Fa fiorire il deserto – 27 febbraio

Mi piace

Oggi ascolteremo un brano nel quale il Signore sente il suo popolo che si lamenta. Capita anche nella nostra quotidianità: non lamentiamoci di ciò che va storto o di ciò che ci manca; continuiamo ad avere fiducia nel Signore che come un padre si prende cura di noi.

Il Signore disse a Mosè: “Ho inteso la mormorazione degli Israeliti”. La sera le quaglie salirono; al mattino c’era uno strato di rugiada intorno all’accampamento. Sulla superficie c’era una cosa fine e granulosa, minuta come è la brina sulla terra. Gli Israeliti dissero: “Che cos’è?”. Mosè disse loro: “È il pane che il Signore vi ha dato in cibo. (Es 16, 11-15) 

La mormorazione amplifica la tristezza e contagia il cuore dell’altro. È una malattia spirituale dalla quale guarire. Il Signore risponde alla mormorazione con il dono della “manna dal cielo”. La sua risposta definitiva sarà “il pane disceso dal cielo”: Gesù Suo Figlio. La manna diede agli israeliti la forza per raggiungere la terra promessa; Gesù ti nutre fino al traguardo definitivo: l’incontro con Dio, il compimento della vita.

Signore ti preghiamo per la famiglia, piccola Chiesa, perché al suo interno si viva la fiducia nella Provvidenza, che aiuta ad accogliere e a promuovere il dono della vita.

Recito una preghiera per ogni componente della mia famiglia.

••―• •― / ••―• •• ――― •―• •• •―• • / •• •―•• / ―•• • ••• • •―• ― ――― / ―――•• ••――― •―――― •―――― / ••――― ――••• / ••―• • ―••• ―••• •―• •― •• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti