Quadrato di Utica

Mi piace

Ricorrenza: 21 Agosto

Quantunque sant’Agostino abbia tenuto alcuni sermoni in suo onore, le notizie riguardanti la vita di Quadrato sono assai scarse. Il santo dottore lo elogia per aver formato la comunità di Utica, di cui era vescovo, al significato del martirio. Infatti nel 258 (secondo altri nel 259) un numero cospicuo di suoi fedeli fu massacrato ed il gruppo è noto sotto la denominazione di martiri della Massa Candida. Il 21 agosto, quattro giorni dopo l’uccisione di questi cristiani, anche il vescovo venne ucciso.
Il suo culto fu molto diffuso in Africa, come testimonia il Calendario Cartaginese; il nome di un martire Quadrato figura anche nel Geronimiano al 26 maggio, sempre in Africa, ma con ogni probabilità questo personaggio non va identificato col vescovo di Utica. Gli autori dei martirologi medievali (Floro, Adone, Usuardo) invece identificarono l’ignoto martire africano con l’omonimo vescovo di Atene, di cui non risulta culto nell’antichità, ma che fu accolto, sulle loro orme, al 26 maggio nel Martirologio Romano, dove invece l’autentico vescovo di Utica figura, ma senza identificazione topografica, al 21 agosto, suo dies natalis.

――•― ••― •― ―•• •―• •― ― ――― / ―•• •• / ••― ― •• ―•―• •―