Fa fiorire il deserto – 29 marzo

Mi piace

Giovedì Santo: siamo nel cuore dell’anno liturgico. La cena di Gesù e l’Eucaristia sono il tesoro che Dio ha messo nei nostri vasi di argilla. Se sappiamo condividerlo anche gli altri incontreranno il Risorto.

Fratelli, io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me». Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore, finché egli venga. (1 Cor 11, 23-26)

Di giorno in giorno, di comunità in comunità, da discepolo a discepolo, ciò che hai ricevuto viene trasmesso, consegnato, donato. Solo mangiando di quel pane e bevendo a quel calice entri nel mistero della passione, morte e resurrezione di Gesù. Ogni volta, ogni domenica, ogni giorno finché Lui verrà. Allora lo riconoscerai.

Ricordaci Signore che possiamo essere tuoi testimoni non solo con la parola ma soprattutto con le azioni quotidiane. Aiutaci a pronunciare il tuo nome nei luoghi in cui siamo chiamati a vivere.

Recito una preghiera prima dei pasti insieme alla mia famiglia. (potrebbe diventare un’abitudine quotidiana!).

••―• •― / ••―• •• ――― •―• •• •―• • / •• •―•• / ―•• • ••• • •―• ― ――― / ―――•• ••――― •―――― •―――― / ••――― ――――• / ―― •― •―• ――•• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti