PassparTU – Dì soltanto una parola

Un tema difficile quest’anno ha guidato le attività estive del nostro oratorio e dell’intera diocesi di Brescia: la parola. Quante parole belle sappiamo dire ogni giorno? Ci ricordiamo delle parole buone che abbiamo ricevuto? Quali parole, invece, non avremmo mai voluto dire?

Queste sono alcune tra le tante domande che hanno concluso il quotidiano momento di preghiera, uno spunto di riflessione non solo per i bambini e i ragazzi, ma anche per noi animatori e responsabili; anzi, soprattutto per noi che facevamo della parola la nostra “arma” per comunicare, incitare, guidare, consolare, divertire e talvolta anche sgridare.

Grest 2012 PassparTU

Ogni mattina tanti bambini in giallo e bianco, i colori scelti per le maglie con il logo Passpartu e lo stemma del nostro oratorio, affollavano il giardino, il portico, la tenso-struttura e la scuola dell’infanzia aperta a tutti coloro che avevano frequentato la scuola materna per intraprendere sempre nuove avventure: giochi a squadre nei vari campetti del paese, giornate in piscina, laboratori e gite differenti per ogni fascia d’età.

Gli obiettivi da raggiungere durante il percorso estivo sono stati riassunti nella serata finale durante la quale ogni gruppo ha potuto mostrare attraverso canti, balli e letture quanto sia importante saper usare parole belle e pulite per non essere fraintesi e creare inimicizie. Proprio come ci insegna Gesù, fattosi Lui stesso Parola che ci dona la salvezza, come possiamo ascoltare ogni domenica durante la S. Messa.

E proprio in questo periodo, quando l’estate sembra ormai lontana e la scuola troppo vicina possiamo provare a mettere a frutto ciò che il Grest 2012 ci ha insegnato: far tacere i tanti “bla bla bla, perchè la parola è come l’oro non sprecarla mai!

Grazie a tutti i ragazzi, gli animatori e i responsabili che hanno contribuito a rendere speciale quest’estate. Grazie a don Davide che, nonostante il “riposo” forzato, ci ha sempre sostenuto e consigliato. Grazie alle suore vecchie e nuove, immancabili e forti presenze di questa avventura estiva.

Buon anno scolastico a tutti!

Chiara

Grest 2012… pensieri…

Il Grest è una delle esperienze più belle e emozionanti che una persona, ragazza o adulta che sia, possa sperimentare: da’ la possibilità di dimostrare ai bambini quanto si tenga a loro e ottenere in cambio un’immensa soddisfazione solo nel vederli sorridere, porta ad essere più responsabili e nello stesso tempo fa divertire. E’ ,insomma, un’avventura che aiuta a crescere e a maturare soprattutto noi giovani animatori, ancora un po’ inesperti ma pur sempre con una gran voglia di imparare. (Sara A.)

Un grazie di cuore a don Domenico per averci dato l’ opportunità e il piacere di passare giornate indimenticabili con i ragazzi del Grest di Milzanello….grazie don alla prossima estate !! Michela , Greta , Federica (3 “grestine”)

Cortenedolo 2012: il camposcuola degli adolescenti

  “Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, affinché egli vi innalzi a suo tempo, gettando su di lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi”. ( 1Pt 5, 6-7)

Per prendere qualcosa che è con te e gettarla su qualcun altro richiede un’azione. Questo è esattamente quello che Dio ci chiede di fare con le nostre preoccupazioni:  invece di portarne noi il peso, Egli ci chiede di agire gettandole su di LUI.

“ Prendiamoci cura gli uni degli altri”

È stato questo il tema che quest’anno abbiamo affrontato con i nostri adolescenti al Campo scuola.

Cortenedolo 2012

Uno dei valori che sembra che oggi è fuori moda è quello della riconoscenza. C’è un primo passo per chi vuole maturare ed è un passo che non dipende solo da noi. È il passo che qualcun altro, capace di donarsi e di donare, ha fatto verso di noi. Ci attiviamo nella vita solo se sperimentiamo che qualcuno si è preso cura di noi. Per capire cosa significa donare occorre portarsi dentro il sapore della gratuità e l’esperienza di un volto, di una mano amica che ci ha accompagnato, ci ha risollevato e lo ha fatto lasciandoci liberi.  I nostri ragazzi hanno saputo prendersi cura gli uni degli altri a modo loro, così come il loro cuore gli suggeriva di fare, e qui vorrei portare un messaggio che uno dei ragazzi ci ha detto:  “Grazie, perché, con la presenza di voi animatori, ci avete fatto capire cosa vuol dire prendersi cura degli altri, facendoci dono del vostro tempo, rinunciando forse anche alle vostre ferie”. Un altro, mi ha detto: “Abbi cura di te e delle persone che ti circondano”.

È bello, poter fare risuonare nella nostra memoria momenti intensi, di condivisione, di gioia e di fatica, perché ognuno di noi ha bisogno di essere preso in cura, preso per mano e accompagnato sulle strade della vita. Le nostre giornate al Campo scuola, iniziavano sempre chiedendo al Signore di starci vicino, per poter, sul suo esempio, prendere a cuore la vita e la storia dell’altro. Non sono mancati i momenti delle arrampicate e delle passeggiate, anche questi sono stati significativi. Quando qualcuno faceva fatica, ci si fermava e afferrandolo per la mano, lo si aiutava, ho visto ragazzi che oltre al loro zaino, prendevano quello degli amici, perché li vedevano stanchi. Questo non è forse prendersi cura dell’altro?

Un grazie di cuore a tutti i ragazzi che hanno reso questo Campo scuola unico e irripetibile, perché unici e irripetibili sono loro. Non può mancare un ringraziamento a don Davide, che pur non essendoci stato fisicamente con noi, ci ha seguito prendendosi cura di noi con la sua preghiera e con la preparazione dei lavori di gruppo.

Ai genitori dei nostri ragazzi, diciamo grazie, per la fiducia che avete avuto nel affidarci i vostri figli, che per una settimana, sono stati compagni in questa bella avventura vissuta e condivisa insieme. Ed eccoci qua, siamo tornati nelle nostre case, nella nostra vita quotidiana, con la speranza che quello che abbiamo vissuto possa rimanere nello scrigno dei nostri ricordi più belli.

ll mondo ha bisogno di persone su cui poter contare, su persone che hanno fatto tanta ginnastica interiore e che proprio per questo sono capaci di donarsi liberamente.

Sr Mirela M.P.V

Cortenedolo 2012: l’esperienza dei ragazzi di 2 e 3 media

Cortenedolo 2012: esperienza emozionante, unica, irripetibile, fantastica, spettacolare! Questo è quello che hanno vissuto i nostri ragazzi, il gruppo di seconda e terza media. Sono stati giorni pieni di fatiche per le lunghe passeggiate, ma non solo, il divertimento e la gioia di stare insieme, il condividere ogni attimo e ogni stato d’animo ci hanno accompagnati e hanno reso magica questa settimana.

Il filo conduttore era quello di prendersi cura gli uni degli altri, vivere come una grande famiglia che affronta assieme gioie e dolori.

Cortenedolo 2012 medie

I nostri ragazzi sono stati in grado di emozionarsi ed emozionare noi animatori che abbiamo cercato in ogni modo di non abbandonarli mai. Abbiamo cercato di rimanere sempre al loro fianco, abbiamo cercato di essere per loro delle guide, abbiamo affrontato con loro momenti bui, di paure.

È stata una settimana che ci ha visto vivere, crescere, maturare assieme, essere consapevoli dell’importanza degli altri.

Vogliamo che questa esperienza e ciò che abbiamo imparato ci possa accompagnare nel corso della nostra vita, affinchè non rimanga solo una bella settimana, ma che ci aiuti a capire che “Nella buona sorte e nelle avversità, nelle gioie e nelle difficoltà, se tu ci sarai, io ci sarò”.

Gli animatori

Follest 2012: un follest da tragedia!

Hanno detto del Follest:

“Bello, bello.”

“Si, bellissimo.”

“ Un’esperienza negativa che c’ha traumatizzati, ma da rifare.”

“Non ce la faccio più!”

“La prossima volta faccio di tutto per essere al Follest.”

Tra probabilità e imprevisti anche per quest’anno le serate estive del Follest si sono concluse.

Quattro serate di ermetico divertimento si sono succedute durante le prime tre settimane di Luglio e hanno visto giovani dai 14 ai 16 anni sfidarsi nel fango del paludoso campo dell’oratorio e nei particolarissimi giochi di abilità escogitati per l’occasione dalla finissima mente degli animatori. Il divertimento a mente sgombra da pensieri e impegni scolastici è da sempre il punto cardine di questa fantastica esperienza, in cui i ragazzi lenesi che durante la mattina sono impegnati a far divertire i più piccoli partecipanti del grest, si scaricano e si divertono in modo sano.

Un Follest che da sempre trae ispirazione dalla realtà che ci circonda e che se l’anno scorso celebrava insieme all’Italia i 150 anni della sua unità, quest’anno scherzosamente giocava sull’imminente fine del mondo annunciata per il fatidico 21 dicembre 2012, tanto da articolare le quattro serate ripercorrendo eventi catastrofici riletti in chiave spiritosa.

Follest 2012

Immancabili e sempre gradevolissime sono state: la serata nelle piscine comunali, che ha raccolto il consenso più alto tra le quattro serate proposte, e la gita finale a Gardaland, cominciata con un temporale che ha sfoltito l’afflusso al parco divertimento, garantendo così ai partecipanti una giornata davvero piacevole e all’insegna del bel tempo, un bel tempo dal tempismo perfetto che precisamente alle 22.30, orario di partenza, si è lasciato andare ad un temporale estivo chiudendo la giornata cosi come era iniziata.

Un Follest bello e divertente, ma un po’ amaro per gli organizzatori che hanno riscontrato un calo nella partecipazione, nota dolente che però non è riuscita a intaccare lo spirito fondante di questi momenti, all’insegna del sorriso e dell’ilarità. Ricordando che il Follest vi aspetta anche l’anno prossimo con nuove fantastiche avventure…

Buona estate e buon proseguimento.

LUNGA VITA AL FOLLEST!

Francesco

2012 la fine del mondo… un follest da tragedia!

Follest 2012

9 Luglio: “uno tsunami di fango… attenzione agli occhi!” [serata nel fango].

11 Luglio: “serata Babe il maialino” [serata in cascina, portare bicicletta].

17 Luglio: “searata Pompei” [serata a milzanello, portare bicicletta].

19 Luglio: “serata della CONCORDIA” [serata in piscina a Leno].

21 Luglio: “L’esodo”  [gita a GARDALAND]; partenza ore 10.00 oratorio rientro previsto per 00.30.

Costi:

Follest + Gardaland (presenza ad almeno 3 serate) €35

Gardaland (precedenza a chi si si iscrive al follest) €40

Follest: 1 €

Le serate iniziano alle 20.30 e terminano alle 22,30 circa.

Oratorio in FESTA duemila12!

Giovedì 21 Giugno:

ore 20.00: Celebrazione S. Messa

ore 21.00: Presentazione Grest 2012

Venerdì 22 Giugno:

ore 19.30: Apertura Stand Gastronomici, Cena delle Famiglie

ore 21.00: Musica dal vivo con: DIEVIA (annullato), B-52, Swirling Fingers, Joyful Gospel Choir

 Sabato 23 Giugno:

ore 19.30: Apertura Stand Gastronomici

Ruota della Fortuna, Tombolata, Ballo liscio la Tradizionale Asino Passeggiata

Domenica 24 Giugno:

ore 12.30: Spiedo (su prenotazione)

ore 19.30: Apertura Stand Gastronomici

Ruota della Fortuna, Ballo liscio e Giochi della Tradizione

 

Animatori grest 2012: iscrizioni

Per poter vivere l’esperienza dell’animatore al Grest bisogna, prima chiederlo e soprattutto, poi,  prepararsi donando tempo e passione, condividendo il servizio in un lavoro di èquipe con quanti nella nostra comunità hanno deciso di dedicare un periodo dell’anno ai più piccoli e indirettamente anche alle loro famiglie.

Logo grest 2012 PASSPARTU

Le caratteristiche che ti sono richieste sono:

Avere finito la prima superiore o l’età corrispondente. Avere uno stile che sia orientato alla generosità, alla pazienza, tanta pazienza! Essere umile e semplice, avere voglia di divertire e divertirsi, correttezza, altruismo, puntualità, coraggio ed entusiasmo. Manco lo fabbrichiamo un animatore così… Se vuoi, allora, partiamo per questa nuova avventura. Le iscrizioni si effettuano presentando in segreteria dell’oratorio la scheda di iscrizione entro giovedì 10 maggio 2012 e allora proseguiremo con gli incontri in calendario che ti è stato consegnato.

N.B.

La Formazione dei quattro venerdì di maggio alle ore 20.30 in aula verde (vedi scheda consegnata) è vincolante per poter svolgere il servizio da animatori al Grest. Inoltre Lunedì 25 Giugno alle 9.00 attendiamo tutti gli animatori del Grest per preparare l’ambiente Oratorio. Il Grest inizierà Lunedì 02 luglio e termina venerdì 20 luglio e per gli animatori l’appuntamento sarà SEMPRE alle 8.30. Il programma del Grest lo trovate qui

Tariffe iscrizioni Grest 2012

Logo grest 2012 PASSPARTU

grest con pranzo

3 Settimane con pranzo: € 130,00 (80 + 50 per la mensa comunale*)

2 Settimane con pranzo: € 120,00  (70 + 50 per la mensa comunale*)

1 Settimana con pranzo: € 100,00  (50 + 50 per la mensa comunale*)

* Il costo per la mensa comunale sia che si partecipi ad una, due o tre settimane è sempre di € 50,00 che vengono corrisposti al Comune.

grest senza pranzo

3 Settimane senza pranzo:     € 80,00

2 Settimane senza pranzo:     € 70,00

1 Settimana senza pranzo:     € 50,00

minigrest Stesse condizioni del Grest

* Solo per chi fa mezza giornata gli importi variano. Vedi sei possibilità sotto:

3 Sett. senza pranzo:     € 65,00    3 Sett. con pranzo:    € 115,00 (65+50)

2 sett. senza pranzo:      € 45,00    2 Sett. con pranzo:    € 95,00   (45+50)

1 sett. senza pranzo:      € 35,00    1 Sett. con pranzo:    € 85,00   (35+50)

CORSO CUCITO E PITTURA

3 Settimane dalle 14.00 alle 17.00: € 30,00

LE ISCRIZIONI SI RICEVONO ALL’ORATORIO SAN LUIGI, IN VIA RE DESIDERIO 35

NEI GIORNI SABATO 19 E DOMENICA 20 MAGGIO 2012, DALLE 14.30 ALLE 18.00. SENZA NESSUN BOLLETTINO POSTALE MA DIRETTAMENTE ALLA SEGRETERIA

Equipaggiamenti per le diverse attività e proposte

Ci permettiamo di indicare il materiale che riteniamo idoneo per le differenti attività:

Tenuta giornaliera:

il GREST fornisce un foulard e due magliette di diverso colore con un tema stampato. Ogni giorno deve essere indossata una maglietta, quella del colore che si vuole ma solo quelle in dotazione. Calzoncini corti, calze e scarpe da ginnastica.

Anche per il MINIGREST vale la stessa tenuta, chiediamo, in più, di portare uno zainetto o una borsa, con vestiti di ricambio in caso di necessità.

La sacca piscina:

la cuffia non è obbligatoria, mentre sono necessari il costume, le ciabatte, il salviettone, e i vestiti di ricambio, braccioli se necessario. Consigliamo la crema solare e sconsigliamo vivamente di portare soldi o apparecchiature elettroniche. Pranzo al sacco per i ragazzi che non usufruiscono del servizio mensa.

Bicicletta:

questo punto riguarda solo i ragazzi delle fasce dal 4° anno elementare al 3° anno delle medie. Serve una bicicletta in buono stato controllando freni e gomme. Consigliamo il caschetto.

Uscita in montagna:

abbigliamento GREST con la variante di un antipioggia a seconda delle previsioni meteo.

Pique nique con le famiglie:

l’idea è coinvolgere le famiglie per un momento di condivisione in Oratorio per stare in compagnia, nelle sere del venerdì: 6 e 13 luglio, dalle ore 19.30 in poi, portando quanto serve per un pique nique.