Santa Lucia a Milzanello

Mi piace

Din… din… din… un campanello suona nella fredda e nebbiosa sera del dodici dicembre a Milzanello…

Evviva, sì!!! É proprio lei, Santa Lucia che si avvicina con il suo asinello accompagnata da speciali angioletti “guardie del corpo” verso l’oratorio. Il cortile brulica di bambini con i loro genitori, l’attesa e grande ma finalmente il suo campanello si fa sentire! Ed eccola spuntare nella nebbia in fondo alla via che conduce alla chiesa. Sì, ci sono momenti in cui anche noi grandi ci sentiamo infinitamente piccoli, cioè disposti ad accogliere qualcosa più grande di noi… perché no, non dimentichiamolo, santa Lucia (colei che porta la Luce) fu una grande santa! Ed ecco l’asino arrivare ma.. che succede? Probabilmente anche lui si emoziona. Niente da fare infatti, si ferma sul cancello dell’Oratorio e non ne vuole sapere di entrare.

Ora penserete: cosa avrà fatto Santa Lucia per convincerlo a entrare? Tranquilli: sono bastati pochi minuti e… tutti i bambini sono usciti dal cortile invadendo della loro gioia la nostra santa, asino compreso! Santa Lucia ha fatto dono a tutti i bambini di molte caramelle, ha raccolto le ultime letterine dei bambini e ha lasciato dei giochi per il nostro bar dell’Oratorio. Ma pochi attimi con lei e… già giunge l’ora di salutarla, la notte la vedrà impegnata e non possiamo trattenerla.

Se ne va, la santa più amata dai bambini ma lascia nei nostri cuori gli occhi lucidi e gioiosi dei più piccoli, la speranza di un mondo un poco diverso: quello dove vige la logica del dono, dell’amore donato gratuitamente, come i santi hanno saputo fare, seguendo con la loro vita lo stile e la vita stessa di Gesù.

••• •― ―• ― •― / •―•• ••― ―•―• •• •― / •― / ―― •• •―•• ――•• •― ―• • •―•• •―•• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti