Al centro la Parola

1

Tutto può essere occasione di incontro con Dio e di scoperta di Lui, ma una sola cosa fa maturare l’incontro. Un tramonto, un atto d’amore a cui si assiste, una parola improvvisa di un santo, un insegnamento di un pastore, persino un peccato che mi mette brutalmente di fronte alla mia infermità e mi costringe a ripensare possono essere occasioni dell’incontro con Dio. Ma è solo la parola del Signore insieme al mistero eucaristico a portare questo incontro a pienezza di maturazione. Il battesimo ci costituisce in uno stato di connaturalità e di compresenza a quanto è nella Scrittura.

“Ma è difficile… come faccio?”

“Fidati di quello che ti è stato dato nel tuo battesimo!”

Al di fuori di ogni “carismatismo”, in una via normale di Chiesa, in una via normale di comunità cristiana, anche mediocre, anche piatta, io credo all’unità del Libro, dell’evento, della Persona, credo alla possibilità di stabilire in ogni situazione mentale e spirituale, il contatto col Libro, con l’evento, con la Persona. Soltanto, ciascuno di noi deve credere alla potenza del proprio battesimo, e la comunità cristiana che ci assiste deve conservare e trasmetterci questa Parola.

don Carlo

•― •―•• / ―•―• • ―• ― •―• ――― / •―•• •― / •――• •― •―• ――― •―•• •―

Commenti