Fa fiorire il deserto – 16 marzo

Mi piace

Quante volte siamo caduti. Quante volte qualcuno ci ha colpito (non solo fisicamente), quante volte le nostre giornate ci lasciano a terra, senza fiato. Gesù è lì, prova compassione, si prende cura di noi.

Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e cadde nelle mani dei briganti, che gli portarono via tutto, lo percossero a sangue e se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. […] Un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto, vide e ne ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in un albergo e si prese cura di lui. (Lc 10, 31-34) 

Quell’uomo sei tu! Sei tu che sei incappato nei briganti che ti hanno portato via tutto, ti hanno ferito, abbandonato ai margini della vita. Gesù, il Samaritano, passa, vede, patisce con te, si china sulla tua umanità ferita e risponde a chi ti ha portato via tutto dandoti tutto, prendendosi cura di te. Chiediti: cosa posso dire a Gesù che fa questo per me? Cosa posso fare per assomigliare a Lui?

Ti preghiamo, Signore, per i malati e i sofferenti: possano trovare sempre accanto a loro il conforto e la speranza di una persona cara.

Propongo alla mia classe di catechismo una visita ai nonni che vivono in casa di riposo.

••―• •― / ••―• •• ――― •―• •• •―• • / •• •―•• / ―•• • ••• • •―• ― ――― / ―――•• ••――― •―――― •―――― / •―――― ―•••• / ―― •― •―• ――•• ―――

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti