Iustitia

Pesanti come ciò che opprime
o pesanti come quelle verità
che il male non sa smuovere;

Leggere come il nulla
o leggere come quelle fedi
che sollevano il cuore –

Le cose hanno il peso,
spesso,
che si sceglie di dargli –
E il valore di ogni peso
è relativo.

Illustrazione di Daniele

Temperantia

Nessun tempo
è mai troppo lontano
dal cuore;

Ci sono ricordi
che te li senti ancora vivi
nelle mani,

Quasi ancora si potesse
farne un destino migliore –

Ma si può vivere
soltanto in avanti;

Siamo fili su cui la vita
giorno per giorno

inanella perle

Illustrazione di Daniele

Fortitudo

Gli angeli hanno il volto stanco
dell’umanità,
i sorrisi pieni di crepe
e le tasche piene di sbagli –

    E ali larghe come il cuore,
fatte di pazienza, lacrime, amore –
Che non servono a volare,
ma ad abbracciare
la sofferenza del prossimo

Illustrazione di Daniele

Fides

Una giornata scivolata dalle mani
come ieri
come sempre
Anche stanotte
inutilmente
il cuore farà bufera
Anche stanotte
consegnerò l’anima
al silenzio –

Un formicaio di pensieri
sul non voler ammettersi
cosa si è diventati –
Appartengo nel tuo palmo,
fai dei miei giorni persi
nuove speranze

Prudentia

    – Da dove vieni,
così sconosciuta e inaspettata,
mia benedetta felicità?
Ti ho cercata, sai?
Così tanto…
Così a lungo…

– Crescevo sotto ogni lacrima,
gridavo sui muri di ogni silenzio
e di ogni tua malinconia.
Aspettavo ti accorgessi di me,
Che davanti al dolore
scegliessi di vivere

Illustrazione di Daniele

Spes

Disperatamente presenti,
anche quando vorremmo
soltanto cedere.

Appesi a sottili fili di volontà,
fragili come le speranze
di cui sono intessuti –
in cerca di giorni migliori
dove appendere i nostri cuori,
così bagnati di lacrime,
ad asciugare in pace –

Perché la vita non fa regali,
ma concede occasioni

Illustrazione di Daniele