Giornata del Ringraziamento

Lo scorso 8 novembre, abbiamo celebrato la Giornata del Ringraziamento. Sappiamo bene che, viste anche la nostra storia e tradizione, questa giornata e più in generale il mondo legato all’agricoltura e all’allevamento, ha un legame particolare con il territorio e la nostra parrocchia.

Oltre ad aver visto, negli anni passati, il corteo delle macchine agricole sempre numerose, la presenza di alcune figure in abito tradizionale contadino alla Santa Messa, la generosità dei raccolti presentati all’altare, non possiamo non essere attenti alla nostra bella terra che ha Leno è particolarmente produttiva e curata.

Quest’anno, a causa della pandemia da coronavirus, abbiamo dovuto ridimensionare notevolmente gli aspetti celebrati normalmente oltre alla liturgia eucaristica. Ciononostante si è ritenuto doveroso ringraziare Dio per quanto ci dona ogni giorno attraverso il frutto della terra e il lavoro dell’uomo. Queste ultime parole, costituiscono proprio la preghiera che fa parte del momento offertoriale nella Santa Messa.

Perché ringraziare il Signore? Perché ci aiuta a saperci destinatari dell’attenzione di un Dio che si rende presente anche attraverso quello che riceviamo in natura; perché ci può aiutare a scoprirci nella nostra vera realtà di non autosufficienza e ad orientarci ad uno stile di umiltà; perché ci permette di mantenerci in relazione con Lui. Il Signore benedica quanti si dedicano a prendersi cura della Terra affinché ci illumini nel saperci custodi di un mondo al quale riconosciamo la caratteristica dell’essere un grande dono.