L’unica porta sempre aperta

C’è un’unica porta sempre aperta, in Oratorio, 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno: è quella della chiesetta che sta al centro del portico. Correva l’anno 1994, quando l’allora Commissione dell’Oratorio decise, con l’approvazione del Consiglio Pastorale e degli Affari Economici, di realizzare una cappella in Oratorio. L’attuale locazione era stata precedente utilizzata come stanza di appoggio per le suore Ancelle della carità, le quali abitavano all’ospedale ma avevano in uso questo luogo per gestire la loro presenza nell’Oratorio durante la giornata.

Per poter attuare il progetto della chiesa, si era dovuta rivedere la funzionalità e la destinazione delle stanze situate sotto al portico. Di fatti l’attuale chiesetta è il risultato dell’unione di due stanze e della trasformazione di un’altra. Due porte finestre con vetrate e un portone decorato sempre con temi su vetro, delineano il profilo esterno rendendo molto luminoso il suo interno.

Al centro della chiesetta, è situato l’altare in marmo bianco e sul muro di fondo vi sono degli archi che abbelliscono la sua architettura dove al loro interno si trova un dipinto di una Madonna con bambino. Un crocifisso ligneo, una statua di San Luigi Gonzaga, patrono dell’Oratorio e le stazioni della via crucis, completano le immagini sacre. Il tabernacolo è situato sempre nella parete di fondo ma alla sinistra dell’altare. Da allora, la presenza Eucaristica è sempre stata l’anima dell’Oratorio.

La chiesa è molto spesso il punto di partenza delle attività della pastorale ordinaria ma è anche il luogo che vede alcune celebrazioni durante l’anno. Bello sarebbe che tutti quelli che vengono in Oratorio, passassero, prima, in chiesetta per un saluto al Signore Gesù e poi tornino alle loro attività o si ritrovino per stare in compagnia. Sarebbe un gesto molto significativo ed anche pedagogicamente molto forte. Non dimentichiamo che tutto quello che l’Oratorio propone, ha il desiderio di essere evangelizzante e l’incontro con Gesù è l’inizio di ogni evangelizzazione.