Esperienza di registrazione Anno I

1

Il Coro Giovanile S. Michele Arcangelo di Leno nasce nel mese di Ottobre dell’anno 2010, nell’ambito dell’Oratorio, su iniziativa dell’allora curato Don Carlo Tartari, per animare con un impronta stilistica originale le più importanti liturgie lenesi della Domenica sera. Il coro è formato da adolescenti e giovani della comunità cristiana di Leno ed è una tra le iniziative proposte per la mistagogia secondo i nuovi ordinamenti dell’iniziazione cattolica dei fanciulli e dei ragazzi. L’occasione di crescita musical-culturale offerta ai ragazzi prevede una metodologia di intervento didattico regolare che contempla finalità spirituali oltre a quelle più spiccatamente ludiche. La formazione è caratterizzata da voci miste accompagnate da sezione ritmica e strumenti a fiato. Il repertorio prevede arrangiamenti originali di canti liturgici popolari, libere elaborazioni di brani della comunità ecumenica di Taizè e composizioni inedite sempre rigorosamente su testi liturgici. Il gruppo in più di un occasione ha saputo cimentarsi con entusiasmo anche con il Canto Gregoriano.

cd Coro San Michele

Il percorso didattico intrapreso vede come importante tappa formativa per la crescita tecnica ed interpretativa del Gruppo l’esperienza della seduta di registrazione. Questo CD è il frutto della prima pratica di questo genere affrontata dai ragazzi, per questo motivo non ha l’ambizione di presentarsi come una vera e propria proposta artistico-interpretativa, ma vuole configurarsi solo come una “foto ricordo” del lavoro svolto nel primo anno di attività. La registrazione, effettuata secondo i metodi della musica classica, è stata realizzata in un lungo e caldissimo sabato pomeriggio, il 17 settembre 2011, all’interno del teatrodell’Oratorio di Leno.

Coro-giovanile4

I ragazzi, come sempre, non si sono risparmiati e nonostante le condizioni acustiche-ambientali nonfossero ideali, hanno dato il meglio di loro stessi. Per questo ed altri motivi non voglio perdere l’occasione di ringraziarli per l’impegno profuso, i primi risultati ottenuti e soprattutto per il servizio che svolgono con atteggiamento quasi professionale durante i numerosi momenti liturgici che li vedono coinvolti.

Un ringraziamento speciale viene rivolto alla comunità dei sacerdoti della Parrocchia di Leno che con i loro suggerimenti e talvolta con le loro critiche ci hanno offerto stimolanti opportunità di miglioramento. Infine, un caloroso grazie a Don Carlo Tartari che, con la sua intelligenza e il suo carisma, ha saputo motivarci ad intraprendere e continuare, a Dio piacendo, un’iniziativa tanto impegnativa quanto gratificante.

Giacomo Favagrossa.

• ••• •――• • •―• •• • ―• ――•• •― / ―•• •• / •―• • ――• •• ••• ― •―• •― ――•• •• ――― ―• • / •― ―• ―• ――― / ••
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti