Pronti nel momento del bisogno

1

Come tutti ben sappiamo, i fatti che hanno colpito la nostra Nazione ed il mondo intero in questo inizio anno, hanno sconvolto le vite di molti con eventi luttuosi e difficoltà sociali ed economiche.

Noi del Gruppo Alpini Leno abbiamo cercato di farci trovare pronti nel momento del bisogno, contribuendo a dare un piccolo aiuto alla nostra comunità facendo da supporto al Comune ed alla Protezione Civile Comunale nella consegna delle spese e dei farmaci alle persone colpite da Covid19 senza supporto famigliare, o agli anziani impossibilitati ad uscire; successivamente abbiamo supportato la Protezione Civile Comunale nella distribuzione delle mascherine.

É stata un’esperienza che ci ha segnato molto, sopratutto sotto il profilo umano.

Sono tante le emozioni provate e condivise in questo periodo: tra le più commoventi per noi Alpini, era intravedere un piccolo sorriso di speranza negli occhi delle persone sofferenti che stavamo aiutando, o ricevere una pacca sulla spalla come segno di ringraziamento, o sentirsi urlare “grazie ragazzi” da quelle poche persone che c’erano in strada o in coda in farmacia. Abbiamo persino ricevuto un disegno con dedica da parte dei ragazzi di una comunità del nostro paese che desideriamo ringraziare… queste sono situazioni ed emozioni da pelle d’oca che ci riempivano il cuore di speranza.

Non è affatto facile descrivere queste sensazioni, sopratutto per noi Alpini, uomini che hanno la penna sul cappello e nel cuore e che spesso, agli occhi di tante persone, possiamo sembrare rudi, scontrosi o più forti degli altri, ma non è così! 

Siamo persone semplici come tutti voi, semplici ed umili Alpini che hanno cercato di aiutare anche solo con una parola di conforto chi aveva bisogno e soffriva. Quel poco che abbiamo fatto come sempre lo abbiamo fatto col cuore e durante le serate di quei terribili giorni, finito il servizio tornavamo a casa dalle nostre famiglie,  tolta la pettorina, i guanti, la mascherina e il cappello, spesso ci capitava di ripensare alle emozioni provate durante la giornata, alla sofferenza dei tantissimi malati, agli occhi lucidi di chi, impaurito, si sforzava di farti un sorriso… e nel turbinio di queste emozioni che ritornavano nelle nostre menti ci veniva da piangere.

Desideriamo dedicare un pensiero e una preghiera ai tanti, troppi nonni, genitori, parenti o amici che in questo periodo in completa solitudine, senza nemmeno poter dare loro l’ultimo saluto e una degna sepoltura ci hanno lasciato.

Saranno per sempre i nostri Angeli custodi, preghiamo per loro che ci diano la forza di andare avanti e la speranza di un futuro ricco di pace e di salute per tutti.

Un saluto ed un abbraccio dal GRUPPO ALPINI LENO

•――• •―• ――― ―• ― •• / ―• • •―•• / ―― ――― ―― • ―• ― ――― / ―•• • •―•• / ―••• •• ••• ――― ――• ―• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti