Distruggete questo tempio e lo farò risorgere

Il vescovo Pierantonio commenta il vangelo di questa domenica, Gv 2, 13-25.

Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato». I discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divora. Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo. Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.
Mentre era a Gerusalemme per la Pasqua, durante la festa molti, vedendo i segni che faceva, credettero nel suo nome. Gesù però non si confidava con loro, perché conosceva tutti e non aveva bisogno che qualcuno gli desse testimonianza su un altro, egli infatti sapeva quello che c’è in ogni uomo.

Come si vota? Elezioni politiche e regionali 04.03.18

In questa animazione, realizzata dalle ACLI di Brescia, viene mostrata la procedura di voto per le elezioni politiche e regionali di domenica 4 marzo 2018.

Riassumendo

Si riceve una sola scheda per la Camera e una sola scheda per il Senato.

Si può votare facendo un solo segno, oppure due, basta che entrambi i segni siano fatti nell’area della scheda che spetta a un’unica coalizione.

È possibile votare un candidato all’uninominale e, con un secondo segno, scegliere una delle liste che lo appoggiano.

Si può scegliere anche solo il candidato all’uninominale o solo una delle liste, ma il voto sarà comunque “trascinato” rispettivamente anche sulle liste o sul candidato. Non si può votare una lista diversa da quelle che appoggiano il candidato che abbiamo scelto. Quindi, se volete votare una coalizione ma non vi piace il candidato che la coalizione ha presentato nel vostro collegio uninominale, l’unico modo che avete per non votarlo è rinunciare e votare un’altra coalizione.

Viceversa, se avete deciso di votare per un candidato ma non vi piace uno dei partiti che lo appoggiano, l’unico modo che avete per essere sicuri che il vostro voto non finisca a quel partito è fare due croci, esprimendo anche una scelta per un partito che non sia quello. Attenzione: deve essere parte della stessa coalizione, altrimenti il vostro voto sarà annullato. Infine, non si possono esprimere preferenze sui singoli candidati della lista proporzionale.

Intervista spettacolo “Irene”

Serie di video che racontano il Festival della Missione, tenutosi a Brescia dal 12 al 15 ottobre 2017.

In questo video l’intervista agli attori e al regista dello spettacolo, dal titolo “Irene”, incentrato sulla vita Irene Stefani (missionaria della Consolata in Kenya morta nel 1930 e beatificata nel 2015), a cura della compagnia teatrale Controsenso.

La playlist del Festival della Missione 2017

Spettacolo di Natale del gruppo di Catechismo del 7° Anno

I Ragazzi del gruppo Catechistico del 7° anno, giovedì 23 dicembre 2017, hanno raccontato, con uno spettacolo presso il teatro dell’Oratorio, il loro percorso di catechesi di questi ultimi mesi. Buona visione.