Con il re Davide, secondo il cuore di Dio!

Si è rinnovato anche quest’anno l’appuntamento con il Grest di Milzanello, che ha coinvolto quasi 200 persone tra ragazzi animatori, bambini e volontari dell’Oratorio. Davide, giovane pastore che sarà chiamato da Dio a guidare il suo Popolo, ci ha accompagnati a vivere con intensità le tre settimane di giugno e a scoprire che Dio non guarda all’apparenza ma al cuore di ciascuno di noi. Di seguito troviamo due piccole testimonianze di animatori che si nono “lanciati” in questa nuova esperienza, e che, a detta loro, è stata una felice occasione di crescita umana e cristiana.

“Anche quest’anno ci siamo buttati in quest’avventura; come sempre, anche se un poco affaticati, ne usciamo ripagati e soddisfatti. Questo lo posso dire per stessa, ma credo anche per tutti gli altri, poiché non c’è niente che ci carica quanto i sorrisi dei bambini a fine giornata o quando ti dicono “per fortuna che ci sei tu, così mi sono divertito tantissimo grazie a te e ho potuto giocare in allegria”. In sintesi potrei dire che è questo che mi spinge a continuare e ad esserci ancora, perché mi piace stare con i ragazzi, perché, anche se per poche settimane, ci sforziamo per tirar fuori il meglio che è in loro, come loro fanno con noi”.

“Aver avuto la possibilità di partecipare al grest è stato per me qualcosa di davvero arricchente. Un’esperienza nuova e allo stesso tempo bellissima, soprattutto perché per me è stata la mia prima volta da animatore. Essere attorniati da dei bambini che ti ritengono importante è davvero appagante e sapere di poter donare qualcosa di tuo è davvero bello. Tante sono state le occasioni di incontro in queste tre settimane: le numerose uscite in piscina, i laboratori che le mamme hanno organizzato, la preghiera al termine di ogni giorno e la Messa domenicale a Milzanello. Ciò che mi ha colpito di più, in queste giornate trascorse insieme, è stato il clima bello e sereno tra tutti, che è “esploso” durante la serata finale, dove con commozione ci siamo salutati tutti. Voglio ringraziare in modo particolare don Ciro che è sempre stato presente ogni giorno con noi, compresa la notte finale, e tutte le mie amiche, gli amici che con me hanno condiviso questa esperienza.
Che dire, è proprio vero… come urlava il don con i bambini ogni sera: Il grest di Milzanello: è il grest più bello!!!”

Guarda le foto del grest

Grest a milzanello 2017

Serata Finale Grest 2017

Video presentato durante la serata finale del Grest 2017, del gruppo di 1-2-3 elementare. Quali saranno i loro talenti?


I ragazzi di 4-5 elementare e il loro scambio culturale… ce la faranno a spiegare cos’è il grest?


Ultimi ma non meno importanti, i “grandi” del Grest, i ragazzi del grupo 1-2 media ci portano ben due video…
Nel primo una loro interpretazione dell’inno di quest’anno.

 

Nel secondo si improvvisano ballerini…


Durante il Grest 2017 sono stati pubblicati video giornalieri; se te li sei persi ecco una playlist dedicata.
Non dimenticarti di mettere un like, commentare o condividere (tutto ciò ci aiuta a crescere!).

Estate 2017: menonera missionaria

Da Papa Francesco: “In forza del mandato missionario, la Chiesa si prende cura di quanti non conoscono il Vangelo, perché desidera che tutti siano salvi e giungano a fare esperienza dell’amore del Signore”. Trovano qui risposta tutte le obiezioni di coloro che considerano oggi la missione ad gentes un optional o, quasi, un lusso che non possiamo più permetterci. “Ma perché andare all’altro capo del mondo, quando l’Europa è scristianizzata e c’è tanto da fare qui…” “O ancora perché mai destinare uomini, donne, risorse alla missione quando qui in Italia siamo ormai così scarsi di clero…” “Oggi il mondo ce l’abbiamo in casa, gli immigrati che sbarcano da noi appartengono a tante religioni, molti non sono cristiani, la missione è qui…”. Ogni popolo e cultura ha il diritto di ricevere il messaggio di salvezza che è dono di Dio per tutti. Forse dovremmo tenere conto di questo aspetto anche nell’accoglienza dei migranti qui in Italia: se la prima cosa da dare loro è sicuramente un tetto, un letto, un pasto, per noi cristiani una vera accoglienza dovrebbe comprendere, ovviamente a tempo debito, anche una proposta di un incontro con Cristo. Far fare esperienza dell’amore del Signore, partendo dalla nostra realtà fino “agli estremi confini della terra”. Far incontrare, tramite la Chiesa missionaria, un Dio che è amore e misericordia, un Dio talmente affascinante che diventa interessante seguirlo. Questo ci chiede Papa Francesco: “Siate sempre pronti nella solidarietà, forti nella vicinanza, solerti nel suscitare la gioia e convincenti nella consolazione. Il mondo ha bisogno di segni concreti, di segni concreti di solidarietà, soprattutto davanti alla tentazione dell’indifferenza, e richiede persone capaci di contrastare con la loro vita l’individualismo, il pensare solo a sé stessi e disinteressarsi dei fratelli nel bisogno. Siate sempre contenti e pieni di gioia per il vostro servizio, ma non fatene mai un motivo di presunzione che porta a sentirsi migliori degli altri. Invece, la vostra opera di misericordia sia l’umile ed eloquente prolungamento di Gesù Cristo che continua a chinarsi e prendersi cura di chi soffre”.

Questo è ciò che si cercherà di realizzare anche in questa estate presso la località Campagnole bivio-Risparmio, dove la parrocchia, tramite la commissione missionaria, in collaborazione con tanti altri volontari, dal 26 giugno al 23 agosto organizzerà la “Menonera Missionaria 2017”.

Si proporranno angurie e meloni, panini, gelati, prodotti equo-solidali, cene con specialità della sera, informazione missionaria, si potrà giocare a beach-volly e scambiare quattro chiacchiere in allegria. Il ricavato dell’iniziativa andrà a sostegno di progetti nei paesi in via di sviluppo.

 L’amore, “edifica” (1 Cor 8,1), cambia la vita delle persone e da senso a quello che viviamo e facciamo, vuol dire che se scopriamo e sperimentiamo l’amore di Dio e lo viviamo come lui ci insegna giorno dopo giorno, permetterà alle nostre comunità di essere segno concreto della comunione fraterna.

Vi aspettiamo! E se volete unirvi a noi come volontari contattateci! ( Marisa 3381901306)

V Notte delle Chitarre – Il video

Lo scorso sabato 1 aprile, si è tenuta la quinta edizione della “Notte delle Chitarre”. Nella prestigiosa cornice del teatro dell’oratorio S.Luigi di Leno, si sono alternati sul palco chitarristi diversi con stili diversi, dando vita ad una serata piena di musica.

Ecco il video che riassume quella splendida serata!

Grest 2017 a Milzanello

Dal 12 al 30 giugno
Tre settimane

  • Il grest si tiene dal lunedì al venerdì dalle ore 14.00 alle 18.00 (a parte i giorni delle uscite).
  • La quota di iscrizione per le tre settimane è di 110 €. Comprende le uscite e gli ingressi, i pullman, la merenda e le spese per il materiale dei giochi e laboratori e per gli ambienti.
    Per il secondo figlio la quota è di 90 € e pe ril terzo 70 €.
    Il costo per l’iscrizione settimanale invece è di 45 € e non prevede sconti.

  • Il grest è aperto per i ragazzi nati dal 2003 al 2010 compresi.
  • Ad ogni ragazzo verrà consegnata una maglietta che sarà da indossare durante le gite.
  • Le iscrizioni, a numero chiuso e aperte a tutti, si terranno presso la segreteria parrocchiale in via Dante 15 a Leno, nei giorni 19 – 20 – 21 aprile dalle 10.00 alle 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Al momento dell’iscrizione verrà consegnato ai genitori il programma completo del grest.

II torneo di calcio a 7 giocatori

Per ragazzi e ragazze che frequentano la scuola secondaria di primo grado di Leno.

Regolamento squadre

  • Ogni squadra è composta da 7 giocatori + 3 riserve max;
  •  Per squadra non può essere presente più di un giocatore nato prima del 2003;
  •  Per squadra non può essere presente più di un giocatore non frequentante le medie di Leno;
  •   Deve versare 10 € all’iscrizione come rimborso spese.

Calendario gare

Fase a gironi
Venerdì 24 marzo 2017 Venerdì 31 marzo 2017 dalle ore 16

Semifinali
Venerdì 7 aprile 2017 dalle ore 16

Finale e premiazioni
Sabato 8 aprile 2017 dalle ore 21

Saranno premiate le prime tre squadre classificate

Iscrizioni dal 1 al 13 marzo, dalle ore 17:00 alle 18:00, presso il C.A.G. in Oratorio.
Info: Giada B. 2D, Sara B. 2D, Ornella (coordinatrice C.A.G.) 339 7107700

Torneo 24 ore di calcio!

Ti piace il calcio? Ci giocheresti ininterrottamente da mattina a sera? Se la risposta è sì abbiamo la proposta che fa per te: un torneo di 24 ore!

Anche quest’anno l’Oratorio organizza un torneo di calcio a 7 della durata appunto di 24 ore. Ogni squadra potrà essere composta da massimo 10 persone e la quota di iscrizione sarà di 30€ a squadra. Il treno si svolgerà tra i giorni 8 e 9 luglio; le iscrizioni si ricevono presso il bar dell’Oratorio, entro il 3 luglio. Durante tutte le 24 ore del torneo sarà attivo il servizio ristorazione.

Locandina Torneo 24 ore 2016

Guarda il video della scorsa edizione!

Guarda la galleria con le foto!

Regolamento

  • Due, saranno i gironi nei quali le squadre si affronteranno con modalità “all’italiana”, ossia, dove ogni squadra sfiderà tutte le squadre appartenenti a quel girone. La composizione dei gironi avverrà con sorteggio e le partite si effettueranno alternandosi una per girone;
  • Da ogni girone passeranno alle fasi finali le prime due squadre classificate e la prima di un girone affronterà la seconda dell’altro girone. Le vincenti disputeranno la finale per il primo posto;
  • Ogni gara sarà composta da due tempi di 15 minuti ciascuno con un intervallo di 5 minuti. Ogni squadra dovrà essere presente al momento della convocazione che sarà indicato nel calendario dietro riportato. La squadra che non si presenterà al momento della convocazione subirà una sconfitta a tavolino per 3 a zero;
  • Il numero massimo di giocatori consentito è di 10 che saranno quelli che disputeranno l’intero torneo delle 24 ore. Saranno possibili i cambi continui mantenendo sempre il numero massimo di 7 giocatori in campo;
  • Non si applica la regola del fuorigioco e non si può effettuare il retro passaggio al portiere;
  • Il giocatore che verrà espulso per somma di ammonizioni o direttamente, sarà estromesso dal torneo. Se lo stesso giocatore vorrà ritornare a giocare, dovrà partecipare la somma di € 5,00 per rientrare. Il giocatore può essere estromesso dal torneo dopo la somma di 3 ammonizioni ricevute nell’arco più gare. Anche in questo caso, se lo stesso vorrà ritornare a giocare, dovrà partecipare la somma di € 5,00 per rientrare;
  • Ogni squadra, per iscriversi al torneo, dovrà partecipare la somma di € 30,00 e la squadra vincente riceverà un trofeo commemorativo. Il torneo inizierà la sera di venerdì 8 luglio alle ore 23 e i sorteggi avverranno il giovedì 7 luglio alle ore 20.30.

ACR: all’insegna del divertimento

 Ciao ragazzi!!!

Che dire…quando qualcuno si avvicina alle attività dell’ACR…non può non restare coinvolto dalla nostra voglia di fare!!!

Vogliamo parlare di tutte le innumerevoli iniziative che abbiamo fatto quest’anno???

Per cominciare l’otto dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, come da tradizione è stata il fulcro del nostro anno associativo: infatti abbiamo animato la S. Messa delle dieci e sono state benedette le nostre tessere associative, spiegando alla nostra comunità, grazie all’aiuto di Don Carlo il nostro slogan “Mi Basti tu!!!”, che rappresenta l’impegno per quest’anno associativo.

Nel pomeriggio, pieni d’entusiasmo, siamo andati in canonica per porgere gli auguri di Buon Natale a Monsignore ed all’adunanza dell’Azione Cattolica Adulti…ma non dei semplici auguri…

Quest’anno non abbiamo badato a spese: abbiamo organizzato la rappresentazione della “Notte Santa” di Guido Gozzano e nonostante la grand’emozione è stato un successo molto apprezzato!!!

Se il tempo ci sfida, noi non ci tiriamo sicuramente indietro: la leggera pioggerella non ci ha scoraggiato nemmeno durante la domenica delle Palme, dove siamo rimasti sul sagrato per tutte le messe ad offrire gli ulivi benedetti ed augurare Buona Pasqua a chi entrava in chiesa!

 Adesso l’Azione Cattolica Ragazzi stà scaldando i motori per vivere a pieno il mese degli incontri, e stiamo finendo di preparare la “festa zonale” della nostra macrozona (Leno, Bagnolo, Quinzano, Flero, Cigole, Manerbio), che si svolgerà Domenica 17 Maggio all’oratorio di Bagnolo…e sicuramente ci divertiremo tantissimo!!!

Ma noi Acierrini pensiamo anche al prossimo!!!!

Abbiamo ascoltato con interesse ed entusiasmo l’iniziativa di solidarietà di quest’anno, che è

rivolta ad una sensibilizzazione verso il problema della povertà, e delle realtà che la aiutano, a carattere parrocchiale e diocesano!

Se siete interessati a tutte le nostre attività, ci potete trovare in oratorio il sabato pomeriggio dopo catechismo, per coinvolgervi nelle nostre numerose iniziative!!!

Speriamo di vederci presto, alla prossima!!!

 Gli educatori ACR

Ciao a tutti! Guardate come mi diverto!!!

Ciao a tutti, sono mattia, ho vent’anni e sono al secondo anno di università. Il mio impegno nell’oratorio come animatore è iniziato circa tre anni fa, il gruppo che mi venne affidato fu quello dei ragazzi nati nel 1993. “Pachisi” ( questo è il nome scelto dagli adolescenti per il gruppo) è stata ed è tutt’ora una realtà dell’oratorio della quale vado orgoglioso.

Si sentono e si leggono tutti i giorni notizie al telegiornale e sui giornali di una gioventù ormai allo sbando, senza regole, senza ideali, senza obbiettivi. Io mi sento di dire NO. Perlomeno non un SI generalizzato.

I ragazzi e il mio rapporto con loro in questo tempo è cresciuto, ed ho scoperto che per fortuna i “bravi ragazzi” ci sono ancora, per fortuna ci sono ancora ragazzi che sono disposti ad accettare e dire si alla chiamata di Cristo, con i loro alti e bassi, con i loro limiti, ma lo dicono e confermano con i gesti quotidiani.

La partecipazione massiccia alla “raccolta alimentare” organizzata dall’assessorato ai servizi sociali, la partecipazione ad incontri dove si discute di temi forti, seri, la voglia di confrontarsi e di crescere, la continua ricerca di ideali e di punti di riferimento, fa di questi ragazzi una realtà che “grida” ai “grandi” << noi ci siamo. e ci stiamo!>>

In quest’ultimo anno, inoltre, il gruppo si è “espanso” aprendosi anche ad altri ragazzi e  ragazze di diverse età, ragazzi che sembravano ormai “fuori dal giro” si stanno riavvicinando, segno questo che il buon clima e l’amicizia vissuta è servita come attrattiva anche per altri. Personalmente penso che  il rapporto con i ragazzi sia un’occasione di crescita prima per me e poi per loro, a me da la possibilità di rivedere le mie passate esperienze e di trarne insegnamento; a loro serve come confronto forte, alcune volte anche “aspro”, con ragazzi, non di molto, ma comunque più grandi di loro che hanno già passato la fase dei “problemi esistenziali” e che posso essere per loro un “punto di riferimento”.

Già, i punti di riferimento, io e gli altri miei “colleghi” animatori… come farei senza di loro? Cosa sarebbe il gruppo senza di loro? Niente, nulla. Penso che un’altra delle formule vincenti sia proprio questa, una forte coesione e sinergia fra il gruppo degli animatori.

Ci basta poco per “capirci al volo”. Penso che l’amicizia che ci tiene assieme sia allo stesso momento cemento e carburante del gruppo. In conclusione, mi sento di poter affermare che i ragazzi affidatici sono davvero un dono di Dio, dono e presenza viva dell’amore che Egli ha per noi. Spero che anche noi possiamo essere dono per loro.

Mattia