Camposcuola Tonale 2015

3

La proposta del camposcuola non è certo una novità. Da vari anni è una modalità di aggregazione per gruppi di giovani o adulti:  ha ancora un senso? Certamente sì, come abbiamo avuto modo di sperimentare.

Anche quest’anno l’Oratorio  ha voluto offrire agli adolescenti questo tipo di esperienza davvero forte: vivere alcuni giorni lontani dalla propria famiglia; in una casa autogestita in cui tutti sono chiamati a dare il loro contributo; senza la televisione; con la concessione solo per alcune ore al giorno dell’uso del “famigerato cellulare” (forse  più un bisogno per noi genitori di monitorare i figli…).

Tonale 2015 2016

Don Davide e gli Animatori amano puntare in alto con i nostri ragazzi! E il segno di quanto credono  nelle loro possibilità: nella loro capacità di riflettere da soli o in gruppo, nel condividere le esperienze “raccontandosi”, nel tentare di accogliere uno STILE che li invita ad andare controcorrente. Sono stati invitati a smorzare  i personalismi per vivere al massimo una proposta di vita comune,  dove si può stare insieme in modo autentico spendendosi in qualche gesto di servizio verso i propri compagni.

Le giornate erano scandite dalla preghiera mattutina, dal divertimento all’aperto sulla neve, dal tempo trascorso insieme giocando a carte, dai lavori di gruppo e dalla Santa Messa serale, momento privilegiato per confrontarci con la “Parola” .

Tonale 2015 2016

A volte le delusioni sono maggiori delle vittorie. Ma la tenacia di  Don Davide, Suor Lidia, Cristian, Simona, Mattia  e l’affetto che li legano ai ragazzi, uniti alla collaborazione di noi genitori, possono riuscire a realizzare una “buona proposta educativa” per i nostri figli: a patto che non si esaurisca tutto in questi pochi giorni di vacanza.

Ci siamo lasciati coinvolgere in questo progetto: seguendo l’esempio di altri che hanno lavorato prima di noi, abbiamo cercato di dare il nostro contributo al servizio in cucina. Nonostante la paura iniziale di non essere all’altezza, abbiamo deciso di metterci in gioco.  Alla fine, confrontandoci tra noi, possiamo dire che è stato entusiasmante collaborare con il Don,  gli animatori e suor Lidia  (che ci ha aiutati tantissimo). Anche i ragazzi hanno contribuito a farci sentire a nostro agio:  è stato importante interagire con loro scambiando battute, “richiamandoli” alla cooperazione quando necessario  e preparando con alcuni  la cena di capodanno, mentre altri organizzavano i giochi per la serata.

Tonale 2015 2016

Sono stati giorni intensi ma davvero gratificanti: anche i nostri due figli più piccoli si sono ambientati immediatamente,  bene accolti e “coccolati” dal gruppo.

Ringraziamo tutti per questa opportunità, che senz’altro ha arricchito la nostra famiglia.

Elena e Pietro

―•―• •― ―― •――• ――― ••• ―•―• ••― ――― •―•• •― / ― ――― ―• •― •―•• • / ••――― ――――― •―――― •••••
ORANews

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti