Estate 2017: menonera missionaria

4

Da Papa Francesco: “In forza del mandato missionario, la Chiesa si prende cura di quanti non conoscono il Vangelo, perché desidera che tutti siano salvi e giungano a fare esperienza dell’amore del Signore”. Trovano qui risposta tutte le obiezioni di coloro che considerano oggi la missione ad gentes un optional o, quasi, un lusso che non possiamo più permetterci. “Ma perché andare all’altro capo del mondo, quando l’Europa è scristianizzata e c’è tanto da fare qui…” “O ancora perché mai destinare uomini, donne, risorse alla missione quando qui in Italia siamo ormai così scarsi di clero…” “Oggi il mondo ce l’abbiamo in casa, gli immigrati che sbarcano da noi appartengono a tante religioni, molti non sono cristiani, la missione è qui…”. Ogni popolo e cultura ha il diritto di ricevere il messaggio di salvezza che è dono di Dio per tutti. Forse dovremmo tenere conto di questo aspetto anche nell’accoglienza dei migranti qui in Italia: se la prima cosa da dare loro è sicuramente un tetto, un letto, un pasto, per noi cristiani una vera accoglienza dovrebbe comprendere, ovviamente a tempo debito, anche una proposta di un incontro con Cristo. Far fare esperienza dell’amore del Signore, partendo dalla nostra realtà fino “agli estremi confini della terra”. Far incontrare, tramite la Chiesa missionaria, un Dio che è amore e misericordia, un Dio talmente affascinante che diventa interessante seguirlo. Questo ci chiede Papa Francesco: “Siate sempre pronti nella solidarietà, forti nella vicinanza, solerti nel suscitare la gioia e convincenti nella consolazione. Il mondo ha bisogno di segni concreti, di segni concreti di solidarietà, soprattutto davanti alla tentazione dell’indifferenza, e richiede persone capaci di contrastare con la loro vita l’individualismo, il pensare solo a sé stessi e disinteressarsi dei fratelli nel bisogno. Siate sempre contenti e pieni di gioia per il vostro servizio, ma non fatene mai un motivo di presunzione che porta a sentirsi migliori degli altri. Invece, la vostra opera di misericordia sia l’umile ed eloquente prolungamento di Gesù Cristo che continua a chinarsi e prendersi cura di chi soffre”.

Questo è ciò che si cercherà di realizzare anche in questa estate presso la località Campagnole bivio-Risparmio, dove la parrocchia, tramite la commissione missionaria, in collaborazione con tanti altri volontari, dal 26 giugno al 23 agosto organizzerà la “Menonera Missionaria 2017”.

Si proporranno angurie e meloni, panini, gelati, prodotti equo-solidali, cene con specialità della sera, informazione missionaria, si potrà giocare a beach-volly e scambiare quattro chiacchiere in allegria. Il ricavato dell’iniziativa andrà a sostegno di progetti nei paesi in via di sviluppo.

 L’amore, “edifica” (1 Cor 8,1), cambia la vita delle persone e da senso a quello che viviamo e facciamo, vuol dire che se scopriamo e sperimentiamo l’amore di Dio e lo viviamo come lui ci insegna giorno dopo giorno, permetterà alle nostre comunità di essere segno concreto della comunione fraterna.

Vi aspettiamo! E se volete unirvi a noi come volontari contattateci! ( Marisa 3381901306)

• ••• ― •― ― • / ••――― ――――― •―――― ――••• ―――••• / ―― • ―• ――― ―• • •―• •― / ―― •• ••• ••• •• ――― ―• •― •―• •• •―
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti