Silvano di Levroux

2

Ricorrenza: 22 Settembre

Il Martirologio Romano commemora il 22 settembre un Silvano confessore a Levroux nel Berry, seguendo la notizia del martirologio di Usuardo, mentreil Martirologio Geronimiano ha la memoria inquesto giorno dei ss. Silvano e Silvestro.
Una tradizione raccolta in una Vita e in alcuniMiracula (BHL, II, p. 1118, nn. 7721-22) riportati nel Breviario della collegiata di Levroux nonesitava ad identificare questo Silvano con Zaccheo, ilpubblicano convertito di cui parla il Vangelo.Dopo aver accompagnato s. Pietro a Roma, Silvano sarebbe stato mandato in Gallia. Questa leggendaè stata illustrata da pittori del sec. XVII che affrescarono le mura nella cappella di S. Silvano vicinoal villaggio di La Celle-Bruère. Al contrario il collegamento Silvano-Silvestro potrebbe essere unatrasposizione di un culto agreste del dio dei boschi(Silvano) sulla base di un’iscrizione mal interpretata.
Qualunque ne sia stata l’origine, il culto è maggiormente accertato. La menzione del martirologioè anteriore al sec. IX. Un testo del sec. XIII c’informa che s. Martino di Tours era solito venire inpellegrinaggio a S. Silvano ogni anno. Una traslazione delle reliquie è ricordata sotto il pontificato diGuglielmo di Donjeon, arcivescovo di Bourges(1199-1209). Il doppio culto a Levroux e a LaCelle-Bruère si potrebbe spiegare con un trasferimento di reliquie avvenuto tra il 1505 e il 1534,data in cui un Atto del capitolo costatò la scomparsa di una parte del corpo esclusa la testa. Unaricognizione fatta a La Celle nel 1853 non menzionarealmente che la presenza di alcune ossa. Silvano eraonorato nella diocesi di Bourges il 23 settembre; il 24a S. Martino di Tours. Veniva invocato control’erisipela, una forma infiammatoria chiamata appunto “fuoco di San Silvano”, e la lebbra. D’altronde fu proprio un lebbrosario a dare origine al nome del luogo (Leprosus – vico Libroso – Levroux).

••• •• •―•• •••― •― ―• ――― / ―•• •• / •―•• • •••― •―• ――― ••― ―••―