La missione continua

Brescia 16 Agosto 2018

Carissimo mons. Abate, pace e bene! Le scrivo da Brescia, dove mi trovo per un po’ di ferie e cure mediche, prima di ritornare in Africa, nella mia missione del Ghana, dove ho già speso 36 anni e dove spero di spendere il resto della mia vita, come missionario comboniano.

Ne approfitto per mandarle una foto della cappella costruita alcuni mesi fa ad onore dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, in ricordo di Leno, dove sono nato e sono stato battezzato. L’anno scorso ho ricevuto da Lei una somma per iniziare questo progetto; altri benefattori si sono uniti per completarlo. Il Buon Dio benedica e protegga tutti quelli che con generosità e spirito missionari si danno da fare per il Regno di Dio. É col loro aiuto che la missione continua.

Nel Ghana ho potuto realizzare vari progetti di evangelizzazione e promozione umana-sociale. Ricordiamo però che l’aiuto principale è quello della preghiera e dei sacrifici offerti con amore, perché è Gesù che converte i cuori. Preghiamo perché nella Chiesa e nel mondo ci sia più solidarietà, fraternità e accoglienza. Spero un giorno o l’altro d’avere l’occasione per venire a Leno a salutarla.

Cordialmente
P. Eugenio Petrogalli

20° Anniversario Madre della Fraternità

1 maggio 2016: ricorrenza importantissima per la Zona San Benedetto: infatti, ricorre il 20° di costruzione della Cappella “Madre della Fraternità“.
Madre… perché essa è la Madre per eccellenza… di tutti, grandi e piccoli, uomini e donne.
E’… e sarà sempre un forte legame per tutti.
Il Figlio che tiene tra le braccia simboleggia la stretta protezione e la costante sicurezza della sua presenza nei nostri confronti.
Fraternità…una parola che unisce in poche sillabe tutte le coscienze del mondo. Una parola dal significato universale ma quanto mai difficile nel periodo in cui ci troviamo ora.
Comunque sia la nostra Madre col Bambino è sempre tenuta in grande venerazione soprattutto nel periodo mariano ed ai suoi piedi non mancano mai fiori.
20 anni……tanto è il tempo che ci sta sostenendo ed è ancora poco perché sarà con noi ancora per molto, molto
tempo e per questo ora la festeggiamo. ….A volte mi chiedo come sarebbe stata la zona senza il suo cardine centrale!!!! Non saprei…forse senza stimoli…senza iniziative e soprattutto senza riflessioni.

Cappella Madonna della fraternità in costruzione

Nostra Madre è sempre lì… al suo posto… che ci guarda, ci aspetta.
Osservarla incrementa in noi, con il suo viso così dolce avendo tra le braccia la sua Creatura, un’emozione di soddisfazione e di affetto.
Ebbene, l’iniziativa di quest’anno sussiste nel formare un corteo interno portando la statua stessa della Madonna per le strade della zona.
Le vie interessate sono state addobbate con vivaci festoni e rosette dei nostri colori zonali, lumini lungo la strada, cesti con petali di rosa sparsi per terra da alcuni ragazzi ad indicare il cammino da seguire. La messa celebrata da don Domenico è stata molto partecipata e questo vuol ribadire che le persone attente ed interessate alla liturgia esistono ancora. La corale San Benedetto ha poi animato la cerimonia con canti: il bel tempo in seguito ha favorito la serata concedendoci un breve break.
Il consiglio zonale ringrazia nuovamente tutti i volontari che hanno permesso con il loro lavoro di erigere la chiesetta a disposizione di tutta la comunità.
Aspettiamo ora il 25° anniversario d’argento.

Livio G.