Follest 2012: un follest da tragedia!

3

Hanno detto del Follest:

“Bello, bello.”

“Si, bellissimo.”

“ Un’esperienza negativa che c’ha traumatizzati, ma da rifare.”

“Non ce la faccio più!”

“La prossima volta faccio di tutto per essere al Follest.”

Tra probabilità e imprevisti anche per quest’anno le serate estive del Follest si sono concluse.

Quattro serate di ermetico divertimento si sono succedute durante le prime tre settimane di Luglio e hanno visto giovani dai 14 ai 16 anni sfidarsi nel fango del paludoso campo dell’oratorio e nei particolarissimi giochi di abilità escogitati per l’occasione dalla finissima mente degli animatori. Il divertimento a mente sgombra da pensieri e impegni scolastici è da sempre il punto cardine di questa fantastica esperienza, in cui i ragazzi lenesi che durante la mattina sono impegnati a far divertire i più piccoli partecipanti del grest, si scaricano e si divertono in modo sano.

Un Follest che da sempre trae ispirazione dalla realtà che ci circonda e che se l’anno scorso celebrava insieme all’Italia i 150 anni della sua unità, quest’anno scherzosamente giocava sull’imminente fine del mondo annunciata per il fatidico 21 dicembre 2012, tanto da articolare le quattro serate ripercorrendo eventi catastrofici riletti in chiave spiritosa.

Follest 2012

Immancabili e sempre gradevolissime sono state: la serata nelle piscine comunali, che ha raccolto il consenso più alto tra le quattro serate proposte, e la gita finale a Gardaland, cominciata con un temporale che ha sfoltito l’afflusso al parco divertimento, garantendo così ai partecipanti una giornata davvero piacevole e all’insegna del bel tempo, un bel tempo dal tempismo perfetto che precisamente alle 22.30, orario di partenza, si è lasciato andare ad un temporale estivo chiudendo la giornata cosi come era iniziata.

Un Follest bello e divertente, ma un po’ amaro per gli organizzatori che hanno riscontrato un calo nella partecipazione, nota dolente che però non è riuscita a intaccare lo spirito fondante di questi momenti, all’insegna del sorriso e dell’ilarità. Ricordando che il Follest vi aspetta anche l’anno prossimo con nuove fantastiche avventure…

Buona estate e buon proseguimento.

LUNGA VITA AL FOLLEST!

Francesco

••―• ――― •―•• •―•• • ••• ― / ••――― ――――― •―――― ••――― ―――••• / ••― ―• / ••―• ――― •―•• •―•• • ••• ― / ―•• •― / ― •―• •― ――• • ―•• •• •―
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti