Lettera a “La Badia”

Il 3 febbraio, presso la sede del Gruppo Alpini Leno, si è svolta l’assemblea annuale dei soci; nel contempo, sono state indette  le votazioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo che rimarrà in carica per il triennio 2019/2021.

I nuovi eletti, con le rispettive cariche sociali sono:

  • Micheletti Marco – Capogruppo
  • Colombo Mauro – Vice Capogruppo
  • Chini Francesco – Segretario
  • Iseppi Claudio – Tesoriere
  • Romano Michele – Alfiere
  • Ferranti Stefano – Revisore
  • Malagni Gianbattista – Revisore
  • Abbadati Ermanno – Resp. Stampa e Pubbliche Relazioni
  • Ferranti Sergio – Resp. Manutenzione Sede e Attrezzature
  • Braga Roberto – Consigliere
  • Dester Michele – Consigliere
  • Dagani Massimiliano – Consigliere
  • Lombardi Andrea – Consigliere

Nel 2018, abbiamo devoluto in beneficienza la somma di 2.500,00 euro, frutto di una massiccia e generosa partecipazione di tutti Voi cittadini alle nostre iniziative.

Le somme devolute sono state così suddivise:

  • Nuova Nikolajewka Brescia € 1.200,00
  • “Ocio a la pèna”: € 100,00
  • Colonia “Casa Irma”: € 200,00
  • Sede Sezionale Brescia: € 300,00
  • “La Badia”: € 50,00
  • Parrocchia Leno: € 250,00
  • Oratorio Leno: € 250,00
  • Collaboriamo: € 150,00

Ci sentiamo in dovere di ringraziare tutta la cittadinanza protagonista assoluta dei nostri risultati e il Consiglio Direttivo uscente per l’ottimo lavoro svolto.

Tutti noi Alpini siamo già operativi per un 2019 ricco di appuntamenti e attività.

Continuate a starci vicino e restate aggiornati sulle nostre iniziative seguendoci sulla nostra pagina ufficiale di Facebook “Gruppo Alpini Leno” o Istagram “gruppoalpinileno”.

Un saluto e un caloroso abbraccio a tutti.

Gruppo Alpini Leno

Cammineremo insieme nella luce del Vangelo

Milano, 12 luglio 2017. Intervento di mons. Pierantonio Tremolada

Non so se sapete che quando si diventa vescovi o si viene destinati da vescovi ad un’altra diocesi, si deve scrivere al papa una lettera di proprio pugno, con la quale si accetta la sua nomina. L’ho fatto anch’io. In questa lettera ho detto al santo padre che accettavo la sua decisione semplicemente in risposta alla fiducia che lui riponeva in me e confidando nella misericordia di Dio. Quello che non ho aggiunto, ma che ho pensato, è stato: “Speriamo che la diocesi di Brescia non rischi troppo!”.

Il Cardinale Angelo Scola, nella sua bontà, ha ricordato qualche mia buona qualità, ma io conosco bene i miei limiti e li conoscete bene anche voi che siete qui. Per questo il mio pensiero va alla nobile diocesi cui sono destinato con una certa apprensione.

Quello che posso dire è che dal momento in cui mi è stato dato l’annuncio ho cominciato ad amarla. Ho anche provato a documentarmi, ma mi sono subito fermato, perché davanti ai numeri e alle misure cresceva l’ansia.

Non conosco molto della diocesi di Brescia. Da questo punto di vista mi sento un po’ come Abramo, al quale il Signore disse: “Parti dal tuo paese e va’ verso una terrà che io ti indicherò”. Conosco invece bene il Vescovo Luciano, di cui cercherò di essere degno successore. Mi legano a lui grande stima e affetto e anche l’amore per le Scritture, cui abbiamo entrambi dedicato anni di studio e di insegnamento. Proprio qualche giorno fa, trovandoci insieme e avendo ormai saputo, mi ha detto in confidenza: “Sono proprio felice della tua nomina”. Questo mi ha molto confortato.

Dovrò salutare questa mia diocesi, che tanto amo e da cui ho ricevuto tutto. Non mi sarà facile. Ringrazio lei, Eminenza, per la fiducia che mi ha manifestato affidandomi l’incarico importante di Vicario per l’Evangelizzazione e i Sacramenti e per la stima che in questi anni mi ha confermato. Ringrazio tutti gli amici vicari episcopali e gli altri componenti il Consiglio Episcopale Milanese. Ringrazio tutti i miei generosi collaboratori. Con tutto il cuore auguro ogni bene al vescovo Mario, nuovo Arcivescovo di Milano: mi fa piacere pensare che continueremo a vederci, insieme agli altri vescovi lombardi, negli incontri della Conferenza Episcopale Lombarda.

L’impronta ambrosiana – si sa – lascia un segno indelebile. Nel mio caso, vorrei tanto che anche questo tornasse in tutto e per tutto a beneficio della diocesi di Brescia. Il mio desiderio è infatti diventare tutt’uno con la Chiesa di cui il Signore mi ha voluto pastore. Molto più di ciò che io porto vale ciò che incontrerò e riceverò.

A tutti i fedeli di Brescia, in particolare ai sacerdoti e ai diaconi, vorrei inviare da qui un forte abbraccio e dire loro che confido molto nella loro bontà e nel loro aiuto. Dovranno abituarsi a un nome che è un po’ impegnativo da pronunciare ma che – spero – diventerà presto familiare.

Cammineremo insieme nella luce del Vangelo. Mi piacerebbe contribuire a far sì che tutti abbiamo più respiro, più speranza, più serenità. La fede vera può farlo.

Ecco, questo è ciò che porto nel cuore e che volevo comunicarvi.

Vi chiedo umilmente una preghiera.

Il Signore, che è fedele, benedica il nostro cammino

+ Pierantonio Tremolada
Vescovo eletto di Brescia

Rinnovo delle cariche Azione Cattolica

L’8 gennaio 2017, alla presenza della Signora Cecilia Righi, delegata del Consiglio Diocesano di Brescia, l’associazione è stata chiamata al rinnovo delle cariche, in vista della XVI Assemblea Diocesana.

In tale occasione, il presidente uscente, nel suo saluto di fine mandato ha sottolineato l’impegno dell’AC nella nostra comunità parrocchiale.

“Carissimi tesserati e simpatizzanti, 

alla fine di questo triennio, che oggi volge al termine, voglio ripercorrere con voi le principali iniziative che hanno caratterizzato il nostro cammino.

Come Azione Cattolica, abbiamo vissuto questo triennio attraverso la concretizzazione di tre parole chiave: Polarità, Profezia, Coraggio.

Nella nostra parrocchia l’AC è caratterizzata da una serie di eventi e appuntamenti durante l’anno associativo, vi ricordo i più importanti:

  • Siamo stati fedeli all’impegno mensile dell’adunanza, presieduta qui in canonica da Monsignore, con il quale ci siamo confrontati su varie tematiche di vita, fede e testimonianza;
  • l’8 dicembre è la giornata del nostro “Si” di adesione alla vita associativa con la festa del tesseramento;
  • l’animazione di una via crucis per le vie del paese;
  • il ritiro di quaresima;
  • la giornata degli ulivi, dove i ragazzi offrono durante le S. messe della domenica delle Palme, dei sacchetti di ulivo benedetto;
  • esercizi spirituali a Montecastello, aperti a tutte le associazioni parrocchiali;
  • servizio della “buona stampa”;
  • servizio e collaborazione con “Non solo noi”, esempio di testimonianza e missionarietà verso il prossimo.

Come tesserati dell’Azione Cattolica, portiamo il nostro contributo in numerose altre realtà parrocchiali a servizio del prossimo, come: Ministri straordinari dell’Eucarestia, San Vincenzo, Francescani e Caritas.

In questi impegni cerchiamo di accrescere il carisma dell’Azione Cattolica, inteso come adesione a Cristo e alla chiesa.

Un grazie di cuore a tutti voi che avete partecipato agli incontri e ai vari progetti dell’AC.

Affidiamo alla Madonna tutti i nostri desideri e chiediamo l’aiuto a continuare il cammino tracciato. 

Il presidente
Luigi Lampugnani

A conclusione delle operazioni di voto e di scrutinio, il presidente uscente Lampugnani Luigi è stato riconfermato e il nuovo Consiglio di Azione Cattolica di Leno è risultato così composto:

Presidente: Luigi Lampugnani;

Consiglieri:

  • Bertoletti Ivana,
  • Bissolotti Patrizia,
  • Bonazza Lucia, 
  • Cardellino Giuseppe,
  • Favagrossa Pietro,
  • Ferrari Margherita,
  • Mariotti Damiano,
  • Pedercini M.Cecilia,
  • Stefani Maria Rosa.

Elezioni Consiglio Pastorale Parrocchiale 2015

Nei giorni 18 e 19 aprile 2015 si sono svolte le elezioni per la designazione dei membri eletti del Consiglio Pastorale Parrocchiale.
Lunedì 20 aprile alle ore 20:30 la Commissione elettorale ha provveduto allo spoglio delle schede, che ha dato il seguente risultato:

Votanti
n. 1110
Schede bianche
n. 2
Schede nulle
n. 26
Schede valide
n. 1082

I membri eletti nel Consiglio Pastorale Parrocchiale e i rispettivi vicari sono i seguenti:

ZONA 1 – SAN PIETRO
1
Tomasini Roberto
Rappresentante di zona 1
2
Zicchetti Antonella
Rappresentante di zona 2
3
Ari Ester
Vicario

ZONA 2 – SACRA FAMIGLIA

1

Massetti Silvia

Rappresentante di zona

2

Braga Oscar

Vicario 1

3

Losio Alessandro

Vicario 2

ZONA 3 – SANTA SCOLASTICA

1

Prandini Francesco

Rappresentante di zona

2

Capuzzi Valeria (in Filosi)

Vicario 1

3

Bariselli Valeria (in Toninelli)

Vicario 2

ZONA 4 – PAOLO VI

1

Capelli Alessandra (in Lanfredi)

Rappresentante di zona

2

Cardellino Stefania

Vicario 1

3

Bertozzi Licia

Vicario 2

ZONA 5 – SANTA CROCIFISSA

1

Zanini Monica

Rappresentante di zona

2

Panini Mariagrazia (in Festa)

Vicario 1

3

Gianello Renato

Vicario 2

ZONA 6 – SAN GIUSEPPE

1

De Cunzolo Michele

Rappresentante di zona

2

Manenti Lucia (in Brunelli)

Vicario 1

3

Luppi Rinaldo

Vicario 2

ZONA 7 – SANT’ANNA

1

Agarotti Maria

Rappresentante di zona

2

Rocca Roberto

Vicario 1

3

Casarotto Chiara

Vicario 2

ZONA 8 – SAN BENEDETTO

1

Arrighini Roberta

Rappresentante di zona 1

2

Ghidotti Livio

Rappresentante di zona 2

3

Dalé Marisa (in Riello)

Vicario

ZONA 9 – SAN PAOLO

1

Mossi Virgilio

Rappresentante di zona

2

Lindori Laura

Vicario 1

3

Rossi Maria

Vicario 2

ZONA 10 – SANTI NAZARO E CELSO

1

Davo Massimo

Rappresentante di zona

2

Davo Simone

Vicario 1

3

Bolentini Luciano

Vicario 2

I membri proposti dalla comunità sono:

1

Rossetti Daniela (in Bertazzi)

2

Messena Mattia

3

Adami Paolo

4

Mariotti Damiano

5

Sedassari Guido

6

Moretti Silvia

I membri designati dal Parroco sono:

1

Crescini Emanuela

2

Lampugnani Luigi

Per l’Azione Cattolica

3

Bianchetti Jessica

Per A.C.R., oratorio e catechesi

4

Farina Imelda

Per gli Istituti Secolari

5

Belleri Lorena

Per Commissione famiglia

6

Capuzzi Valeria

Per la Caritas

7

Pelucchi Giusy

Per il Consiglio degli Affari Economici

Il Consiglio Pastorale risulta così composto da 25 membri, a cui va aggiunto ancora il rappresentante della commissione missionaria. Membri di diritto sono tutti i sacerdoti e le suore.
A tutti un grazie sincero per la generosa disponibilità e per la partecipazione alle elezioni.

Elezione del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Sabato 18 e domenica 19 aprile 2015 la nostra comunità sarà chiamata a rinnovare il Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è un organo di comunione che, come immagine della Chiesa, esprime e realizza la corresponsabilità dei fedeli (presbiteri, diaconi, consacrati e laici) alla missione della Chiesa, a livello di comunità cristiana parrocchiale. È il luogo dove i fedeli, soprattutto i laici, possono esercitare il diritto-dovere loro proprio di esprimere il proprio pensiero ai pastori e comunicarlo anche agli altri fedeli, circa il bene della comunità cristiana parrocchiale: in tal modo esercitano nella Chiesa la missione regale di Cristo di cui sono stati fatti partecipi con i sacramenti del Battesimo e della Confermazione.

La funzione principale del Consiglio Pastorale Parrocchiale sta pertanto nel ricercare, studiare e proporre conclusioni pratiche in ordine alle iniziative pastorali che riguardano la parrocchia. II Consiglio Pastorale Parrocchiale «ha solamente voto consultivo» (can. 536 § 2), nel senso che la deliberazione consiliare deve necessariamente comprendere il voto favorevole del parroco. Per parte sua il parroco terrà nel massimo rispetto le indicazioni espresse dal Consiglio, specie se votate all’unanimità. II Consiglio Pastorale Parrocchiale intende offrire un’immagine, la più completa possibile, della comunità cristiana parrocchiale. Sarà pertanto necessario che in esso trovino posto tutte te principali forme o stati o modi di vita cristiana della parrocchia.

Dal Direttorio Diocesano per il Consiglio Pastorale Parrocchiale

Indicazioni per  il voto

  1. Ha diritto al voto ogni cristiano cattolico che abbia compiuto 18 anni, residente nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo in Leno. In una famiglia, ogni membro con queste caratteristi-che ha diritto al voto. Naturalmente ognuno ha diritto a votare una sola volta.
  2. La scheda porta due liste di candidati: una prima contiene i nomi dei candidati della propria zona, una seconda propone un elenco più generale di candidati per tutta la Parrocchia, senza tener conto delle zone.
  3. Vengono eletti come membri effettivi del Consiglio Pastorale Parrocchiale il primo per numero di voti di ogni elenco delle zone (il secondo e il terzo diventano “vicari”) e i primi cinque del secondo elenco.
  4. In caso di rinuncia di uno degli eletti, chi lo segue in ordine per numero di voti sarà invitato a subentrare.
  5. Il parroco ha il diritto di scegliere alcuni membri a sua discrezione, al di là degli eletti.
  6. Ogni associazione ecclesiale può esprimere un suo rappresentante al Consiglio Pastorale Parrocchiale, al di fuori di quelli eletti.
  7. Partecipano di diritto al Consiglio Pastorale Parrocchiale e con diritto di voto i sacerdoti e le suore della Parrocchia.

Riconsegna della scheda

La scheda dovrà essere riportata nelle apposite urne, nei luoghi ed orari riportati di seguito:

Chiesa Parrocchiale: sabato 18 aprile – prima o dopo la celebrazione delle 18:30
domenica 19 aprile – dalle 7:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 19:30

Oratorio: sabato 18 – dalle 14:30 alle 23:00
domenica 19 – dalle 11:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 23:00

Ospedale: domenica 19 – prima o dopo la celebrazione delle 9:15