Indicazione diocesana sulle aperture parziali dell’oratorio

Riportiamo di seguito un estratto dell’indicazione diocesana sulle aperture parziali dell’oratorio sulla scorta del Comunicato dei Vescovi Lombardi

  • Sono possibili le riunioni e gli incontri nei locali parrocchiali e negli oratori secondo le indicazioni del Protocollo Generale e le sue integrazioni (qui sotto raccolte in estrema sintesi).

    La partecipazione non è possibile per chi è in quarantena o in isolamento domiciliare e per coloro che hanno temperatura corporea superiore ai 37,5°C o altri sintomi influenzali. Si privilegino luoghi all’aperto oppure luoghi chiusi adeguatamente ampi.

    All’interno è necessario rispettare la distanza di almeno un metro, tutti i partecipanti abbiano sempre la mascherina, si igienizzino le mani all’ingresso e si mantengano le distanze di sicurezza all’ingresso e all’uscita.

    Fino a nuove indicazioni sono da escludere feste, buffet, pranzi e cene, attività di tipo strettamente aggregativo. Come da indicazioni di legge non sarà possibile prevedere attività organizzate per minori di 14 anni prima del 15 giugno p.v.

  • Possono essere concessi spazi per riunioni di gruppi e associazioni con le stesse attenzioni espresse nel Protocollo Generale e richiedendo l’assunzione di responsabilità da parte di chi convoca la riunione con il documento predisposto.
  • Restano chiusi i cortili, le aree giochi, gli impianti sportivi, i bar e qualunque struttura simile in qualunque modo denominata.

Una storia grande che ci spinge ad alzarci

Brescia accoglie il festival della Missione con gioia e impegno. Quando, esattamente due anni fa, (era il settembre 2015) Cimi e Ufficio nazionale per la cooperazione tra le Chiese ci hanno coinvolto proponendo Brescia come luogo ove iniziare questo percorso, abbiamo detto si. Lo abbiamo detto quasi istintivamente perché si presagiva fin dai primi passi che questo percorso sarebbe stato fruttuoso, stimolante, faticoso, impegnativo.

Una sfida importante perché il livello organizzativo chiesto alla Diocesi di Brescia non implica solamente uno sforzo logistico, ma soprattutto richiede la capacità di intessere relazioni, collaborazioni, sinergie; come si usa dire oggi: fare rete, fare sistema.
Mi pare che “essere in comunione” esprima di più e meglio ciò che in questi mesi abbiamo operato. Abbiamo bussato a tante porte, tra le prime quella della Comune di Brescia, poi tante altre: gruppi, associazioni, fondazioni, onlus, parrocchie… Potrà forse sorprendere: nessuno ha detto no! L’idea del Festival come spazio e tempo per ridire si alla Missione, per ridirci che “Mission is possible” ha fatto breccia.

Da qui nasce la complessità e la bellezza del progetto:

  • 16 comunità cristiane che ospiteranno le veglie di preghiera e di testimonianza di inizio festival
  • 4 monasteri di clausura
  • 450 giovani ospitati nelle comunità che hanno aperto le porte di oratori, istituti e famiglie
  • 160 missionari provenienti da tutto il mondo

E circa 50 giovani che vivranno il Festival offrendosi come volontari pronti a servire dove sarà necessario.

Ci hanno chiamato di fatto da tutta Italia (anche da Palermo un gruppo di giovani verrà a Brescia per condividere con noi questo pezzo di strada). Abbiamo accolto il Festival consci della storia che ci precede. In Diocesi di Brescia non vi è comunità, paese, comune, parrocchia dal quale non sia partito un missionario, una missionaria, un laico animato dal desiderio di vivere il Vangelo in comunione con tanti fratelli e sorelle lontani.

Non è un storia solamente ecclesiale: è patrimonio di tutti. Prima dell’era digitale, abbiamo imparato a conoscere il mondo anche attraverso le lettere che i missionari da ogni angolo del mondo scrivevano alle proprie comunità. Da questo contatto costante e profondo sono nati i gruppi missionari, le associazioni, le onlus che si sono impegnati, accanto ai missionari a sognare, costruire, edificare un mondo più fraterno, giusto e solidale. Il primo gemellaggio del Comune di Brescia è stato stipulato con il comune di Kiremba in Burundi ove i segni della presenza bresciana sono ancora vivi e profondi a 60 anni di distanza.

Dalla nostra terra sono partiti San Daniele Comboni, la Beata Irene Stefani, la Beata Maria Troncatti. Da qui il Beato Paolo VI ha iniziato il suo ministero di Pastore per tutta la Chiesa. Una storia grande, che ci induce non solo a guardarci indietro con ammirazione, ma che ci spinge ad alzarci e osare ancora dire con la vita che la Missione è possibile.

Comunicato stampa “Canta che ti passa” 2012

Logo Canta che ti Passa 2012

Ai sensi degli articoli 16 e 23 del Regolamento 2012, l’Organizzazione del concorso canoro, ha approvato la modifica dell’art.15 come segue:

  1° classificato trofeo + pacchetto soggiorno per due persone in una città d’arte + buono consumazione per due persone menù giro pizza e serata bowling presso GO GO Pizza e Bowling Verola Center

 2° classificato trofeo + buono consumazione per due persone menù giro pizza e serata bowling presso GO GO Pizza e Bowling Verola Center

 3° classificato trofeo  + buono consumazione per due persone menù giro pizza e serata bowling presso GO GO Pizza e Bowling Verola Center

I finalisti – Canta che ti passa 2011

I FINALISTI

Carolina Faroni

Federico Berto

Claudia Vergotti

Martina Luise

Eliana Prandini

Natascia Stucchi

Irene Botticini e Marcello Vadori

Sara Filippini

Laura Severino e Michele Ferrari

Susanna Maiolani

Alberto Galli e Miriam Smussi

Giuseppe Scapellato

OSPITE

Asia

MUSIC AND HOPE

Avis – Gruppo Mali Gavardo – Progetto Aquila Nuova

Giovedì 16 giugno 2011

Festa Oratorio

ore 21.00

Iscrizioni concorso canoro “Canta che ti passa” 2011

Dalle ore 21.10 di martedì 22 marzo 2011 abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti previsto. Le prossime iscrizioni che ci arriveranno saranno messe in una apposita lista d’attesa, in previsione di un eventuale aumento del numero dei partecipanti che sarà valutato dalla direzione del concorso.

Per info:

digilander.libero.it/cantachetipassaleno

oppure:

3498658118 (Cesare)

L’oratorio San Luigi di Leno nell’ambito di “Oratorio Leno On Air” si propone nel coinvolgere bambini,giovani e adulti per creare momenti di aggregazione utilizzando la musica come mezzo e di consentire ai più giovani di essere protagonisti nella parte tecnico-organizzativa.

1. Il concorso è aperto a canzoni edite (cover) e inedite.

2. L’iscrizione si potrà effettuare presso:

Bar Oratorio

Via Re Desiderio

25024 Leno (BS)

oppure via mail all’indirizzo:

canta-che-ti-passa@libero.it

Per info:

3498658118 (Cesare)

canta-che-ti-passa@libero.it

3. La quota di iscrizione è fissata in €20

4. La quota d’iscrizione dovrà essere versate presso il conto corrente postale: 81300477, intestando il bollettino a Don Carlo Tartari e indicando la casuale: “Canta che ti passa 2011”.

5. La quota d’iscrizione non verrà restituita nel caso un concorrente non si presentasse per le serate del concorso.

6. Ai concorrenti iscritti che non potranno partecipare per superamento del numero massimo d’iscrizioni verrà restituita la quota d’iscrizione.

7. L’iscrizione sarà ritenuta valida solo alla presentazione di tutto il materiale richiesto dal presente regolamento, l’organizzazione confermerà l’avvenuta iscrizione.

8. Il termine delle iscrizioni è fissato per il giorno 26 marzo 2011

9. Il concorso si svolgerà nei giorni 13,14 e 15 Maggio 2011 per le semifinali

Il 16 Giugno 2011 si svolgerà la serata finale, durante l’apertura della festa dell’oratorio.

10. Ci si può iscrivere per le seguenti categorie:

• Stelle Nascenti (under 15)

• Giovani Talenti (under 25)

• Nuove Promesse (over 25)

11. Sono ammessi alle selezioni 36 partecipanti, in caso di più iscritti le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento del numero massimo di partecipanti, e comunque massimo 12 partecipanti per categoria, l’organizzazione comunicherà tempestivamente il raggiungimento del numero di iscritti.

12. In caso di un eventuale surplus di iscrizioni, l’organizzazione, metterà le stesse in

un’ apposita lista d’attesa e si riserva di apportare modifiche per quanto riguarda il numero di partecipanti ammessi alla manifestazione, farà fede la data d’iscrizione

13. Per le selezioni ogni concorrente dovrà portare il brano segnato sul modulo d’iscrizione, non sono ammesse eccezioni.

14. Nel caso di più iscritti con lo stesso brano, l’organizzazione, terrà conto della data di iscrizione del primo, gli altri iscritti verranno contattati per la seconda scelta di un brano.

15. Non sono ammesse band musicali,ogni artista potrà accompagnarsi o farsi accompagnare con uno strumento.

16. Sono ammessi gruppi vocali fino ad un massimo di 5 persone.

17. I concorrenti saranno sottoposti al giudizio di una commissione artistica di esperti

del settore.

18. Il giudizio della commissione artistica è insindacabile e definitivo.

19. Accederanno alla serata finale del 16 giugno 2011 i primi 4 classificati di ogni categoria.

20. Il brano indicato al momento dell’iscrizione non potrà essere sostituito.

21. Per i minorenni è obbligatorio il consenso scritto dei genitori o di chi ne esercita la patria potestà.

22. Per la serata finale verrà redatta un’unica classifica comprendente tutte le categorie.

23. I premi sono i seguenti:

• 1° classificato assoluto €200 + trofeo

• 2° classificato assoluto €150 + trofeo

• 3° classificato assoluto €100 + trofeo

• 1° classificato categoria Stelle Nascenti

• 1° classificato categoria Giovani Talenti

• 1° classificato categoria Nuove Promesse

• Premio della critica

24. Altri premi verranno eventualmente assegnati a seguito di sponsorizzazioni in via di definizione

25. Il concorrente è obbligato a far pervenire all’organizzazione, pena l’esclusione dalla manifestazione:

• cd per l’esibizione con base in formato mp3 di buona qualità, sono ammesse le basi

• con cori, non sono ammesse la basi con voci guida

• il testo della canzone

• modulo per la privacy

• liberatoria per riprese audio-video

• consenso dei genitori per i minorenni

• modulo d’iscrizione compilato in tutte le sue parti.

• il pagamento della quota d’iscrizione.

26. Il materiale inviato non verrà restituito

27. L’ordine di esibizione dei concorrenti sarà deciso dall’organizzazione prima dello

svolgimento della manifestazione e comunicato ai concorrenti stessi.

28. I concorrenti in gara dovranno presentarsi almeno 30 minuti prima dell’inizio della serata

29. Gli orari per il soundcheck di ogni serata saranno decisi dall’organizzazione in base

alle necessità di coordinamento e saranno comunicate ai partecipanti prima dello

svolgimento della manifestazione.

30. Le eventuali spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti.

31. L’organizzazione può modificare il presente regolamento per favorire la partecipazione di più partecipanti e/o apportare migliorie alla manifestazione

32. L’organizzazione si impegna a osservare le disposizioni emanate dalla S.I.A.E. in

materia di concorsi e arte varia.

33. L’iscrizione al presente concorso comporta la conoscenza e l’accettazione senza

riserva del presente regolamento.