Follest 2009, un divertimento stellare!

2

Quest’anno, come del resto tutti gli anni, il follest si è rivelata un’esperienza SPAZIALE… in tutti i sensi!!

Momenti di gioco si sono uniti a nozioni di astronomia che hanno rapito l’attenzione di noi ragazzi, difatti, nonostante la stanchezza, ogni volta il divertimento era assicurato grazie all’impegno e alla passione degli organizzatori, che sono riusciti a preparare giochi allettanti e mai banali.

La prima sera siamo “decollati”, abbiamo formato le quattro squadre che ci hanno tenuto in competizione per il resto del “viaggio”. Durante la seconda tappa, in sella ai nostri bolidi, abbiamo perlustrato, cercato e conquistato il paese, nella squadra vincitrice è stato sorteggiato un fortunato che ha vinto un biglietto per Gardaland. Nel terzo appuntamento ci siamo scatenati dividendoci tra gli abissi della piscina di Leno e il campo da “beach volley”. Nella quarta data invece siamo rimasti in oratorio e ci siamo sbizzarriti in alcuni giochi come, ad esempio, tiro alla fune, “1, 2, 3 stella!”, corsa coi sacchi… Abbiamo concluso la serata sporchi, bagnati ma felici. Sabato, durante la mattina e per tutto il pomeriggio alcuni ragazzi si sono dati da fare per pulire le auto, sfortunatamente noi non abbiamo potuto parteciparvi, ma comunque molti altri ragazzi ci hanno messo impegno e attenzione. Abbiamo trascorso la serata “Dalle stella alle stalle” in una cascina con alcuni compagni di Pavone e anche qui ci siamo divertiti grazie a dei fantastici giochi “rustici” organizzati dai nostri fantastici animatori “rustici”. L’ultima serata,grazie ad un esperto astrofilo abbiamo imparato a conoscere le costellazioni, il cielo, i pianeti… è stata sicuramente un’esperienza fantastica, diversa dal solito, come tutte le altre del resto!

Infine la magia di un cielo stellato, la voglia di divertirci e l’adrenalina ci hanno offerto una notte magica a Gardaland per concludere nei migliori modi questo fantastico viaggio.

Grazie al follest noi animatori riusciamo a tirar fuori la nostra parte migliore, perchè possiamo conoscerci più a fondo, stando tutti insieme, dai più piccoli ai più grandi; in questo modo possiamo lavorare bene tra di noi e fare un gioco di squadra che riesca a trasmettere ai ragazzi il bello dello “stare in gruppo” e l’importanza del rispetto per tutti.

Il Gruppo GS2
Mariachiara, Monica, Nauel, Rachele, Martina,
Chiara, Tania, Leonardo, Carlo, Roberto, Giovanni

••―• ――― •―•• •―•• • ••• ― / ••――― ――――― ――――― ――――• ――••―― / ••― ―• / ―•• •• •••― • •―• ― •• ―― • ―• ― ――― / ••• ― • •―•• •―•• •― •―• •
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti