Guardate a Lui e sarete raggianti

2

Vorrei raccontarvi in poche parole come è nato il desiderio di fare i catechisti.

Non so da dove iniziare. Ricordo però che quando ero piccola e frequentavo il catechismo pensavo che da grande mi sarebbe piaciuto fare la catechista.

Pensavo che non era semplice. Lo vedevo come un ruolo complicato e difficile da raggiungere.

Solo adesso ho capito che sbagliavo.

Poi crescendo la vita prende altre vie,ho lasciato perdere i miei sogni,le mie aspettative e lontana dai miei affetti mi sono tuffata totalmente nel ruolo di mamma . Ti fai prendere da mille pensieri e non riesci a realizzare pienamente i  tuoi progetti. Ti sembra tutto così difficile, anche un piccolo problema diventa grande.

Sei cristiano, vai a Messa e poi ?

Ma ad un certo punto, quando nella tua vita subisci una grave perdita, ti rendi conto che tutto è inutile . Ti affanni a lavorare ,a costruire idoli, ti preoccupi per il futuro dei tuoi figli,ma poi ti rendi conto che tutto ciò non ha importanza e

non è preoccupante perché se ti affidi a Dio, se apri il tuo cuore a Gesù tutto cambia .

Ti senti amato, sicuro di te, tutto diventa più semplice. Si, quando pensi al tuo dolore stai male ma poi con la preghiera ti senti meglio e sei gioiosa.

Sentendo questa gioia nel cuore, che puoi provare solo amando Gesù, ci siamo ripromessi di parlare di Lui farlo conoscere anche a coloro che fanno fatica ad amarLo. E attraverso le nostre preghiere esprimevamo a Gesù la voglia di diventare suoi discepoli ed evangelizzare la sua parola.

Dopo qualche mese il Signore ha esaudito la nostra preghiera e abbiamo scoperto che Gesù si manifesta attraverso le persone che incontriamo .

Infatti una domenica di fine settembre, dopo la S.Messa una nostra amica ci ha riferito questo messaggio :”Giovanni, servono dei catechisti la domenica!”

Per noi la domenica non era un giorno ideale e pur non avendo una grande preparazione,senza pensarci abbiamo dato la nostra disponibilità perché il Signore ci aveva chiamato (la Provvidenza).

Così Insieme ai nostri sedici bimbi abbiamo iniziato un percorso meraviglioso e pieno di emozioni .

Questa è stata l’esperienza più bella della nostra vita,aprite il vostro cuore a Gesù,dite il vostro si come fece Maria sua e nostra tenera Madre. Accogliendo Gesù e affidando la nostra vita nella sue santissime piaghe vivremo nella pace,nella serenità e sotto la sua protezione (è ovvio che le prove non mancheranno).

Immergendoci nella sua infinita Misericordia la nostra fede si rafforzerà e il suo amore sarà così abbondante da poter riversarlo sui nostri fratelli.

guardate a Lui e sarete raggianti (salmo 34,6)

Giovanni e Carmela

 

――• ••― •― •―• ―•• •― ― • / •― / •―•• ••― •• / • / ••• •― •―• • ― • / •―• •― ――• ――• •• •― ―• ― ••

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti