Il C.A.G. “Dalla Parte della Legalità”

Dopo l’esperienza fatta a Palermo il 23 Maggio 2012 in occasione del  20° anniversario  della strage di mafia dei giudici Falcone e Borsellino, il Centro di Aggregazione Giovanile “Don  Milani” di Leno ha realizzato un progetto con lo scopo di raccontare e condividere l’esperienza fatta da quattro  ragazzi del Centro sulla “Nave della Legalità” lo scorso anno per far conoscere ai coetanei  cos’è la mafia e chi ha combattuto e continua a lottare per sconfiggerla.

Sulla base delle testimonianze di Falcone e Borsellino e sulla base della necessità di parlare di Legalità, le educatrici, sostenute dal responsabile Don Davide Colombi curato dell’Oratorio “San Luigi“, hanno preparato per la scuola secondaria di primo grado di Leno tre giornate di incontri con l’obiettivo di coinvolgere tutte le classi. L’ Amministrazione Comunale nella figura di Arturo Piubeni, Assessore alla pubblica istruzione e politiche giovanili, e Giacomo Lazzari, Assessore ai Servizi Sociali, ha sostenuto fortemente il progetto affinché potesse essere visto e conosciuto nelle scuole.

Il  Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Leno Dott.ssa Vanda Mainardi e il Vicario Prof. Gianantonio Frosio hanno accolto la proposta con entusiasmo proponendo a insegnanti e ragazzi questa attività. Gli enti coinvolti, ovvero Comune, Parrocchia, C.A.G. e Scuola, sono convinti  che è  fondamentale la centralità del ruolo degli insegnanti nell’azione educativa e del ruolo degli studenti, quali destinatari del messaggio educativo e quali promotori di quel cambiamento culturale, di cui parlavano Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (e di cui parlano tutti coloro che ancora oggi lottano contro la mafia). E’ necessario che i giovani conoscano, siano informati dei fatti, si sentano responsabili del cambiamento, perché possano iniziare nel proprio piccolo ad impegnarsi, ad esempio aiutando i compagni in difficoltà o partecipando attivamente ad iniziative sulla legalità come quella proposta nelle scuole o al C.A.G.

A volte, quindi, bastano piccoli gesti di coraggio per effettuare grandi cambiamenti e ciascuno di noi è chiamato a rispondere in prima persona. Di contro a tanto individualismo e a tanta superficialità nella nostra società, emergono  tanti giovani pronti a mettersi in gioco e a essere protagonisti del proprio futuro. L’intento del lavoro presentato è stato quello  di dare un contributo ad educare i nostri giovani, quali futuri cittadini, a comprendere la valenza del rispetto delle regole nei comportamenti di ogni giorno e l’importanza di una cittadinanza attiva e di una cultura diffusa della legalità. Gli enti coinvolti sono convinti che :“E’ importante che i valori che hanno comunicato Falcone e Borsellino, con le loro battaglie, entrino nelle scuole, nel cuore degli studenti, che sono i soggetti destinatari e protagonisti dell’azione educativa, chiamati ad essere cittadini responsabili e capaci di combattere la mafia”.

Grazie al successo e all’entusiasmo ottenuto dall’iniziativa, il C.A.G. ha accettato volentieri la proposta di andare a presentare il progetto anche nella scuola secondaria di primo grado “Padre Vincenzo Zasio” di Pralboino. Ci auguriamo di poter portare anche in altre scuole il nostro lavoro, di sensibilizzare i ragazzi, di essere nel nostro piccolo protagonisti attivi del cambiamento sociale e che altre scuole possano aderire all’iniziativa per divulgare la testimonianza di questi due eroi e per parlare di Legalità.

Duina Ornella, Sara Della Torre, Elena Martinelli 
educatrici del Centro di Aggregazione Giovanile di Leno

“Collaboriamo”… RAGGIUNTO IL TRAGUARDO !

Completati l’ampliamento della comunità alloggio e gli appartamenti dell’Housing Sociale Temporaneo.

Come già comunicato in precedenti numeri della Badia, ora è arrivato a completamento il programma di ampliamento della comunità  Monica Crescini, e della realizzazione dei tre appartamenti dell’Abitare Sociale Temporaneo.

Come era previsto dall’inizio della progettazione la Comunità  Monica .Crescini passerà dagli attuali 8 posti accreditati ASL a 10 posti letto, massimo consentito dalle regole del servizio Sanitario della Lombardia.

Abbiamo inoltre realizzato n° 4 posti letto chiamati di “sollievo”che saranno utilizzati dai diversamente abili che vivono ancora in famiglia , quando queste ne abbiano bisogno, perche ci sono malattie in famiglia o ci sia necessita di rifiatare  alcuni giorni, considerando che la presenza di disabili in famiglia obbliga le stesse ad un impegno costante e continuo per 24 ore al giorno, ed anche per abituare  il disabile al “dopo di noi”ossia al distacco della famiglia  mentre i genitori sono ancora in vita onde prepararli a quando gli stessi verranno a mancare.

I tre appartamenti dell’ Abitare Sociale Temporaneo , ubicati al 1° piano con accesso dalla via Cotichetta 7, sono già stati arredati  e da Marzo 2013 sono stati messi a disposizione dei Servizi Sociali del distretto ASL n ° 9, che individueranno i casi più bisognosi e faranno le graduatorie e le assegnazioni, in  accordo con la “Collaboriamo”

Ci sono già richieste per n° 2 nuclei famigliari, ma pensiamo che ci sarà presto  la  richiesta anche per il terzo appartamento.

 Ricordiamo che essendo un Servizio di Housing Temporaneo, l’uso dell’appartamento avrà la durata di 6 mesi/massimo un anno, questo per permettere una rotazione, e per poter  soddisfare più persone.

L’utilità di questi appartamenti  destinati all’abitare  Sociale Temporaneo, è particolarmente importante in considerazione della difficile situazione economica che sta attraversando l’Italia ed anche la nostra zona.

La realizzazione dei tre appartamenti,  è stata resa possibile grazie all’utilizzo delle risorse di cui dispone la Collaboriamo ma sopratutto grazie al cospicuo contributo elargitoci dalla Fondazione Cariplo, pari al 60% del costo di ristrutturazione , ed al 60% dei costi di gestione del primo anno di funzionamento, contributo pari ad euro 165.000.

Il nostro più vivo ringraziamento oltre che alla Fondazione Cariplo va anche alla fondazione della Comunità Bresciana che ci ha assegnato un contributo di 15.000 euro per l’ampliamento della Comunità Alloggio Monica Crescini, ed è esteso a tutti coloro (aziende e privati) che ci hanno offerto contributi e  ci hanno destinato  il  5 X  1000 con la loro denuncia dei redditi, che ci ha permesso di incassare oltre 22.000 euro nell’anno 2012.

Che rimane ancora da fare? Sicuramente l’inaugurazione, che pensiamo di fare nel mese di Maggio, in concomitanza con l’annuale festa di “Collaboriamo…..in Festa 2013” che si svolgerà nei giorni del 25 e 26 Maggio.

Cogliamo l’occasione per invitare tutti  a VOLER DESTINARE anche quest’anno il 5 x 1000 alla Collaboriamo inserendo nell’apposita casella della dichiarazione dei redditi il nostro numero di codice fiscale : 01265470177. Le somme raccolte serviranno  a contribuire alla gestione della Comunità e dei tre appartamenti dell’Abitare Sociale.

Siamo certi che  quando renderemo nota la data e l’ora della inaugurazione vorrete accorrere numerosi, in tale occasione  saremo lieti di offrire a tutti i presenti un rinfresco per festeggiare insieme questo nuovo traguardo raggiunto dalla cooperativa “Collaboriamo” che opera nel nostro territorio da oltre trent’anni.

Il Consiglio di Amministrazione della “Collaboriamo”

Centocinquanta candeline, centocinquanta giochi, più di centocinquanta compiti, storie e meravigliose persone : questo è il C.A.G!

Siamo giunti anche quest’anno al termine della scuola e di conseguenza anche al termine delle normali attività del C.A.G. Un anno ricco di avvenimenti fatto di compiti, giochi, gite attività, che hanno ruotato intorno ad un unico progetto educativo: l’Unità d’Italia. Centocinquanta candeline, centocinquanta anni di storia, di vita. Al CAG è stato fatto un lavoro di giochi, incontri, interviste, spettacoli: tutto alla scoperta della nostra identità individuale e collettiva e nazionale.

I ragazzi si sono divisi in tre squadre (Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele II) che si sono sfidate in battaglie navali e quizzettoni a tema, in partite di calcio, pallavolo e pallabollata.
Con le educatrici hanno realizzato per il paese interviste sulla storia d’Italia, videoregistrando chi si prestava ad essere intervistato. Molte le persone sono state “interrogate” (tra cui anche il Sindaco Pietro Bisinella, il comandante della Polizia Locale Nicola Caraffini e Don Carlo Tartari) con buoni i risultati: la gente di Leno nel complesso è risultata storicamente preparata e coinvolta nella ricorrenza. Le interviste hanno anche permesso la realizzazione di un video, che verrà presto proiettato il prossimo mese, in occasione della festa del Volontariato: grazie a tutti per la collaborazione e la disponibilità!
È stata organizzata una gita a S. Martino e Solferino, due località legate alla seconda guerra d’indipendenza: i ragazzi sono rimasti colpiti dagli ossari, luoghi di intensa suggestione, e dal meraviglioso paesaggio sottostante le torri.

CAG maggio 2011

San Martino della Battaglia: qui il 24 Giugno del 1859 si scontrò l’esercito Piemontese guidato dal re Vittorio Emanuele, contro l’ala destra dell’esercito Austriaco, guidata dal generale Von Benedek. Solferino: il 24 Giugno 1859, combatterono i francesi con Napoleone III contro l’esercito Austriaco, guidato dall’imperatore Francesco Giuseppe.
La Cooperativa Accoglienza Migranti ha tenuto un laboratorio nei nostri spazi con una decina di ragazzi del CAG; un laboratorio interculturale/teatrale volto alla conoscenza di sé, della propria storia: anche in questa occasione è stato fatto un video che verrà proiettato con quello del Centro di Aggregazione Giovanile.
Nel mese di Aprile abbiamo avuto l’occasione di intervistare un nostro compaesano, Alessandro Belleri, che è diventato giocatore professionista in serie B ed ora in D, per la gioia dei giovani calciatori e delle ragazze.
Dunque un anno denso di progetti, carico di impegni; in ultimo, ma non per questo meno importante, la realizzazione di questo nostro giornalino “L’im..piccione viaggiatore” che ha voluto centrare l’attenzione non a caso sulla STORIA: la storia dell’Unità d’Italia, storie dal mondo e le “storie” dei nostri ragazzi.
Ma prima di terminare le nostre attività, ci aspettano ancora momenti indimenticabili: tuffi al mare e in piscina, gite in bicicletta, scontri calcistici con gli altri C.A.G, cene esilaranti. Perciò per il prossimo anno non fatevi aspettare correte ad iscrivervi…VI ASPETTIAMO!

Ringraziamo tutti coloro che hanno attivamente partecipato alla realizzazione delle attività del Centro: i ragazzi e le ragazze, gli animatori, gli educatori, Don Carlo, l’Amministrazione Comunale, la scuola Superiore, Media, Elementare, insegnanti e professori per la loro collaborazione, la Parrocchia, la maestra Mina, Gianni, i genitori e a tutti quelli che a vario titolo collaborano per il buon funzionamento del C.A.G e che credono fortemente che il lavoro svolto è serio, efficace ed estremamente importante per tutti i ragazzi che ne usufruiscono.

Buone vacanze dalle educatrici del C.A.G Ornella, Sara, Elena.

Anche noi possiamo essere i Magi del nostro presente!

“L’epifania tutte le feste se le porta via”: per tanti è proprio così, si conclude un periodo di serenità e -per chi ha potuto- di rilassamento e di vacanza; ma l’epifania coincide anche con l’inizio di un nuovo anno: alle spalle si cerca di lasciare ciò che di brutto ha portato l’anno vecchio e ci si carica di speranze  e di sogni per intraprendere il misterioso e anno nuovo.

Il termine “Epifania”, di origine greca, significa “manifestazione” ed è stato utilizzato dalla tradizione cristiana per designare la prima manifestazione della divinità di Gesù Cristo, avvenuta in presenza dei re Magi.

Per questo la tradizione ha raffigurato i Magi come re, di diverso colore della pelle, nelle tre razze allora conosciute: semiti (ebrei e arabi), camiti (neri) e giapeti (bianchi indoeuropei), provenienti dai tre continenti allora noti: Asia Africa ed Europa, simboleggiando che il messaggio del Cristo è rivolto a tutti. L’epifania, quindi, possiede un significato profondo: è un messaggio di pace che ancora oggi comunica che dinnanzi a Dio non esistono differenze, poiché il suo messaggio è universale ed è un inno alla pace e alla fratellanza tra popoli.

Ogni volta che qualche forma di razzismo o di discriminazione si affaccia nel teatro della storia è un’offesa alla dignità dell’uomo e alla volontà di Dio. Nei confronti di Dio siamo tutti sue creature, senza privilegi, compresi i grandi della terra. A questo proposito Don Milani diceva “Servo di Dio e di nessun altro”.

Il desiderio di pace, che ogni giorno cerchiamo di ricordare e di testimoniare al C.A.G, è quello che all’inizio dell’anno i Magi ci insegnano. Uniti nel loro viaggio, ci portano messaggi positivi che invitano adulti e bambini alla ricerca di quella luce spirituale che ognuno di noi dovrebbe tenere accesa dentro di se.

Al C.A.G non facciamo grandi cose: giochiamo, facciamo i compiti, ci divertiamo, accogliamo chiunque voglia venire, ci rispettiamo nonostante le differenze culturali che ci dividono. Come i Magi ci sentiamo uniti, ognuno di noi fa un pezzo del cammino della propria vita insieme ed è bello pensare che non sono cose da super eroi ma solo cose buone e belle!!

Cose semplici che ci uniscono nei  momenti quotidiani o in quelli speciali come: la gita a Brescia per lo shopping natalizio; i giochi e le rappresentazioni che raccontano l’Unità d’Italia; la tombolata di Natale bellissima e coinvolgente, ricca di premi e di persone speciali.

Particolarmente significativo e coinvolgente è stato l’incontro con quattro splendidi giovani che sono un’autentica testimonianza del messaggio di pace e di fratellanza. La loro ricerca interiore li ha portati a vivere e a testimoniare che ognuno di noi può fare tanto per gli altri e che anche l’ultimo, il più povero essere umano riesce ad arricchire chi incontra. Marzia è andata in Bangladesh e ora è partita per il Rwanda, Laura e  Luca sono stati  in Etiopia, mentre Federica in Rwanda e Burundi: tutti si sono impegnati a concretizzare le tante parole che utilizziamo spesso come solidarietà, aiuto, volontariato; hanno portato un sorriso, un sostegno, una promozione all’educazione, allo sviluppo, alla lotta alla fame a quelle popolazioni che di pace e di ricchezza ne sentono solo parlare.

Inoltre in questi mesi si sono prodigati a portare nei nostri paesi, tra i ragazzi, negli oratori, una testimonianza attiva e capace di coinvolgere tutti quelli che li hanno ascoltati. Non hanno portato solo la descrizione dei luoghi e della gente, ma attraverso i loro occhi e il loro cuore, abbiamo potuto avvicinarci alle realtà che hanno vissuto e toccato con mano.

I ragazzi del C.A.G sono rimasti impressionati nel vedere le immagini di povertà in cui vivono i loro coetanei e hanno potuto confrontare il nostro modo di vivere con quello di ragazzi di altri paesi in via di sviluppo.

Per tutte queste esperienze che ci hanno arricchito ci auguriamo di vivere ancora tanti momenti belli, come quelli che abbiamo vissuto lo scorso anno e ci auguriamo di crescere consapevoli che la pace inizia all’interno della nostra piccola comunità e può essere portata in dono al mondo, oltrepassando i confini…possiamo essere i Magi del nostro presente che sanno tendere la mano e donare a chi ci sta vicino anche solo un sorriso.

Sentiti auguri a tutti e un grazie di cuore a coloro che ci hanno sostenuto nelle varie attività di Dicembre (lotteria e tombolata), in particolare: G & O Iniziative Immobiliari (geom. Dario Gastaldi), TM Computer Mascarello, PC MAXISTORE.com (Ghedi), RAS Assicurazioni, Les Amis, Cartoleria Bonazza Andreino, Barbisotti & Merigo, Forneria Feroldi,  Forneria Panina, Caffetteria Astoria, Bar Metiu, Oggettistica Arcobaleno, Florilegio, I fiori di Wlima, Bevande Boero, La Bottega del Gelato, Lanza Gel, Pizzeria “El Caminito”, Pizzeria “Oasi”,Supermercato Italmark, Hair Jois Parrucchieri (Nadir) Zoppini frutta e verdura, Pasticceria Lodigiani, Pasticceria caffetteria Rossini, Newspaper Francesco Leone, un particolare grazie alla Maestra Mina, Gianni, Gian Mario, Lino e a tutti coloro che a vario titolo ci aiutano e sostengono le nostre  iniziative 

Ornella e Sara

LOTTERIA C.A.G

ESTRAZIONE 22 DICEMBRE 2010

2262   RITIRATO

0422   RITIRATO

1024   RITIRATO

0030   RITIRATO

1994   RITIRATO

2958   RITIRATO

2209   RITIRATO

AUGURI DI BUON ANNO A TUTTI

…Non può piovere per sempre!!!

Nonostante le previsioni avverse, il 1 Aprile, siamo andati in gita sul Lago di Garda con la speranza in cuore che il sole potesse tornare a baciarci ed a illuminare la giornata.

L’itinerario consisteva nella visita alle Cascate del Varone, in una passeggiata a Riva del Garda, in una gita in battello fino a Malcesine con incluso lo shopping tra le viuzze antiche del paesello e poi… ritorno a casa.

Ma si sa… “le ciambelle non riescono sempre col buco”, per questo motivo il cambio di programma è stato inevitabile.

Tra una preghiera e un canto propiziatorio per scongiurare un cielo plumbeo, ci rechiamo speranzosi a Varone, per la visita alle cascate.

Un breve accenno: a tre km da Riva del Garda, le cascate del Varone sono il risultato della discesa a valle del torrente Magnone e delle perdite sotterranee del lago di Tenno. Con una caduta di oltre 90 metri, le cascate, già luogo di grande interesse turistico nel 1847, hanno ispirato la stesura de “la montagna incantata” di Thomas Mann che, agli inizi del ‘900, passò lunghi periodi di vacanza in questi luoghi.

Il salto d’acqua cade in un imbuto di roccia di 55 metri ed è caratterizzato da una forra di 73 metri, scavata dall’acqua. Attrezzata con scalette e poggioli per una visione ravvicinata, nella cascata ci sono due grotte, l’una collocata nei pressi della prima passatoia, e la seconda, detta grotta superiore, dove l’acqua scorre all’interno della montagna, raggiungibile dopo 115 scalini e il passaggio attraverso il giardino botanico.

Dopo questa breve ma interessante visita…il tempo minaccia pioggia a catinelle, per questo motivo ci dirigiamo nel vicino paese di Tenno, borgo medioevale con un bellissimo castello…chiuso al pubblico!

Non importa… foto di gruppo e ritorno a Varone, dove Don Franco ci ospita nel suo oratorio e ci fa sentire a casa, mentre fuori non piove…diluvia.

Da questo momento non ci sono più possibilità se non un desolante e triste ritorno a casa.

La Provvidenza, però, non ha limiti e il mitico centro commerciale “IL Leone” si trasforma nella parte più bella e interessante della giornata.

Obbiettivo raggiunto!!!! Tutti ritornano felicemente soddisfatti.

Il tempo, tuttavia, non si è mostrato clemente sino ad ora, ma a tutti noi che frequentiamo il C.A.G poco importa visto che già pensiamo al programma estivo fatto di gite, tuffi in piscina, uscite in bicicletta…dopotutto non può piovere per sempre!

Per il mese di Maggio è prevista una visita all’Aerobase di Ghedi dove i ragazzi potranno visionare gli aerei militari da vicino ed entrare  nelle cabine di pilotaggio. Un incontro tra il C.A.G con il suo sindaco (Marwane) e la sua giunta ed il sindaco Pietro Bisinella e alcuni suoi assessori. Un’ uscita in bicicletta a Ghedi, per partecipare ad un momento di festa con i vari C.A.G della zona, per disputare un torneo di calcio e uno di pallavolo.

Per il mese di Giugno, la settimana successiva alla fine della scuola, verrà riproposta l’iniziativa che vede coinvolti i nostri ragazzi del C.A.G,  le 5e elementari e le 1e medie in un’avvincente settimana dove si andrà al mare, alle Vele e verranno organizzate varie attività tra cui un’ uscita in bicicletta e un grande gioco all’Ippodromo. 

In attesa che il sole torni a baciarci, non possiamo fare altro che augurarvi una magnifica estate.