XVI corso di primo soccorso

Promosso dalla croce Bianca di Leno; gratuito ed aperto a tutti.

Serata di presentazione del corso lunedì 18 novembre alle ore 20:30 presso la sede in via Brescia 40.

Il corso sarà diviso in due moduli:

  • Modulo 1: addetto al trasporto sanitario (42 ore)
    Permette di operare nell’ambito dei trasporti sanitari semplici (trasporti dialisi, dimissioni, visite, ecc…)
  • Modulo 2: qualifica di Soccorritore-Esecutore addetto al servizio di emergenza-urgenza (72 ore)
    Permette di operare nel soccorso in convenzione con AREU e NUE112

Per info ed iscrizioni contattare
Sede: 030 906247
Massimiliano: 345 4573120
Claudia: 339 3969176

Tra Brescia e Montecassino: un convegno su Petronace

É Paolo Diacono, lo storico dei longobardi, che ci racconta di Petronace, patrizio bresciano, originario della pianura, probabilmente di Pedergnaga, odierno San Paolo, che tra il 718 e il 719 decise di compiere un pellegrinaggio in Terra Santa, per visitare il Santo sepolcro. Giunto a Roma e incontrando il papa Gregorio II, gli fu consigliato di recarsi a Montecassino, per farvi rinascere il monastero fondato da san Benedetto e distrutto dai longobardi più di un secolo prima. Persino il sepolcro di san Benedetto giaceva abbandonato.

Con la sua opera, in pochi anni il monastero rinacque e divenne la grande abbazia che diffuse in tutta Europa la proposta del suo fondatore, ispirata al principio dell’ora et labora. Cinquant’anni dopo il suo successore Ottato, accogliendo la richiesta del lenese Desiderio re dei longobardi, inviò a Leno una colonia di dodici monaci, che fecero sorgere il monastero di San Salvatore, poi San Benedetto ad Leones, definito la Montecassino del nord.

Per ricordare la figura di Petronace, conosciuto anche come Secondo fondatore di Montecassino, Fondazione Dominato Leonense, in collaborazione con la Parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo di Leno, promuove venerdì 29 giugno alle ore 15.00 presso Villa Badia a Leno il convegno “Petronace. Tra Brescia e Montecassino”.

All’incontro interverranno: dom Donato Ogliari, abate di Montecassino, Mariano Dell’Omo, direttore dell’archivio dell’Abbazia di Montecassino, Nicolangelo D’Acunto dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia e Cesare Alzati dell’Accademia Rumena di Bucarest.

Presiederà Angelo Baronio, coordinatore scientifico della Fondazione Dominato Leonense. Le conclusioni saranno affidate a mons Giovanni Palamini, abate di Leno.

Al termine del convegno si terrà la cerimonia di rinnovo del protocollo di intesa tra la Fondazione Dominato Leonense e l’Abbazia di Montecassino.

Il convegno è promosso dalla Fondazione Dominato Leonense e dalla Parrochhia dei Ss Pietro e Paolo in collaborazione con il Comune di Leno, il Comune di San Paolo, Brixia Sacra, Fondazione Civiltà Bresciana, Cassa Padana Bcc, Libera Università dei Santi Benedetto e Scolastica e con il sostegno di Arcoba srl.


INFORMAZIONI
Convegno “Petronace. Tra Brescia e Montecassino”
Sabato 29 giugno 2019 ore 15.00
Villa Badia, Leno (Bs) – via Marconi 28

Per info e contatti
Fondazione Dominato Leonense
tel.: 331-6415475 | 030-9038463
mail: info@fondazionedominatoleonense.it
web: www.fondazionedominatoleonense.it

AAA volontari cercasi!

Ai blocchi di partenza il 14° corso di primo soccorso!

AAA nuovi volontari cercasi!!Anche per l’autunno ormai prossimo ecco che la Croce Bianca è pronta ad avviare, con la consolidata collaborazione di Anpas Lombardia e il patrocinio del Comune di Leno e del Centro Servizi Volontariato (CSV) di Brescia, il 14° corso di primo soccorso volto al conseguimento della qualifica di “soccorritore”.

Il nuovo corso, gratuito ma con frequenza obbligatoria, inizierà martedì 12 settembre p.v. alle 20.30 con una serata di presentazione e si articolerà principalmente in due fasi.

La prima fase di 42 ore sarà adatta a chi vorrà occuparsi puramente di trasporti sanitari (visite, dimissioni, ricoveri, trasporto sangue e dializzati). Le successive 78 ore invece prevedono il conseguimento della certificazione regionale di soccorritore esecutore che permette di operare in emergenza a bordo dell’ambulanza.
Le lezioni si terranno nelle serate di martedì e giovedì dalle 20.30 alle 22.30 presso la sede dell’associazione in via Brescia, 40 a Leno.

Durante il corso gli aspiranti soccorritori impareranno l’uso del defibrillatore e le tecniche di rianimazione cardiopolmonare, a immobilizzare l’infortunato che ha subito un trauma, a fermare un’emorragia, a intervenire su un’ustione, oppure semplicemente a “tranquillizzare” i pazienti vittime di stati d’ansia.

A chi è rivolto il corso? A chiunque voglia regalare parte del proprio tempo aiutando nei trasporti sanitari e nei turni in emergenza…
Il tempo è una risorsa preziosa, in associazione viene valorizzato a favore degli altri.
Questa è solo una parte di ciò che siamo chiamati a compiere noi volontari della Croce Bianca Dominato Leonense di Leno, che siamo ad oggi un centinaio. Ma non si è mai abbastanza… quindi vi aspettiamo al corso e ricordatevi che… FARE DEL BENE… FA BENE!

Per info:
tel.: Rinaldo 345-3393224 / Max: 345 4573120
mail: info@crocebiancaleno.it
web: www.crocebiancaleno.it
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK!

IN SINTESI:
Inizio corso: martedì 12 settembre 2017 ore 20.30
presso la nostra sede di Via Brescia, 40 – Leno
Lezioni: martedì e giovedì dalle 20.30 alle 22.30
1° percorso: 42 ore – qualifica di soccorritore per trasporti sanitari
2° percorso: 78 ore – qualifica di soccorritore esecutore
IL CORSO É GRATUITO CON FREQUENZA OBBLIGATORIA
Per info: Rinaldo – 345-3393224 Massimiliano – 345-4573120

In scena “LA SCELTA”: e tu cosa avresti fatto?

“Senza coraggio saremo solo spettatori delle nostre vite”

Dopo il successo dello spettacolo “Rwanda”, portato in scena lo scorso anno in occasione del Giubileo della Misericordia, la Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Leno in collaborazione con la Fondazione Dominato Leonense sono lieti di proporre una nuova storia di straordinaria umanità. Venerdì 17 febbraio alle ore 20.45 presso il Teatro dell’Oratorio “San Luigi” di Leno (Bs) tornano gli attori Marco Cortesi e Mara Moschini per portare in scena “La scelta”, uno spettacolo che racconta quattro piccole grandi episodi nei quali l’uomo è stato in grado di compiere grandi gesti d’amore e di fratellanza di fronte alla più spietata crudeltà.

Due narratori, un uomo e una donna, e quattro storie vere di coraggio provenienti da uno dei conflitti più atroci dei nostri tempi: la guerra civile che ha insanguinato l’Ex-Jugoslavia tra il 1991 e il 1995. Uno spettacolo che corre sul filo dell’emozione attraverso la fratellanza e l’umanità testimoniate dalle vicende raccolte dalla dottoressa Svetlana Broz (nipote di Josip Broz, capo di governo jugoslavo, meglio conosciuto con il nome di Tito), impegnata come medico durante le ostilità.

Patrocinato da Amnesty International e da RAI Segretariato Sociale, lo spettacolo “La Scelta” ha al suo attivo oltre 650 repliche tra l’Italia e l’estero e porta sul palcoscenico storie vere di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di rompere la catena dell’odio e della vendetta, persone che hanno avuto la capacità di vedere oltre il loro egoismo e di rischiare la loro vita per salvare quella di altri. Eroi di giorni non troppo lontani, testimoni di un grandissimo amore e rispetto per la vita, che ci condurranno passo dopo passo verso l’umanità della loro missione: fare la cosa giusta. Definito dal Gazzettino “Uno dei più potenti e travolgenti spettacoli di teatro di narrazione”, lo spettacolo si inserisce all’interno della seconda edizione della rassegna “Scelte sostenibili” promossa in Villa Badia dalla Fondazione Dominato Leonense e sarà portato in scena dagli attori emiliani Marco Cortesi e Mara Moschini. Specializzati da anni in teatro civile, i due artisti sono tra i più apprezzati autori e interpreti della nuova generazione: tra i loro lavori, l’ideazione e la produzione del programma tv “Testimoni” in onda su Rai Storia.