La musica è un modo di vivere

1

Mi hanno chiesto di scrivere un piccolo articolo che ricordi i prossimi appuntamenti della nostra associazione, il Corpo Musicale Lenese “Vincenzo Capirola” e che raccontasse chi siamo e cosa facciamo.

Qualche giorno fa mi è capitato di assistere ad un concerto di alcuni studenti di una scuola ad indirizzo musicale; hanno introdotto il concerto con un discorso di Claudio Abbado che mi ha fatto commuovere…riporto di seguito alcuni pezzi:

Tutti dovrebbero studiare musica, ingentilisce l’animo. Si andrebbe verso una società migliore… Non si tratta di saper solfeggiare o strimpellare uno strumento, ma di soffermarsi nella bellezza, saperla abitare e ascoltare, riuscire ad orientarsi nella foresta dei suoni e poterci camminare dentro… Mozart diceva che la musica più profonda è in mezzo, tra i suoni e non nei suoni. È la vita stessa dell’universo, imperscrutabile, eppure capace di attraversare alcuni fin dal concepimento con doni straordinari […]

Penso che la musica non possa essere un privilegio di pochi, ma un diritto di tutti!
C’è un lusso meraviglioso che regala la musica: l’intensità nella delicatezza, quel saper suonare piano e intenso. È anche un modo di vivere. Sentire la semplice, abissale differenza che passa fra urlare “ti amo” o sussurrarlo.

Claudio Abbado

Allora è di questo che vorrei parlare…del valore inclusivo della musica.

È vero, la musica è un modo di vivere. Accompagna fasi di vita, riflette stati d’animo, fa nascere emozioni. Ti permette di costruirti un posticino – il tuo posticino; non serve essere performanti, i più forti o i più veloci. La musica permette di misurarsi con gli altri, di far fronte in tempo reale all’errore, di trovare la giusta misura e di stare nel gruppo. È uno strumento potente che aiuta ad esprimersi e a comunicare…

La musica si fa insieme, imparando a rispettare i tempi del gruppo; ogni parte è importante e fondamentale per costruire il “tutto”.

Negli ultimi mesi abbiamo avuto la possibilità di partecipare a diverse iniziative ed eventi che ci hanno permesso di incontrare e confrontarci con realtà musicali provenienti da tutta Europa; abbiamo sperimentato l’emozione della condivisione…di un palco, di un intento comune, di valori che tutti i giorni ci danno la carica di continuare a portare avanti tutte le attività e a tenere insieme tutte le persone che fatto parte di questa nostra associazione.

All’interno della nostra scuola di musica stanno crescendo diverse formazioni: due gruppi di musica di insieme con gli allievi dei primi anni di corso, la banda giovanile, la banda maggiore e la senior band con adulti che da poco hanno deciso di avvicinarsi al mondo della musica…ci piace definirlo un micro cosmo nel cosmo. È bello vedere genitori suonare insieme ai figli, adulti con i bambini, insegnanti con allievi…e allora i ruoli si invertono: i piccoli guidano e motivano i grandi aiutandoli a buttarsi in questo bel gioco che è la musica.

Un direttore che abbiamo avuto la possibilità di ospitare a Leno ci ha ricordato: noi usiamo il linguaggio per comunicare. Ma le emozioni non si possono esprimere a parole…ecco perché esiste la musica. La musica è il linguaggio dell’anima! È questo che voi dovete fare: trasmettere e donare emozioni!

Questa è la nostra grande responsabilità, ma anche un bellissimo privilegio! Ecco perché la musica è inclusiva: perché le emozioni sono di tutti e per tutti.

•―•• •― / ―― ••― ••• •• ―•―• •― / / ••― ―• / ―― ――― ―•• ――― / ―•• •• / •••― •• •••― • •―• •
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti