Fa fiorire il deserto – 21 marzo

1

La rivalità è segno di un cuore indurito: solo lo Spirito Santo ci dà la capacità di vedere nell’altro un fratello da amare, sempre

Gli rispose il padre: “Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo; ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato””. (Lc 15, 31-32)

Alla durezza di cuore, alla superbia, alla volontà di giudizio, all’incapacità di entrare alla festa il Padre risponde chiamandoti “figlio” e restituendoti un fratello perduto. La gioia nasce dall’entrare nel cuore del Padre che accoglie e compie i cammini che conducono dalla morte alla vita, dall’essere perduti all’essere ritrovati. Bisogna far festa e rallegrarsi: la tristezza è sintomo che il male, il peccato ci ferisce.

Signore, fa che come il padre misericordioso mostriamo comprensione nei momenti difficili, e ci adoperiamo per una riconciliazione sincera ed un clima di amicizia rinnovata.

Perdono chi mi ha fatto qualche torto o ha detto qualche parola brutta nei miei confronti

••―• •― / ••―• •• ――― •―• •• •―• • / •• •―•• / ―•• • ••• • •―• ― ――― / ―――•• ••――― •―――― •―――― / ••――― •―――― / ―― •― •―• ――•• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti