Maria del Monte Carmelo

In festa la chiesa di San Pietro in Oliveto (in Castello), la chiesa di Santa Maria del Carmine e il monastero delle Carmelitane Scalze di via Amba d’Oro

Il 16 luglio ricorre una festa mariana importante: la Madonna del Carmelo, una delle devozioni più antiche e più amate dalla cristianità, legata alla storia e ai valori spirituali dell’Ordine dei frati della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Carmelitani). La festa liturgica fu istituita per commemorare l’apparizione del 16 luglio 1251 a san Simone Stock, all’epoca priore generale dell’ordine carmelitano, durante la quale la Madonna gli consegnò uno scapolare in tessuto. Per la solennità della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, martedì 16 luglio alle 7 viene celebrata una Messa con la benedizione degli scapolari presso il Monastero delle Carmelitane Scalze di via Amba d’Oro 96 a Brescia. Nella chiesa di San Pietro in Oliveto (in Castello) sono diverse le celebrazioni: lunedì 15 luglio alle 18 la Santa Messa e i Primi Vespri solenni; martedì 16 luglio alle 7.15 e alle 20.30 la Santa Messa solenne segue la processione fino alla chiesa del Carmine. Nella chiesa di Santa Maria del Carmine, fino al 15 luglio, tutte le sere alle 18.15 viene celebrata la Santa Messa e la preghiera nella Novena. Venerdì 12 luglio alle 11 la presentazione del restaurato altare della cappella Averoldi. Domenica 14 luglio alle 16 viene proposta la visita guidata alla chiesa grazie all’Associazione Amici del Carmine. Martedì 16 luglio, solennità della beata Vergine Maria del Monte Carmelo, alle 17.30 la recita del Santo Rosario, alle 18.15 la Messa e alle 22, al termine della processione, la preghiera mariana: sarà possibile ricevere lo Scapolare carmelitano.

Ritratti di Santi

Con la Quaresima riparte, in città e in provincia, il percorso dei “Ritratti di Santi” promosso dal Movimento ecclesiale carmelitano

Con l’arrivo della Quaresima riparte anche il percorso quaresimale dei “Ritratti di Santi” di padre Antonio Sicari, teologo carmelitano della Comunità di San Pietro a Brescia. Come dice il papa Emerito Benedetto XVI “la vera apologia della fede cristiana, la dimostrazione più convincente della sua verità, contro ogni negazione, sono da un lato i Santi, dall’altro la bellezza che la fede ha generato. Affinché oggi la fede possa crescere dobbiamo condurre noi stessi e gli uomini in cui ci imbattiamo a incontrare i Santi, a entrare in contatto con il bello”. L’itinerario dei “Ritratti di Santi” nacque a Brescia nel 1986 proprio da un’idea di padre Sicari e si diffuse poi in moltissime altre località d’Italia e d’Europa, grazie anche al sostegno del Movimento Ecclesiale Carmelitano. Quest’anno i “Ritratti” riguardano figure di santità particolarmente vicine a noi, essendosi sviluppate per la quasi totalità nel secolo scorso.

Il calendario. Il calendario di Brescia, che si svolgerà per i primi quattro Martedì di Quaresima presso la chiesa di San Pietro in Castello, con inizio alle 20.30, è il seguente: 12 marzo – Serva di Dio Chiara Lubich (1920-2008): “Il carisma e il calore dell’unità”; 19 marzo – Servo di Dio Don Oreste Benzi (1925-2007): “Una paternità senza confini”; 26 marzo – Servo di Dio Giancarlo Rastelli (1933-1970): “La prima carità di un medico verso il malato è la scienza”; 2 aprile – Beato Mario Borzaga (1932-1960): “La felicità nel martirio”. L’ultimo incontro, a “reti unificate” con i “Ritratti” di Adro e Paderno Franciacorta, si svolgerà martedì 9 aprile alle 20.30 presso il Santuario delle Grazie in città e avrà come protagonista Sant’Arcangelo Tadini (1846-1912), “Un prete nella casa di Nazareth”, nel X anniversario della sua canonizzazione. Gli altri ritratti bresciani si svolgeranno: ad Adro (Santuario Madonna della neve) Giovedì 14-21-28 marzo e 4 aprile, a Paderno Franciacorta (chiesa parrocchiale di San Lorenzo) mercoledì 13-20-27 marzo e 3 aprile e a Roè Volciano (chiesa di San Pietro in Vincoli) tutti e cinque i mercoledì di Quaresima: 13-20-27 marzo e 3-10 aprile con inizio sempre alle 20.30.

A supportare le celebrazioni il Coro San Luca diretto da Rosa Tomasini a Brescia e la Corale Madonna della Neve diretta da Maria Spatola ad Adro.

La solidarietà. Le offerte raccolte in tutta Italia con l’iniziativa dei “Ritratti di Santi” serviranno ad aiutare la missione nata in Ecuador grazie alla collaborazione con mons. Anìbal Nieto, carmelitano e vescovo di Yaguachi. Una coppia del Movimento ecclesiale carmelitano ha deciso di partire e di andare ad aiutare Mons. Nieto nella pastorale familiare, offrendo una catechesi che abbia una cura e un’attenzione particolare verso la famiglia, che sta vivendo anche in Ecuador una profonda crisi. Mons. Anìbal Nieto presenta questa coppia come “missionari per la famiglia”, suscitando notevole interesse nella popolazione. Per informazioni: www.mec-carmel.org.