Con don Roberto in Albania

2

…rivolgiamo lo sguardo del nostro cuore a Gesù Crocifisso e sentiamo dentro di noi che Dio ci ama, ci ama davvero, e ci ama così tanto! Ecco l’espressione più semplice che riassume tutto il Vangelo, tutta la fede, tutta la teologia: Dio ci ama di amore gratuito e sconfinato.
(Papa Francesco, Angelus 18 Marzo 2015)

Carissimi amici,
non è mai facile riassumere in poche parole ciò che si vive per
raccontarlo e rendere partecipi anche voi di questa avventura di Fede che è la nostra presenza missionaria in questa terra, non è facile perchè sembra sempre di voler indurre qualcuno alla tenerezza raccontando alcuni fatti… ma non è cosi… ciò che possiamo fare è reso possibile dal vostro costante e continuo aiuto che ci rende la mano della Provvidenza che sa arrivare ovunque… ed è il Bene che voi volete a me, il Bene che io voglio a Gesù che si trasforma nel Bene che riusciamo a comunicare ad altre persone. Sì, il Bene… l’Amore… è la spiegazione di tutto… dobbiamo dircelo… è la spiegazione anche della Pasqua, ce lo ha detto Papa Francesco: in Gesù Crocifisso sentiamo che siamo amati davvero e questo ci fa stare bene,… sentirci amati davvero…. non in teoria ma in pratica. Ecco… la missione qui o lì da voi… non sono altro che una occasione che abbiamo per dimostrare che siamo amati davvero! Non esistono meriti o confini… l’Amore Cristiano serve per aiutare le persone a cambiare attraverso l’Amore. Ecco ciò che faccio qui! A Natale vi raccontavo di un giovane che era in carcere in Francia… ebbene, sono riuscito a raggiungerlo attraverso un sacerdote di Tolosa che lavora in carcere là e che ho avuto indirizzo attraverso Nunzio Apostolico di Parigi che è un nostro confratello bresciano vescovo (mons. Luigi Ventura)… e questo sacerdote mi raccontava che quando è andato in carcere, ha fatto chiamare questo ragazzo (che non capiva perchè era stato convocato) e gli ha comunicato che io lo stavo cercando, mi diceva che ha pianto per ore dalla gioia perchè si è sentito “cercato e amato” da me. Ora questo giovane è tornato qui e lo sto aiutando dato che ha trovato la casa vuota perchè la famiglia nel frattempo è emigrata in Germania alla ricerca di asilo politico… e si è trovato solo, casa vuota e senza nulla… però è tornato solo con la voglia di abbracciarmi. L’amore cambia la vita anche nei piccoli gesti… e ora lo sto aiutando a ricominciare. L’amore che ho vissuto aiutando una famiglia proprio in queste settimane dove un giovane di 28 anni, infermiere, a seguito di un incidente stradale stava rischiando di perdere uso della mano e dove solo l’amore poteva aiutarli ad affrontare con serenità la situazione tenendo conto delle limitate condizioni di cui godono gli ospedali qui per affrontare operazioni di questo tipo. Aiutarli a sentirsi accompagnati ha reso possibile a loro di sentire che Gesù ama tutti… in ogni situazione; ora li accompagno in questo percorso di riabilitazione. Ecco… pochi esempi di amore declinato… ma un amore possibile, che fa stare meglio in ogni situazione… chi è Gesù se non Colui che ci aiuta a vivere??? Ecco allora perchè continuo a tendere la mano senza vergogna… perchè so che il vostro sostegno è un modo per annunciare che Gesù continua ad amare attraverso le nostre possibilità… le nostre risorse, che se anche ci sembrano poche sono sempre piu tante
di quelle a cui possono attingere la maggioranza di tanti nostri fratelli. In questi mesi ho poi ripreso a servire le periferie, tornando a lavorare nella missione dove son stato i primi anni nei villaggi attorno alla città musulmana di Burrell… una occasione che mi è data per tornare a contatto con chi è più lontano e sono content di questa possibilità; certamente in questi mesi viaggio molto per raggiungere questa zona e viaggiando ripenso spesso a come il Signore mi accompagna con il suo Amore anche attraverso il sostegno di tutti voi. Grazie cuore e vi assicuro il mio ricordo nella celebrazione della Pasqua perchè guardando il Crocifisso tutti sappiamo riscoprire di essere amati davvero…. BUONA PASQUA

―•―• ――― ―• / ―•• ――― ―• / •―• ――― ―••• • •―• ― ――― / •• ―• / •― •―•• ―••• •― ―• •• •―
don Roberto

don Roberto

Sono sacerdote fidei-donum missionario in Albania dal 2008, originario di Leno e in precedenza Curato a Edolo e Cortenedolo. La mia frase preferita? “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)


Commenti