Sant’ Emerico d’Ungheria

Mi piace

Ricorrenza: 4 Novembre

Il principe Emerico fu figlio di santo Stefano (primo re d’Ungheria, detto «il Santo» (969-1038), promotore della conversione al cristianesimo del popolo magiaro) e di Gisella, sorella dell’imperatore Enrico II. Nacque in un anno imprecisato fra il 1000 e il 1007 e venne educato dal 1015 al 1023 da san Gerardo abate benedettino veneziano, divenuto consigliere del re e precettore del figlio, il quale fu successivamente vescovo di Csanád. Emerico sposò una principessa bizantina, ma secondo una sua biografia redatta fra il 1109 e 1116, egli visse durante il matrimonio in perfetta castità, collaborando con il padre re Stefano alla conversione dei sudditi. In seguito ad un incidente di caccia Emerico morì nel 1031 ad Alba Regale in Ungheria. Due antiche fonti agiografiche ungheresi, composte alla fine del secolo XI, riportano che papa Gregorio VII sancì nel 1083 l’«elevazione del corpo», cioè la ricognizione e sistemazione delle reliquie, di tutti quelli che convertirono alla fede cristiana l’antica Pannonia, fra i quali, appunto, figura anche Emerico.

••• •― ―• ― ―――•• ••――― •―――― ――••• / • ―― • •―• •• ―•―• ――― / ―•• ••― ―• ――• •••• • •―• •• •―