltre alla normale manutenzione e al miglioramento dell’interfaccia grafica, hanno riguardato l’infrastruttura sulla quale si basa il sito. A questi si aggiungono alcune nuove funzioni, come un’etichetta che segna se un articolo è già stato letto o la possibilità di lasciare un “mi piace” ad un articolo: basta un click, non servono registrazioni, login, ecc…

La sezione che dopo questi aggiornamenti risulta la più interessante è sicuramente l’archivio. Dopo centinaia di ore passate a digitalizzare le fotografie storiche abbiamo iniziato la pubblicazione degli album. Il modo più semplice per dare un’occhiata al passato, sia per quanto riguarda le immagini che gli articoli, è tramite la pagina Archivio (oratorioleno.it/archivio), dove si possono inserire i parametri per affinare la ricerca di un determinato articolo, in particolare tramite il campo per selezionare l’anno di pubblicazione. Sempre la pagina Archivio è un buon modo per curiosare tra tutto ciò che è stato pubblicato negli anni. Altra pagina che consente di sbirciare nel passato è la Macchina del Tempo, ma questa volta con una modalità particolare: gli articoli che vengono mostrati cambiano in base al giorno, e sono tutti articoli che sono stati pubblicati nel giorno e nel mese in cui la pagina viene visualizzata; visitando la pagina per esempio il 30 marzo verranno mostrati articoli del 30 marzo 2017, 30 marzo 2013, ecc…

Un altro modo di curiosare sono gli articoli casuali: in ogni articolo, nella barra laterale, si trova una sezione che riporta il collegamento ad un articolo a caso del sito. Per caricare un articolo casuale si può anche premere la combinazione di tasti shift+r su qualsiasi pagina del sito.

In conclusione vorrei chiedere a chi avesse delle fotografie storiche delle varie attività dell’Oratorio o della Parrocchia e fosse disponibile a condividerle di contattarci per poterle aggiungere all’archivio e pubblicarle.

Un anno on line!

Esattamente il 9 dicembre 2008, partiva on line questo sito, il sito ufficiale dell’Oratorio. Uno strumento nuovo sotto alcune aspettative, ma anche di continuità sotto altre. Abbiamo, in quest’anno voluto racchiudere in un unico portale digitale, tutte le iniziative e attività di cui il nostro Oratorio vive, dando la possibilità a tutti i frequentatori del web, di condividere con noi le emozioni, le sensazioni che le esperienze oratoriane ci trasmettono.

Il nostro sito però, vuole solamente essere uno strumento di informazione e comunicazione che permetta, di avere notizie passate e future in tempo immediato, facilitando quindi la possibilità da parte di tutti di partecipare agli eventi.

Non vuole quindi essere, questo luogo, uno strumento di socializzazione, come i vari Social Network che oramai nella rete nascono all’ordine del giorno, che danno vita alle cosiddette relazioni virtuali.

I media sono “protesi” dell’esperienza, organi sintetici che consentono di estendere la portata di quanto percepiamo e facciamo; sotto questo profilo i nuovi media sono più che mai protesi relazionali, strumenti e risorse per estendere le nostre possibilità di relazione.

Le relazioni vere, comunque, le volgiamo ancora creare nei luoghi fisici, e non virtuali, del nostro Oratorio, nel bar, nelle aule di catechismo, nel Teatro, nei ritrovi per adolescenti, nel campo di calcio, e cosi via, luoghi dove continuano a nascere esperienze ed “amicizie” (tanto per usare un termine caro a Fecebook) vere, profonde e durature.

Colgo l’occasione per ringraziare tutto il gruppo della redazione di questo sito, che con passione e dedizione mantiene aggiornato il susseguirsi di notizie, sviluppa le pagine, cura le immagini, augurandoci che questa collaborazione possa durare ancora per lunghi anni.

Mauro