Giovanni Antonio Uggeri

Storia delle sante Reliquie del Patrono di Milzanello

La famiglia Uggeri, di cui fa menzione la lapide commemorativa, è una antica famiglia di origine Medioevale che era subentrata ai feudatari di Milzanello.
Giovanni Antonio Uggeri faceva parte della famiglia Uggeri che ha rappresentato un elemento centrale per il paese.
Andiamo per ordine.
Nel 1420 alla famiglia Gambara subentrarono gli Uggeri, che acquistarono non solo Milzanello, ma anche altre terre della zona.
Dalle cronache del tempo risulta che la situazione dei contadini fosse piuttosto misera.

La famiglia Uggeri ebbe il merito di aver compiuto importanti lavori di adeguamento: sistemò case e cascine, migliorò il sistema dei canali e delle rogge e soprattutto rese le condizioni dei propri contadini migliori. L’effetto di una tale cura fu che la popolazione ebbe un incisivo aumento e in tempo di epidemie che per molti altri paesi significò una drastica diminuzione di abitanti, ebbe una bassa percentuale di morti.

Il merito di questa famiglia fu anche di essersi occupata della chiesa ormai decadente dedicata a S. Michele.

La chiesa fu ampliata e in parte riedificata e quindi consacrata nel 1460.
Nei secoli ha avuto sistemazioni successive, ma la struttura attuale è ancora quella.
Avendo costruito la chiesa, mantennero il giuspatronato fino all’estinzione della famiglia (forse passò alla famiglia mantovana che subentrò dopo di loro).

La famiglia Uggeri ebbe anche una casa a Brescia, il palazzo Uggeri che si trova in via Musei. Nella lapide si legge che è proprio Giovanni Antonio Uggeri a metterla in ringraziamento verso il Vescovo Badoer, da cui ha ricevuto le reliquie.

Giovanni Antonio Uggeri, era figlio di Pietro Francesco e fratello di Paolo.
Morì celibe e senza eredi, ma anche il fratello che continuò la dinastia, non le garantì vita molto lunga, poiché la discendenza presto si estinse per la mancanza di eredi maschi.

Sant’Antonio di Padova | I Santi dell’Abbazia

Iniziamo il nostro “tour” con il primo altare minore della nostra chiesa abbaziale. Oggi incontriamo un vero e proprio campione della fede! Chi è? Andiamo subito a scoprirlo!

Accompagnamento musicale ad opera di Paolo.