Informazioni in merito alla celebrazione dei sacramenti della iniziazione cristiana

Cari ragazzi e ragazzi che avete percorso il cammino di preparazione per ricevere i sacramenti della confermazione e della prima comunione, ci rivolgiamo a voi e alle vostre famiglie per indicarvi quelle che saranno le date previste per le celebrazioni dopo lo spostamento dovuto alla pandemia che ci ha costretti a sospendere tutti gli incontri di catechesi e le conseguenti tappe celebrative. In un secondo momento vi faremo sapere altri aspetti di carattere organizzativo. Nel frattempo vi segnaliamo:

  • Parrocchia di San Martino – Porzano: domenica 08 novembre 2020 ore 10.30;
  • Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo – Leno: domenica 15 novembre 2020 ore 10.00;
  • Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo – Leno: domenica 22 novembre 2020 ore 10.00.

Per Leno, abbiamo mantenuto, come sempre, due turni di celebrazione visti i numeri e tenendo conto delle misure di sicurezza per il contenimento del contagio da covid-19 anche se speriamo che per quelle date ci potranno essere condizioni più favorevoli.

Come indicazione di partenza chiediamo di mantenere gli stessi turni (1° e 2° in ordine cronologico) che avevate già scelto per le celebrazioni di maggio e che sono state sospese. Se ci fossero, però, delle difficoltà dovute al cambio di data, fatecelo sapere e provvederemo a spostarvi nell’altro turno.  Anche per quanto concerne i padrini e le madrine, vi informiamo che potete mantenere le stesse persone di riferimento che erano state identificate. In tal modo avremmo già pronta tutta la documentazione necessaria. Come per la data, anche in questo caso, se le persone che avevate scelto come padrino o madrina non potessero essere più disponibili, ci indicherete chi le dovrà sostituire.

In fine, per il pellegrinaggio ad Assisi, non abbiamo lasciato perdere l’idea di poterlo organizzare. Una volta compresa la normativa per gli spostamenti e per i soggiorni, vi informeremo anche se indicativamente pensavamo ad una data verso la fine di settembre (non ancora confermata). 

Ci auguriamo possiate continuare un buon cammino di fede nelle vostre famiglie e per quanto possibile, nella nostra comunità. Vi invitiamo alla celebrazione eucaristica domenicale e se qualcuno volesse accostarsi al saramento della confessione anche durante il periodo estivo, non esiti a contattare i sacerdoti.

A nome dei sacerdoti, delle suore, dei catechisti e degli adulti che hanno seguito i gruppi di formazione dei genitori vi saluto.

Don Davide

Coronavirus: aggiornamenti dal vicario generale sui sacramenti

Carissimi confratelli,

in questa situazione che rende ancora incerte le prospettive sui tempi dell’auspicata ripresa delle attività parrocchiali, sentiti Vescovi della Lombardia, il vescovo Pierantonio ha stabilito che le celebrazioni dei sacramenti dell’iniziazione cristiana previste per i mesi di aprile, maggio e giugno siano rinviate a partire dal mese di settembre. Circa le modalità di svolgimento seguiranno alcuni criteri che saranno concordati con i vicari zonali.

Resta sospesa la celebrazione di matrimoni e battesimi, come già comunicato nelle disposizioni diocesane di domenica 8 marzo, fino a nuove indicazioni.

In settimana verranno date poi indicazioni circa la celebrazione del Triduo Pasquale.

Uniti nel Signore.

Mons. Gaetano Fontana
Vicario generale

Le prime Comunioni

Avranno luogo domenica 21 Aprile.
Alle ore 10.00 il corteo dei piccoli e dei genitori muoverà dall’oratorio femminile verso la Parrocchiale.
Le Prime Comunioni rappresentano per tutti, bambini e genitori, un bellissimo traguardo.
Mensa degli Angeli! Se c’è un’occasione in cui questa espressione appare qualcosa di più di una bella immagine poetica, questa è la prima Comunione. E noi, commossi, guardando ai piccoli durante e dopo la bella funzione, sentiamo salirci spontanea alle labbra la esclamazione: «Cari Angioletti!». Sì, angioletti: non tanto per il candore delle vesti e dei veli, quanto per la luminosità serena dello sguardo, riflesso dello splendore dell’anima.
Cari bambini, vi accompagniamo all’altare con la nostra preghiera e col nostro augurio: siate sempre «Angeli» come oggi noi vi vediamo.