CAG: l’Oratorio è casa mia

Il progetto educativo del C.A.G per l’anno 2017/2018

2

Come ogni anno il C.A.G sviluppa un Progetto Educativo per i ragazzi che frequentano il centro, con la finalità di creare percorsi che rendano l’azione educativa più mirata, continuativa ed efficace.

Il Progetto Educativo è lo strumento attraverso il quale si rende trasparente e leggibile ciò che fa e perché lo si fa, esso nasce da comuni scelte di fondo e si esprime concretamente nei programmi sotto elencati.

L’ORATORIO È LA MIA CASA: da questo presupposto riparte l’anno del C.A.G 2017/2018.

L’Oratorio è una realtà educativa della Parrocchia che offre diverse possibilità per ritrovarsi. É un luogo che è il frutto di tanta generosità e dedizione con alle spalle una tradizione antica e ci chiede di entrare nello stile che lo ha portato ad essere quello che è. È un luogo che può “diventare” casa nel momento in cui, non solo vi entro ma mi adopero per sentirlo un po’ mio, altrimenti rischia di essere vissuto come un albergo o un centro di servizi che frequento perché mi serve qualcosa.

Occorre che mi appassioni che lo viva riservandogli cura e attenzione; è un luogo che vede, nei termini dell’ospitalità, la presenza di molte realtà a volte anche molto diverse tra loro con l’intento di accogliersi gli uni gli altri.  Proporre ai ragazzi dei momenti di pulizia e riordino degli spazi interni ed esterni al CAG, in sinergia con le altre realtà educative dell’Oratorio. Queste attività, verranno svolte a turno e senza togliere del tempo a studio e gioco. La cura dell’ambiente rende i ragazzi responsabili e capaci di attenzione verso le piccole cose, li aiuta a capire gli atteggiamenti giusti e sbagliati da tenere in un luogo che fa dell’ospitalità educata la sua mission e fa sì che intervengano in maniera seria ed opportuna verso chi non si comporta correttamente.

Proseguirà anche il progetto educativoil corpo è la nostra casa” iniziato lo scorso anno. Il nostro corpo rappresenta le nostre fondamenta, la nostra casa, il posto dove la nostra energia vitale emerge, il luogo dell’anima. Ciò che nella nostra vita accade al di fuori di noi non è altro che un riflesso di ciò che accade dentro di noi. Quindi, muovere il corpo significa muovere la vita! Per avere un corpo sano si deve iniziare ad avere un corretto stile di vita ed un buona alimentazione.

  • Per parlarci dell’importanza di una sana alimentazione nell’età dell’adolescenza, abbiamo invitato: Robecchi Samanta, Naturopata Psicosomatica, esperta in salute naturale, con l’intento di far conoscere ai nostri ragazzi abitudini alimentari corrette. L’incontro è previsto per la fine di Novembre.
  • Sono previsti, durante l’anno, più incontri gestiti da Giada Romeri ( la nuova fantastica educatrice che ha sostituito Elena) che ci farà sperimentare l’arte marziale del Brazilian Jiu Jitsu, disciplina specializzata nella difesa personale. Il BJJ, attraverso il movimento, favorisce la coordinazione neuromotoria e permette di aumentare la conoscenza e la consapevolezza del proprio corpo; favorisce inoltre la formazione dello spirito di gruppo e la fiducia in sè stessi.
  • Cercheremo, in primavera, di capire attraverso la testimonianza straordinaria di Enrico Ghidoni (63 anni) quanto lo spirito e la volontà influiscano sul corpo e viceversa. Enrico è il “re dei ghiacci del Nord America”. «Enrico la leggenda», così lo ha ribattezzato il sito ufficiale della Yukon arcticultra che ne ha seguito passo dopo passo le gesta realizzando un’impresa incredibile: in otto giorni e 21 ore Ghidoni ha coperto a piedi i 700 chilometri che dividono Whitehorse, città del Canada, da Dawson City, estremo nord del territorio dello Yukon al confine con l’Alaska, e lo ha fatto in condizioni climatiche estreme. Questo eccezionale sportivo verrà a trovarci e a parlarci della sua esperienza tra i ghiacci, per far capire che una sana alimentazione unita ad un’attività sportiva può far realizzare cose incredibili, anche a chi non è più giovane.

Nel mese di marzo/aprile si svolgerà il “3°Torneo a 7” organizzato in Oratorio, rivolto ai ragazzi e ragazze che frequentano la Scuola Secondaria di primo grado di Leno. A tutto questo non mancheranno compiti, cene, feste, gite e tanto divertimento!!

Per iniziare alla grande abbiamo fatto una splendida gita a Serle nell’Altopiano di Cariadeghe dove abbiamo trascorso una meravigliosa giornata all’insegna del divertimento alla ricerca delle castagne.

Ci attendono momenti di gioia, di impegno e molte altre esperienze.

Don Davide, Ornella, Sara, Elena

―•―• •― ――• ―――••• / •―•• ―――•• ••――― •―――― ――••• ――― •―• •― ― ――― •―• •• ――― / / ―•―• •― ••• •― / ―― •• •―

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti