L’educazione che viene dal cuore: dal generale all’educare

1

Lo scopo principale che affrontiamo all’interno dei gruppi-famiglia è quello di  prendere  la giusta consapevolezza  del nostro essere educatori da parte dei  genitori, e soprattutto un tentare di lasciarsi convertire/trasformare dall’appartenenza a Cristo.

L’educazione genitoriale parte e sempre si fonda sull’amore coniugale. Se la qualità di quest’ultimo è veramente cristiana, nella pratica di tutti i giorni, allora anche lo sforzo educativo non potrà ripetere stanchi e poco verificati clichè della nostra società; dovrà avere, al contrario, una marcia in più.

Spesso ci diciamo che dopo anni di catechismo, frequentazione oratoriana e liturgica, iscrizione ad una buona scuola cattolica, i figli sembrano allontanarsi dal Signore. “Che cosa è mancato? Dove abbiamo sbagliato?”. Sono i ritornelli di parecchi genitori. Senza poter entrare nei meandri delle singole vicende familiari, bisogna ammettere che le domande giuste da porsi sarebbero: “Come abbiamo vissuto da sposi? Che cosa abbiamo trasmesso del nostro amore e della nostra fede? Perché la nostra vita di adulti sembra non affascinare i giovani?”. Quindi, non tanto domande sulle competenze educative e sulle ultime tecniche, ma una revisione sulla propria vita, sui legami creati e sulla propria testimonianza.

Buon cammino!

Don Domenico
•―•• ―――•• ••――― •―――― ――••• • ―•• ••― ―•―• •― ――•• •• ――― ―• • / ―•―• •••• • / •••― •• • ―• • / ―•• •― •―•• / ―•―• ••― ――― •―• • ―――••• / ―•• •― •―•• / ――• • ―• • •―• •― •―•• • / •― •―•• •―•• ―――•• ••――― •―――― ――••• • ―•• ••― ―•―• •― •―• •
don Domenico Paini

don Domenico Paini

Classe 1967 e originario della parrocchia di Castel Goffredo, ha svolto i seguenti incarichi: curato a Calcinato dal 1992 al 2001, curato a Manerbio dal 2001 al 2008. Dal 2008 è curato di Leno, dal 2013 è curato anche di Milzanello e Porzano, seguendo la pastorale familiare.


Commenti