Il soffio dello Spirito sulla nostra comunità

Lo scorso ventisette maggio la nostra comunità si è messa in preghiera ed ha particolarmente invocato lo Spirito Santo affinché fosse presenza viva e vivificante per ciascuno di noi e in special modo per i ragazzi che hanno celebrato il Sacramento della confermazione. Il gruppo composto da settantuno ragazzi è stato accompagnato per sette anni attraverso un percorso di catechesi che li ha visti gradualmente inserirsi nella comunità dei grandi e che speriamo possa aver lasciato le basi per raccontare la fede e testimoniare la propria appartenenza a Cristo e alla Chiesa. E’ sempre bello riconoscere come gli sforzi, i progetti, i desideri messi in gioco per trasmettere la fede ai più piccoli, si “misurino” con la libertà dello Spirito di manifestarsi con i suoi tempi e i suoi modi e che vanno al di là di ogni nostra aspettativa. Perché dico questo? Perché belle sono state le testimonianze di alcuni ragazzi a proposito di come hanno vissuto la celebrazione e di come si sono preparati all’incontro con lo Spirito. “Ho chiesto allo Spirito Santo di aiutarmi a vivere secondo la sua volontà” mi ha raccontato una ragazza; “Ho detto al Signore di essere pronto a percorrere le strade che Lui desidera per me” mi ha confidato un altro. Sicuramente intensa è stata la partecipazione dei ragazzi, delle loro famiglie e di quanti erano presenti. Il celebrare è sempre un momento che fa da sintesi delle strade che si sono percorse ed è contemporaneamente un’apertura verso il mistero che mette in risalto non tanto l’ignoto di quello che accadrà ma la grandezza di un Dio che si rivela sempre eccedente in grazia e misericordia. Nell’omelia del delegato del Vescovo un passaggio credo abbia “fatto breccia” nell’attenzione di tutti: “Lasciate a Dio la libertà di stupirvi”. Nella fede crediamo che il Signore ha preparato il meglio per il nostro futuro, che certamente non vuol dire che ci aspetteranno solo cose piacevoli. Potrà succedere, anzi certamente accadrà, che ci verrà chiesto impegno, pazienza, sacrificio, ma sappiamo che saranno necessari per arrivare a cogliere quel “meglio” di cui prima parlavamo. Un sentito grazie a quanti, in questi anni, si sono spesi per creare a questi ragazzi, le condizioni per vivere al meglio il Sacramento della confermazione: ai catechisti, alle famiglie, ai Sacerdoti e alle religiose che hanno svolto il loro ministero, all’Oratorio, alla comunità che si è messa in preghiera. Tutti in qualche modo partecipiamo di una paternità o maternità verso questi figli e sentirceli nostri, ci aiuta a essere più famiglia.

Un catechista

Una stupenda emozione!

Io ringrazio Gesù che è venuto ad abitare in me ed ora è parte del mio cuore. Ringrazio i miei catechisti che mi hanno accompagnato  in questo percorso , in cui ho provato molte emozione e tanta gioia. Ringrazio i miei genitori che mi sono stati vicino in questo percorso.

Fabio

Durante la Messa della Prima Comunione e Cresima ero molto emozionata, sia perché mi sentivo protagonista con i miei amici di questo grande evento, sia per il grande passo da cristiani che stavamo per compiere, sicuramente non l’ultimo, ma uno dei primi di una lunga e serie esperienze che faremo con la presenza dello Spirito Santo

Giulia

Una stupenda emozione! Questa è stata la giornata in cui ho fatto la mia Prima Comunione e la Cresima; ma ero anche molto ansiosa per la paura di sbagliare parola o qualche gesto, per fortuna tutto è andato a meraviglia ed è stato bellissimo. Spero solo che da oggi in poi tutte le volte che riceverò la Comunione lo potrò fare con la stessa emozione.

Anna

Nel giorno della nostra prima Comunione e Cresima abbiamo voluto ricordare anche la nostra amica Erika: Signore fa che possa vivere tra le tue braccia paterne, e che possa vegliare su di noi.

Filippo

Per me la Cresima e la Prima Comunione è stato un momento bellissimo perché abbiamo ricevuto per la prima volta il Corpo e il Sangue di Gesù.

Gogi

Nel giorno della Cresima e Prima Comunione ero molto molto tesa ed emozionata. Quando ero in fila ad aspettare di ricevere le Cresima ero molto preoccupata per paura di sbagliare, ma per fortuna tutto è andato molto bene. Ho accolto molto felicemente il Corpo e il Sangue di Cristo.

Cristina

Ti ringrazio Signore per il dono della Cresima e della Prima Comunione che è un dono grande che tu mi hai fatto. E’ stata una bella emozione riceverti nel mio cuore. Ringrazio i miei catechisti per avermi accompagnata fino ad oggi, ringrazio i miei genitori per la fede che mi hanno trasmessa. Aiutami o Signore  a custodirti nel mio cuore.

Vittoria

Celebrazione della cresima e della Prima Comunione

In vista della Celebrazione della Cresima e della Prima Comunione di Domenica 16 ottobre alle ore 11.00 sono previsti alcuni appuntamenti importanti.

Riprende il catechismo (solo per i cresimandi) nei soliti giorni (giovedì/sabato/Domenica) dal 19 settembre 2011.

Domenica 25 settembre 2011

Ore 15.00 Incontro per genitori e padrini/madrine presso il teatro dell’Oratorio

Domenica 09 Ottobre 2011

Ore 15.00  Centri di ascolto con i Padri missionari presso l’Oratorio

Giovedì 13 Ottobre 2011

Ore 14.30 Confessioni in Chiesa parrocchiale per tutti i cresimandi

Venerdì 14 Ottobre 2011

Ore 14.30 Prove della celebrazione per tutti i cresimandi presso la Chiesa parrocchiale

Sabato 15 Ottobre 2011

Ore 20.30 Liturgia penitenziale e Confessioni per genitori padrini/madrine presso la chiesa parrocchiale

Domenica 16 Ottobre 2011

Ore 10.30 Ritrovo in Oratorio, processione verso la Chiesa parrocchiale

Ore 11.00 Solenne Celebrazione della Cresima e della Prima Comunione

Don Domenico e i catechisti