Artiglieri di Leno

La Sezione Artiglieri di Leno in data 08/09-Giugno 2019 ha festeggiato il:

  • 60^ aniversario della Sezione
  • 10^ anniversario del monumento ai Caduti
  • 4^ festa provinciale Artiglieri

La manifestazione ha avuto un notevole risalto con la partecipazione di Sezioni provinciali, oltre provincia e regione. Numerose le autorità presenti. Si ringrazia l’Amministrazione Comunale per l’aiuto dato e tutte le associazioni, locali e oltre, gli sponsor e quanti hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

Grazie a tutti dalla Sezione Artiglieri di LENO

Il Segretario
Sergente Sergio Ghidotti

Il Presidente
Artigliere Santo Agnellini

Associazione Casa Garda

Cinque mesi sono passati dall’inizio dell’anno e sono stati vissuti intensamente con tantissime iniziative per soddisfare le esigenze dei nostri associati. Iniziative come la gara di bocce svoltasi dal lunedì al sabato dal 1 aprile al 6 con 32 partecipanti suddivisi in 16 coppie che si sono affrontati con grande professionalità, impegno e correttezza. Grande presenza di spettatori accorsi per fare il tifo ad amici o parenti in gara. I classificati sono stati: 1. Soldi Adriano e Armando Bresciani 2. Bartoli e Felter Bruno.

Venerdì 3 maggio si sono svolti i tornei di piattello e di calciobalilla con sedici partecipanti suddivisi in 8 coppie sia per il piattello che per il calciobalilla; è stata una giornata all’insegna del divertimento puro e sano come era una volta ai nostri tempi. La palma dei vincitori nel piattello è andata alla coppia Stabiumi Rinaldo e Filosi Luigi mentre, i primi classificati a calciobalilla sono stati Giacomelli Riccardo e Girardi Giuseppe.

Le attività sopraelencate oltre ad essere divertenti e ricreative sono anche terapeutiche; sono attività che sanno di sportivo senza affaticare troppo ma rendono più sciolto e agile il nostro corpo. Vi invitiamo a  frequentare il nostro centro… Vi aspettiamo!

75° Anniversario della Conferenza S. Vincenzo di Leno

É un’organizzazione di laici cattolici fondata nel 1833 dal Beato Federico Ozanam e messa sotto la protezione di San Vincenzo de’ Paoli. Ha per obiettivo la promozione della persona umana attraverso il rapporto personale attuato con la visita a domicilio. Aiuta le persone che si trovano in condizione di sofferenza morale e materiale, con rispetto ed amicizia. Opera per rimuovere le situazioni di povertà e di emarginazione attraverso l a ricerca di un maggiore giustizia sociale. E’ formata da uomini e donne, giovani ed anziani, che uniscono le loro forze e agiscono in un comune cammino umano e spirituale. I Vincenziani operano a titolo gratuito e la Società non persegue fini di lucro. Si sostiene con il contributo volontario dei Soci e le donazioni di persone generose e sensibili all’attività della stessa. La Società è diffusa nel mondo ed ha la sede generale a Parigi. In Italia è rappresentata dal Consiglio Nazionale ed opera attraverso Consigli Regionali e Centrali (diocesani) che coordinano 1.700 Conferenze (gruppi di base) con 18.000 membri. Il suo servizio si svolge in ambito cittadino, parrocchiale, presso gruppi giovanili o aziende, e comprende ogni forma d’aiuto. La società svolte anche attività di tipo socio-assistenziale tramite le “Opere speciali” e promuove il Settore Solidarietà e Gemellaggi che opera nel mondo a favore dei Paesi in via di sviluppo con le adozioni a distanza, progetti sociali, aiuti in caso di calamità e guerre, spedizione di container.

Questa è la Società di San Vincenzo de’ Paoli. Vuoi venire anche tu? Giovani ed anziani, donne e uomini, insieme per dare una mano ai poveri ed emarginati.

Preghiera dei vincenziani

Signore, fammi buon amico di tutti,
fa che la mia persona ispiri fiducia:
a chi soffre e si lamenta,
a chi cerca luce lontano da Te,
a chi vorrebbe cominciare e non sa come,
a chi vorrebbe confidarsi,
e non se ne sente capace;
Signore aiutami,
perché non passi accanto a nessuno
con il volto indifferente,
con il cuore chiuso,
con il passo affrettato.
Signore, aiutami ad accorgermi subito:
di quelli che mi stanno accanto
di quelli che sono preoccupati e disorientati,
di quelli che soffrono senza mostrarlo,
di quelli che si sentono isolati senza volerlo.
Signore, dammi una sensibilità che sappia
Andare incontro ai cuori.
Signore, liberami dall’egoismo.
Perché Ti possa servire,
perché Ti possa amare,
perché Ti possa ascoltare
in ogni fratello
che mi fai incontrare.

La Banda Giovanile “Luca Colosio” di Leno si classifica al secondo posto in Categoria A al “14° Giovani in Concorso” di Costa Volpino

La Banda Giovanile “Luca Colosio” del Corpo Musicale Lenese di Leno, diretta dal M° Stefano Giacomelli, ha raggiunto un’importante risultato nella categoria A, la più alta in concorso, meritandosi il punteggio di 88,25/100 e il Secondo Premio tra le bande della categoria. Grandissima la soddisfazione per tutta l’Associazione Lenese, guidata dal presidente Agnese Bolentini, per questo risultato che premia il lavoro dei ragazzi e di tutto il team insegnati della Scuola di Musica, condotta con sapienza da Enrico Corsi. Personale riconoscimento inoltre per il Maestro Stefano Giacomelli, premiato quale miglior Direttore tra tutte le formazioni partecipanti alle due categorie del Concorso. 

La partecipazione al Concorso di Costa Volpino non è nuova per la Banda Giovanile di Leno che negli anni scorsi si è sempre distinta per gli splendidi risultati e piazzamenti, ma quest’anno è stata la prima volta che la stessa affrontava la sfida di partecipare alla categoria A, la più alta in concorso. 

“Credo che le classifiche siano importanti e stimolanti ma in fondo sono solo numeri come del resto i trofei che dopo tempo fanno solo “la polvere” sugli scaffali; le emozioni invece restano nel cuore e nel libro della vita” 

Quest’anno la nostra associazione compie 135 anni di vita!

Vi aspettiamo numerosi a festeggiare con noi questo speciale compleanno

Straleno

La stagione podistica entra nel vivo e ovviamente la Straleno e sempre sul pezzo e presente nelle numerosissime gare sul territorio Bresciano e Nazionale. Infatti dopo aver corso domenica 10 marzo la Bam di Brescia con ben 31 atleti impegnati nei tre percorsi previsti la Ten, la Half Marathon e la maratona, i nostri Ragazzi correranno le principali corse del circuito Hinterland Gardesano, con particolare attenzione  alla Maratona di Roma, alle Firenze Half Marathon, e la Maratona di Milano.

Naturalmente è tutto pronto per la nostra Corsa e la corsa dei Lenesi, ovvero la Straleno 2019 in programma domenica 5 Maggio con partenza e arrivo in Oratorio. Come sempre invitiamo tutti  a trascorrere una giornata spensierata, sia per correre  con i runners nella gara di 11km, o semplicemente per una salutare camminata (A.I.L) di 7 km con amici e/o familiari.

Vi ricordiamo inoltre che con gruppi di almeno 10 partecipanti si potrà entrare nella classifica ed essere premiati con ricchi premi.

Un sentito ringraziamento a Don Davide per la Location, alle Associazioni che anche per questo 2019 ci affiancheranno attivamente Avis sez. Leno, Aido sez. di Leno ed  ai nostri Amici di Paolo il Pro.

Gigi

Associazione Casa Garda: apertura sede

Con l’arrivo della bella stagione venerdì 3 maggio 2019 i volontari di casa garda dalle ore 14.00 in poi apriranno l’Associazione di via Collegio, 3 a tutti i pensionati lenesi.

Per tutti coloro che volesser trascorrere un pomeriggio in totale relax qui troveranno un ambiente accogliente e confortevole con angoli dedicati alla lettura di riviste, al gioco delle carte, dama e scacchi o semplicemente socializzare incontrando amici nuovi o rivedere quelli già conosciuti. Per intrattenere i partecipanti nel giardino verranno organizzati dei mini tornei di calciobalilla e piattello al termine dei quali si premieranno le persone in gara. Va ricordato che l’Associazione organizza tutto l’anno per gli associati corsi di yoga, cucito, ballo liscio e di gruppo, inglese ed anche cicli di cure termali in quanto molto attenta alle esigenze dei fruitori del centro. Alla fine del pomeriggio verrà offerto un rinfresco per tutti.

Il Presidente, i consiglieri ed i soci colgono l’occasione per augurare a tutti i più sereni auguri di Buona Pasqua.

Buon compleanno sede

Dieci anni sono passati dall’inaugurazione della nostra sede quante cose sono state realizzate e quante persone si sono avvicendate nei vari ruoli.

Obbiettivo comune far si che i nostri Hamici si divertano e possano fare tante belle e nuove esperienze. Ricordo che tante persone ci hanno aiutato ad essere ciò che oggi siamo cioè una realtà radicata in Leno, quanti obbiettivi raggiunti e realizzati con tenacia e tanto impegno, un pensiero va anche a chi ci ha lasciato, ma che sicuramente ci protegge da lassù.

Un grazie di cuore ai Pionieri, che con tenacia e impegno già da subito ci hanno creduto e anche a tutte quelle persone che vedendo cosa stavamo cercando di realizzare hanno creduto in noi e nel nostro lavoro e ci hanno sostenuto.

I risultati ottenuti si sentono e si vedono.

Non ci stancheremo mai di invitare le persone che vogliono investire un po’ di tempo nel volontariato a venire a trovarci, sicuramente saranno le benvenute.

Se vuoi sostenerci con la tua goccia dona il tuo 5 x mille al codice fiscale 97008790178

L’associazione Hamici nella ricorrenza delle festività porge i migliori auguri di Buona  Pasqua 

Sarà un anno scoppiettante

Tante sono le cose che di cui vorrei mettervi al corrente per farvi il più possibile partecipi di Hamici. I ragazzi sono entusiasti di partecipare a tutte le iniziative che vengono via via proposte, molto studiate nei minimi particolari per far vivere loro momenti belli e interessanti.

In questo anno ci saranno ben due momenti importanti il 7 aprile con una bella festa per il 10° anno della nascita del nostro amato centro e il 2 giugno la Festa di Hamici presso la sede, in particolare Vi aspettiamo numerosi a sostenerci così potrete toccare con mano ciò che fa l’associazione durante l’anno.

Nei prossimi 6 mesi in calendario vengono proposte tante occasioni per stare insieme, queste sono le date in modo che chi vuole potrà partecipare: 

Febbraio

02 sabato uscita alternativa ragazzi e volontari;
03 domenica tombola in sede;
10 domenica gara di biliardino;
16 sabato gara di briscola gastronomica;
17 domenica gara di briscola gastronomica;
23 sabato film in sede;
24 domenica Forajido + merenda.

Marzo

02 sabato uscita alternativa;
03 domenica spiedo in sede;
09 sabato prove di ballo;
10 domenica due salti alle Cupole;
16 sabato film in sede;
17 domenica giochi in sede;
23 sabato pizza in sede;
24 domenica karaoke in sede;
30 sabato prove di biliardino;
31 domenica gara di biliardino;

Aprile

02 martedì vendita uova al mercato;
06 sabato mercatino Italmark a Leno;
07 domenica festeggiamento 10 anno inaugurazione sede;
12 venerdì  Via Crucis a Porzano;
13 sabato mercatino al Simply;
14 domenica  giochi e scambio auguri in sede;
27 sabato pizza in sede;
28 domenica pomeriggio pescando.

Maggio

04 sabato uscita alternativa;
05 domenica visita al santuario;
11 sabato film in sede;
12 domenica mercatino festa della mamma e bocce;
16-17-18-19 MARE
25 sabato
 uscita alternativa;
26 domenica spiedo in sede.

Giugno

01 sabato uscita alternativa;
02 domenica festa di Hamici e giochi in sede;
08 sabato biliardino;
09 domenica gioco dell’oca;
15 sabato film in sede;
16 domenica tutti a Goito in piscina termale;
22 sabato prova di bocce;
23 domenica gara di bocce;
29 sabato pizza in sede;
30 domenica gelato alle Campagnole.

Luglio

01 lunedì inizio grest estivo: in montagna fino a venerdì;
06 sabato uscita alternativa;
07 domenica angariata in sede;
08 lunedì inizio seconda settimana di grest estivo;
13 sabato festa di fine grest;
14 domenica tutti in piscina ad Ostiano;
20 sabato bocce;
21 domenica gara di bocce e gnocco fritto;
27 sabato cena dei soci;
28 domenica assemblea dei soci.

La sede chiude per manutenzione fino a settembre

 

50 anni di AGE

A.Ge compie 50 anni, un traguardo importante nel servizio alla famiglia, alla scuola e quindi all’intera società. Voglio riportare, come riflessione di tutto ciò, il saluto che il Santo Padre ha rivolto ai vari associati convenuti a Roma per questo evento il 7 settembre scorso.

Papa Francesco, nel suo intervento, parte dalla considerazione che l’  A.Ge è formata da genitori che si ispirano all’etica cristiana, etica di attenzione all’altro nel servizio a favore dell’educazione dei più piccoli all’interno della parrocchia, della catechesi e, non per ultimo, della scuola. Questi sono i principali partner della famiglia nell’educazione.

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Sono lieto di dare il benvenuto a tutti voi, rappresentanti dell’AGe, Associazione Italiana Genitori, che quest’anno compie 50 anni. Un bel traguardo! E un’occasione preziosa per confermare le motivazioni del vostro impegno a favore della famiglia e dell’educazione: un impegno che portate avanti secondo i principi dell’etica cristiana, affinché la famiglia sia un soggetto sempre più riconosciuto e protagonista nella vita sociale.

Molte delle vostre energie sono dedicate ad affiancare e sostenere i genitori nel loro compito educativo, specialmente in riferimento alla scuola, che da sempre costituisce il principale partner della famiglia nell’educazione dei figli. Ciò che fate in questo campo è davvero meritorio. Oggi, infatti, quando si parla di alleanza educativa tra scuola e famiglia, se ne parla soprattutto per denunciare il suo venir meno: il patto educativo è in calo. La famiglia non apprezza più come un tempo il lavoro degli insegnanti – spesso mal pagati – e questi avvertono come una fastidiosa invadenza la presenza dei genitori nelle scuole, finendo per tenerli ai margini o considerarli avversari.

Per cambiare questa situazione occorre che qualcuno faccia il primo passo, vincendo il timore dell’altro e tendendo la mano con generosità. Per questo vi invito a coltivare e alimentare sempre la fiducia nei confronti della scuola e degli insegnanti: senza di loro rischiate di rimanere soli nella vostra azione educativa e di essere sempre meno in grado di fronteggiare le nuove sfide educative che vengono dalla cultura contemporanea, dalla società, dai mass media, dalle nuove tecnologie. Gli insegnanti sono come voi impegnati ogni giorno nel servizio educativo ai vostri figli. Se è giusto lamentare gli eventuali limiti della loro azione, è doveroso stimarli come i più preziosi alleati nell’impresa educativa che insieme portate avanti. Io mi permetto di raccontarvi un aneddoto. Avevo dieci anni, e ho detto una cosa brutta alla maestra. La maestra ha chiamato mia mamma. Il giorno dopo è venuta mia mamma, e la maestra è andata a riceverla; hanno parlato, poi la mamma mi ha chiamato, e davanti alla maestra mi ha rimproverato e mi ha detto: “Chiedi scusa alla maestra”. Io l’ho fatto. “Bacia la maestra”, mi ha detto la mamma. E l’ho fatto, e poi sono tornato in aula, felice, ed è finita la storia. No, non era finita… Il secondo capitolo è quando sono tornato a casa… Questo si chiama “collaborazione” nell’educazione di un figlio: fra la famiglia e gli insegnanti.

La vostra presenza responsabile e disponibile, segno di amore non solo per i vostri figli ma verso quel bene di tutti che è la scuola, aiuterà a superare tante divisioni e incomprensioni in questo ambito, e a far sì che sia riconosciuto alle famiglie il loro ruolo primario nell’educazione e nell’istruzione dei bambini e dei giovani. Se infatti voi genitori avete bisogno degli insegnanti, anche la scuola ha bisogno di voi e non può raggiungere i suoi obiettivi senza realizzare un dialogo costruttivo con chi ha la prima responsabilità della crescita dei suoi alunni. Come ricorda l’Esortazione Amoris laetitia, «la scuola non sostituisce i genitori bensì è ad essi complementare. Questo è un principio basilare: qualsiasi altro collaboratore nel processo educativo deve agire in nome dei genitori, con il loro consenso e, in una certa misura, anche su loro incarico» (n. 84).

La vostra esperienza associativa vi ha certamente insegnato a confidare nell’aiuto reciproco. Ricordiamo il saggio proverbio africano: “Per educare un bambino ci vuole un villaggio”. Perciò, nell’educazione scolastica non deve mai mancare la collaborazione tra le diverse componenti della stessa comunità educativa. Senza comunicazione frequente e senza fiducia reciproca non si costruisce comunità e senza comunità non si riesce a educare.

Contribuire a eliminare la solitudine educativa delle famiglie è compito anche della Chiesa, che vi invito a sentire sempre al vostro fianco nella missione di educare i vostri figli e di rendere tutta la società un luogo a misura di famiglia, affinché ogni persona sia accolta, accompagnata, orientata verso i veri valori e messa in grado di dare il meglio di sé per la crescita comune. Avete dunque una doppia forza: quella che vi deriva dall’essere associazione, ossia persone che si uniscono non contro qualcuno ma per il bene di tutti, e la forza che ricevete dal vostro legame con la comunità cristiana, in cui trovate ispirazione, fiducia, sostegno.

Cari genitori, i figli sono il dono più prezioso che avete ricevuto. Sappiatelo custodire con impegno e generosità, lasciando ad essi la libertà necessaria per crescere e maturare come persone a loro volta capaci, un giorno, di aprirsi al dono della vita. L’attenzione con cui, come associazione, vigilate sui pericoli che insidiano la vita dei più piccoli non vi impedisca di guardare con fiducia al mondo, sapendo scegliere e indicare ai vostri figli le occasioni migliori di crescita umana, civile e cristiana. Insegnare ai vostri figli il discernimento morale, il discernimento etico: questo è buono, questo non è tanto buono, e questo è cattivo. Che loro sappiano distinguere. Ma questo si impara a casa e si impara a scuola: congiuntamente, tutte e due.

Vi ringrazio per questo incontro e benedico di cuore voi, le vostre famiglie e tutta l’associazione. Vi assicuro il mio ricordo nella preghiera. E anche voi, per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Grazie!

Tutto questo molto bello…..

Ma a Leno L’A. Ge cosa fa?

Gli associati collaborano alla Festa della Famiglia, all’Educational Day, alla festa dell’Oratorio e sollecitano la presenza dei genitori all’interno della scuola come rappresentanti di classe o direttamente nel Consiglio di Istituto.

Si preoccupa di raccogliere fondi per garantire la realizzazione di percorsi di formazione sia per ragazzi che per gli adulti.

Se volete conoscere l’associazione potete consultare il sito nazionale www.age.it oppure il sito locale di Leno www.ageleno.it, la pagina Facebook: www.facebook.com/AGELeno.

Per avere ulteriori informazioni scrivete una mail a ageleno@age.it.

Troverete sul sito tutte le informazioni su ciò che abbiamo fatto e ….che vogliamo fare.

Associazione Straleno

Si è concluso un 2018 ricco di soddisfazioni per la nostra società podistica. I nostri atleti sono stati grandi protagonisti nelle numerose competizioni sul territorio Bresciano, Nazionale (dal Campionato Italiano di Trento al Passatore) che Mondiale(una su tutte la Regina, la Mitica New York City Marathon).

Altro motivo di grande vanto e orgoglio è la corsa dei Lenesi, la nostra corsa, la Straleno che si è svolta in Oratorio nel di mese di Maggio, un successo di partecipanti e grandi consensi per festeggiare la decima edizione (grazie a Don Davide per il sostegno e per la location molto gradita dai podisti).

Ovviamente la nostra società non dimentica le persone meno fortunate di noi , e con piacere continua la collaborazione con A.I.L. di Brescia, e con i nostri Amici del Paolo il Pro, e quest’anno abbiamo aiutato i volontari nel progetto Madagascar.

Per il 2019 abbiamo tre grandi progetti: il 5 Maggio l’ 11° edizione della Straleno a Leno, il 10 novembre la novità la Baobab tour a Castelletto di Leno, il terzo… far correre e camminare tutta la gente di Leno!!!

Un grazie di Cuore al Presidente Avis di Leno e tutti gli Avisini per la fattiva collaborazione e sostegno, e tutti coloro che aiutano la nostra squadra durante la stagione.

Il Presidente
Zanelli Luigi