Cortenedolo 2009: gioco, felicità e crescita

3

Per il gruppo Pachisi l’esperienza di Cortenedolo si ripete. Con la voglia di creare nuove amicizie e sperimentare nuove esperienze, siamo partiti tutti con il sorriso. Fin dall’inizio si sono creati legami forti con il gruppo Babbi e gli iniziali pregiudizi sono crollati.

Cortenedolo 2009

Sono rimasta molto colpita dall’energia che ognuno di noi ha messo per rendere unico questo camposcuola. Ci siamo messi tutti in gioco e abbiamo lasciato la timidezza chiusa in valigia. Prima di partire avevo paura di passare un camposcuola uguale a quello dell’anno scorso. Mi sono trovata invece a dover affrontare nuove attività, nuovi argomenti, nuove riflessioni. Quest’anno, per la prima volta, posso dire di essere cambiata dopo un camposcuola. Ho avuto la possibilità di mettermi davanti a uno specchio e affrontare le mie paure, i miei dubbi. Con l’aiuto degli altri ragazzi e soprattutto grazie agli animatori, ho capito tanto cose di me, ma anche degli altri. Credo che questo sia stato il miglior camposcuola, proprio per il cambiamento interiore che ho portato a casa.

Naturalmente non sono mancati i momenti di gioco. Sempre con il sorriso sulle labbra, abbiamo corso per la caccia al tesoro, abbiamo ballato nei momenti di svago, abbiamo cantato le canzoni della nostra vita sotto le stelle, abbiamo riso per ogni cosa.

Un mix di emozioni che sarà difficile dimenticare…

Grazie a tutti!

Claudia

―•―• ――― •―• ― • ―• • ―•• ――― •―•• ――― / ••――― ――――― ――――― ――――• ―――••• / ――• •• ――― ―•―• ――― ――••―― / ••―• • •―•• •• ―•―• •• ― / • / ―•―• •―• • ••• ―•―• •• ― •―
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti