Monastero invisibile

4

Pregare per le vocazioni significa desiderare che ogni fedele arrivi a riconoscere, in ogni fase della sua vita, la propria vocazione, cioè il senso vero e profondo del cammino con il quale il Signore lo sta attirando a sé, il valore unico e irripetibile della propria esistenza! Pregare per le vocazioni significa riconoscere che è a Dio che bisogna rivolgersi, perché è solo grazie allo Spirito Santo se il mistero della vita di ciascuno può svelarsi in pienezza come chiamata all’incontro con Lui.

Logo Anno della Fede

Pregare per le vocazioni (tutte!) significa amare la Chiesa, desiderare che continui a crescere in bellezza e santità, avendo a cuore la sorte e il cammino dei fratelli e delle sorelle che con noi ne fanno parte. Pregare per le vocazioni significa essere riconoscenti a Dio, perché nella sua infinita bontà continua a suscitare persone di buona volontà che, facendo della propria esistenza un dono d’amore, testimoniano, nelle varie situazioni in cui la vita li chiama, che il regno di Dio è vicino, è in mezzo a noi! Allora… “Levate i vostri occhi e guardate i campi che già biondeggiano per la mietitura…” (Gv 4,35).

L’Anno della Fede appena iniziato, ci invita a rafforzare il nostro Credere con la vita e la preghiera.

Ecco una proposta per quanti vorranno aprire il cuore e rendersi disponibili ad un impegno di preghiera per le VOCAZIONI che la Diocesi ci offre attraverso: “Un Monastero invisibile”.

LA NOSTRA PROPOSTA consiste in un’ora di preghiera il primo sabato di ogni mese a partire da febbraio. Ci troviamo nella cappella dell’oratorio alle ore 17 per pregare insieme.

―― ――― ―• •― ••• ― • •―• ――― / •• ―• •••― •• ••• •• ―••• •• •―•• •
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti