Festival della missione: ecco il programma!

1

Dopo le prime anticipazioni di inizio luglio, nelle ultime settimane i tre soggetti promotori – Conferenza degli Istituti Missionari, Fondazione Missio della Conferenza episcopale italiana e Diocesi di Brescia – hanno messo a fuoco il momento di apertura del 12 ottobre, che vedrà tra l’altro la Messa celebrata dal nuovo vescovo di Brescia, mons. Pierantonio Tremolada, cui seguirà una fitta serie di veglie missionarie in varie parrocchie e monasteri di clausura della città e del territorio circostante.

Intenso il programma della mattinata di venerdì 13, che si svolgerà nella sede bresciana dell’Università Cattolica e presso l’Università Statale. Una scelta non casuale, a significare che il futuro della missione passa anche dal confronto con il mondo della cultura e della scienza.

In Cattolica la mattinata si aprirà con una tavola rotonda sul tema “Quale futuro per la missione ad gentes”, alla quale parteciperanno il cardinale Fernando Filoni (Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli) e i superiori maggiori di due istituti missionari italiani: le suore comboniane (Luigina Coccia) e i missionari della Consolata (Stefano Camerlengo).

Contemporaneamente, in Università Statale, si svolgerà l’incontro “Global Health Coverage”, dedicato alla tutela della salute tra Nord e Sud del mondo. Folto e qualificato, anche qui, il ventaglio dei relatori: Nicoletta Dentico (direttrice di Health Innovation in practice, Ginevra), Francesco Castelli (Professore ordinario di malattie infettive, delegato del Rettore per la cooperazione allo sviluppo), Carlo Collivignarelli (presidente e fondatore CeTamb), Massimo Chiappa (direttore Medicus Mundi), don Dante Carraro (direttore Medici con l’Africa – Cuamm), Alessandro Manciana (medico, volontario dell’anno Focsiv 2016). Nel corso dell’incontro Elisabetta Soglio (giornalista del Corriera della Sera e autrice di Chiamatemi Giuseppe), intervisterà Giovanna Ambrosoli (direttrice della fondazione Ambrosoli) e padre Egidio Tocalli, missionario comboniano, “erede” di padre Giuseppe Ambrosoli.

Al Festival non mancheranno gli ospiti internazionali: dal cardinale filippino Luis Antonio Gokim Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internationalis (venerdì 13 ottobre, ore 21) alla suora ugandese Rosemary Nyirumbe, scelta come “Eroe dell’anno” dalla CNN (sabato 14 ottobre, ore 15), dal messicano padre Alejandro Solalinde, impegnato contro il traffico di migranti (sabato 14 ottobre, ore 17), a Blessing Okoedion, nigeriana sfuggita alla tratta, che interverrà insieme a suor Gabriella Bottani (comboniana, presidente di Talitha Kum) in un incontro su questa moderna schiavitù (sabato, ore 18.30), per arrivare al francese Gael Giraud, gesuita ed economista, protagonista di un incontro su economia ed Evangelii Gaudium insieme a padre Alex Zanotelli (domenica 15 ottobre, ore 18).

Ma il Festival della Missione non sarà solo una carrellata di incontri e conferenze, pur con ospiti prestigiosi. Vuole essere anche un’occasione di festa e condivisione. Ecco allora uno speciale concerto per la pace dei The Sun, tra le principali christian rock band italiane. Al concerto-evento, che si svolgerà all’aperto in una delle piazze del centro storico di Brescia la sera del sabato, seguirà la “Notte bianca della missione” animata dal coro Tatanzambe e dai missionari, con testimonianze e preghiera conclusiva. Missionari e missionarie saranno i protagonisti degli inconsueti aperitivi che, nel tardo pomeriggio di sabato e domenica, si svolgeranno in vari locali del centro città.

Per restare all’ambito musicale, nel programma messo a fuoco nelle ultime settimane sono stati inseriti anche i concerti del multietnico Coro Elikya (domenica 15 ottobre, ore 12) e di Scalamusic (domenica 15 ottobre, ore 15.30).

In ambito teatrale, spicca tra le varie proposte “Irene”, una rappresentazione teatrale sulla beata Irene Stefani, missionaria bresciana della Consolata, ideata dalla compagnia teatrale Controsenso appositamente per il Festival (sabato 15 ottobre, ore 21). Da segnalare anche lo spettacolo “Vento”, ideato e messo in scena da un gruppo di giovani legato al Pime (sabato 12, ore 18.30).

La intensa quattro giorni del Festival della Missione potrà avvalersi di alcuni momenti preparatori, anche questi progressivamente in via di definizione. Mentre due “fili rossi” che si intrecceranno agli eventi sono rappresentati dal ricchissimo programma delle circa 20 mostre, allestite in vari luoghi della città, e dallo Youth Village, uno spazio dedicato ai giovani, allestito presso il Centro Pastorale Paolo VI, che promuoverà alcuni momenti dedicati agli under 30.

La partecipazione a tutti i singoli eventi del Festival (compresi spettacoli e concerti) è gratuita. I promotori offrono ai missionari, ai delegati dei Centri diocesani missionari e ai gruppi organizzati di giovani che intendono pernottare a Brescia la possibilità di usufruire dell’ospitalità, secondo uno stile sobrio ed essenziale. Clicca qui per tutti i dettagli.

Sono state infine definite anche le prestigiose media-partnership di cui potrà avvalersi il Festival: con Avvenire, TV2000, Radio InBlu, l’agenzia SIR, il settimanale diocesano La Voce del Popolo e le riviste della Federazione della stampa missionaria italiana (Fesmi), mentre sono in corso contatti con altre realtà editoriali significative.

Qui puoi consultare la lista di tutti gli eventi giorno per giorno:
Prefestival
Giovedì 12
Venerdì 13
Sabato 14
Domenica 15

••―• • ••• ― •• •••― •― •―•• / ―•• • •―•• •―•• •― / ―― •• ••• ••• •• ――― ―• • ―――••• / • ―•―• ―•―• ――― / •• •―•• / •――• •―• ――― ――• •―• •― ―― ―― •―
don Roberto

don Roberto

Sono sacerdote fidei-donum missionario in Albania dal 2008, originario di Leno e in precedenza Curato a Edolo e Cortenedolo. La mia frase preferita? “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)


Commenti