Angiolino Bonetta verso la santità

Papa Francesco: sì alle «virtù eroiche» di Angiolino Bonetta di Cigole

2

Papa Francesco ha ricevuto lo scorso 10 luglio il cardinale Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, autorizzando il Dicastero a promulgare i Decreti riguardanti una prossima nuova Beata e 4 nuovi Venerabili Servi di Dio. Fra questi il bresciano Angiolino Bonetta.

Angiolino Bonetta nasce a Cigole, in provincia di Brescia, il 18 settembre 1948 da una famiglia di operai. A dodici anni gli viene amputata una gamba in seguito ad un sarcoma osseo. Dice di offrire tutto “a Gesù per la conversione dei peccatori”. Incoraggia gli altri malati, trasmette pace. A una persona che lo compatisce perché cammina con fatica sulle stampelle, dice: “Ma lei non sa che ad ogni passo potrei salvare un’anima?”. Si consacra al Signore tra i “Silenziosi Operai della Croce”. “Ora son tutto della Madonna – dice – dalla punta dei piedi alla cima dei capelli”. In una lettera prima di morire, scrive: “Da quando sono entrato tra i Silenziosi Operai, il Signore mi ha dato una tempesta di grazie, da me finora sconosciute. Mi sento forte come un leone e canto dalla mattina alla sera”. Muore a Cigole il 28 gennaio 1963, all’età di 14 anni.

•― ―• ――• •• ――― •―•• •• ―• ――― / ―••• ――― ―• • ― ― •― / •••― • •―• ••• ――― / •―•• •― / ••• •― ―• ― •• ―

ORANews

Oratorio San Luigi di Leno


Commenti